Come abbiamo potuto vedere nella puntata precedente di Fire Force, alcuni dei ragazzi che fanno parte dell’Ottava Brigata sono stati infiltrati all’interno della Prima, per poter indagare più da vicino sulle eventuali informazioni che riguardano l’autocombustione e che questa potrebbe celare…

IN FLAMES

nonostante la scoperta, piuttosto interessante, a dire il vero, di ciò che sta succedendo all’interno della Prima Brigata, Fire Force soffre in generale di una narrazione non troppo incisiva e a causa dell’utilizzo piuttosto esteso di stilemi tipici degli shonen di combattimento, al punto da risultare, dopo la visione di qualche puntata, a dir poco ridondante: si va dal modo in cui vengono portati avanti gli scontri alla tematica, fin troppo utilizzata, del ragazzino reietto che vuole diventare un eroe (e qui gli esempi sono infiniti, da Naruto a Midoriya), al cosiddetto fan service, che si esprime in una sequela di scene a sfondo sessuale, sempre presenti in ogni singola puntata.

Detto questo, risulta però comunque interessante, come ho accennato poco più sopra, la spiegazione, anche se, per ovvie ragioni narrative, la stessa non è completa (ulteriori dettagli verranno rivelati nelle puntate successive di questo anime), di ciò che sta succedendo all’interno della Prima Brigata: cosa sono i misteriosi “insetti esplosivi”? Chi li sta creando? E con quale scopo? Si tratta di un individuo singolo, oppure l’intera Prima Brigata è coinvolta in questo oscuro e agghiacciante progetto?

DRAG THE WATERS

Al di sotto della superficie dell’acqua possono nascondersi cadaveri, per cui è evidente che non tutto è come sembra, all’interno della Prima Brigata. Senza scendere troppo nei dettagli per evitare spoiler indesiderati a coloro fra di voi che non hanno ancora visto l’ultima puntata di Fire Force, posso dirvi che anche gli individui che sembrano più miti, corretti e leali possono nascondere dei segreti agghiaccianti e non avere il benché minimo scrupolo di coscienza.

Come già abbiamo potuto apprendere tempo fa dalle parole della Principessa Hibana, la quale stava già indagando sulla Prima Brigata della Fire Force, quest’ultima potrebbe essere a conoscenza di alcune informazioni sulla combustione spontanea dei corpi umani, divenuta una vera e propria piaga nel Giappone distopico in cui è ambientata questa storia. Ma forse non è tutto qui: forse, la Prima Brigata, o comunque qualcuno al suo interno, che potrebbe a sua volta anche lavorare in maniera autonoma, è in grado di creare artificialmente gli Incendiati; ma se fosse davvero così, a quale scopo fare una cosa così atroce?

In questa puntata, scoprirete alcuni agghiaccianti dettagli su questa delicatissima questione, della quale scopriamo sempre più informazioni, che vengono ben distribuite all’interno delle singole puntate, ma, come ho già scritto, questo non è sufficiente per costruire uno shonen di combattimento fresco e originale, per cui Fire Force scade spesso nella prevedibilità, soprattutto per gli appassionati che conoscono molto bene questo genere. Resta ora da vedere se ci saranno delle sorprese più in avanti che potrebbero eventuale portare questo anime su un altro livello, magari grazie all’introduzione di tematiche più originali, anche perché tutto sommato le scene di combattimento sono godibili, soprattutto se amate l’elemento fuoco, l’unico al quale sono legate le diverse abilità dei Pirocineti protagonisti della storia.

Fire Force è distribuito in maniera del tutto legale e GRATUITA qui da noi in Italia tramite il canale Youtube ufficiale di Yamato Animation. Vi ricordo infine che la serie sarà composta da un totale di 24 episodi e che gli stessi saranno disponibili ogni venerdì a partire dalle 19:25.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui