One Piece Stampede - Il Film

Avevamo lasciato DC’s Legends of Tomorrow con il penultimo episodio – la nostra recensione QUI – che aveva segnato il netto vantaggio di Neron. Il demone si era appropriato del corpo di Ray, era riuscito a riportare nel nostro piano dell’esistenza l’amata Tabitha/Fata Turchina e, rivelando al mondo dell’esistenza delle creature magiche, aveva iniziato una escalation per la conquista dell’Inferno grazie ad una ingegnosa app che, una volta sottoscritta, gli avrebbe consegnato le anime degli utenti.

One Piece Stampede Il Film

Con John bloccato proprio all’Inferno alla ricerca dell’anima di Ray, le Leggende non avevano potuto fare altro che contenere i danni facendo rinsavire Gary – improbabile alleato di Neron – e tentando di liberare Charlie.

Da qui riprendere il sedicesimo, e season finale, episodio intitolato Hey, World!.

L’ultimo tassello nel piano di Neron è aprire le porte dell’Inferno per poterlo trasferire sulla Terra e l’energia necessaria per fare questo sta arrivando direttamente dal panico scatenato dagli avvistamenti delle creature magiche.

Le Leggende devono quindi in fretta e furia arginare questa ondata cercando di dimostrare come non tutte le creature magiche sono pericolose. L’unica idea concreta è però anche quella più folle: costruire il parco gioco ideato dal padre di Nate grazie al quaderno magico capace di concretizzare qualsiasi idea, come visto nell’episodio 5.

Entra nel nostro canale di Telegram. Clicca qui

All’Inferno intanto Constantine riesce a liberarsi grazie al provvidenziale intervento di Nora, ancora Fata Turchina, e recuperare la moneta che rappresenta l’anima di Ray.

Per Neron l’occasione è troppo ghiotta per non cercare di recuperare tutta la “paura” nel parco giochi ed è proprio lì che il suo piano fallirà grazie ad un piano ordito in segreto da John e Nate per battere il demone proprio sul suo terreno ovvero il patto stretto con Ray.

Il finale sarà però dolce-amaro soprattutto per Nate. Mentre all’Inferno, Astra riscuote alcune anime di peccatori molto “importanti” preparando il terreno per quello che si preannuncia il tema portante della prossima stagione.

Strizzando un occhio al pop più attuale e in maniera caciarona e scanzonata, DC’s Legends of Tomorrow chiude la sua quarta stagione con questo Hey, World! episodio che ha soprattutto il merito di far confluire alcuni elementi disseminati lungo il corso della stagione in un finale tutto sommato organico.

Come ci ha abituato la serie anche questo episodi ha dei momenti forse un po’ troppo leggeri in cui si chiede allo spettatore una sospensione dell’incredulità davvero sopra la media ma tant’è che la formula alla fine convince.

Interessanti più che la chiusura delle trame e la, scontata, sconfitta di Neron seppur non senza qualche passaggio meno prevedibile di quanto ci si potesse aspettare sono i minuti finali con da un lato un drastico cambio nelle Leggende – riprendendo così il tema dei viaggi nel tempo un po’ accantonato questa stagione – e dall’altro con l’entrata in scena di Astra che in maniera inequivocabile getta le basi per la prossima stagione.

DC’s Legends of Tomorrow 4 è stata decisamente una stagione di passaggio. La serie ha cercato di affinare la sua formula che soprattutto nella passata stagione aveva portato frutti insperati ma questo ne ha anche evidenziato i limiti con passaggio “esagerati” e scelte narrative erratiche che hanno trovato ragion d’essere poi solo nel season finale.

La vera nota positiva è senz’altro l’ingresso nel cast di Matt Ryan/John Constantine che, quando ne ha avuto opportunità, ha giganteggiato dando alla serie un taglio più “serio” con un riscontro sicuramente apprezzabile cosa che sembra essere stata notata anche dagli showrunner.

E’ lecito quindi aspettarsi un maggior equilibrio più che una “maturazione” per la prossima stagione?

Entra nel nostro canale di Telegram. Clicca qui
Loading...

COMMENTA IL POST