Fire Force 1×1 – Shinra Kusanabe si arruola | Recensione

Accompagnate il giovane Shinra nella sua rovente avventura.
Autore originale: Atsushi Ōkubo
Studio di animazione: David Production
Data di uscita: 5 luglio 2019

0

Fire Force è l’atteso anime basato sul manga omonimo scritto e illustrato da Atsushi Ōkubo realizzato dallo studio di animazione David Production (Le Bizzarre Avventure di JoJo – Vento Aureo, Soul Eater, Code Geass fra i più conosciuti), e fin dalle primissime immagini è possibile riconoscere la grande cura per i dettagli e le animazioni a cui questo studio ci ha abituati con i suoi anime precedenti.

La storia di Fire Force è ambientata in un mondo nel quale alcune persone, chiamate Incendiati, hanno misteriosamente iniziato a prendere fuoco in maniera del tutto spontanea. Scopo dell’Ottava Brigata della Fire Force nella quale entrerà a far parte il protagonista Shinra Kusanabe e in generale di tutte le squadre di pompieri dislocate per il mondo è quello di porre fine alle sofferenze di questi individui, che a causa della combustione spontanea dei loro corpi perdono completamente il controllo delle proprie azioni, trasformandosi in mostri che ardono qualunque cosa e persona entri in contatto con loro fino a esaurirsi completamente.

FIGHT FIRE WITH FIRE

Gli Incendiati non sono però gli unici individui in grado di utilizzare il potere devastante del fuoco: esistono infatti anche i cosiddetti Pirocineti, persone che sono in grado di utilizzare i propri poteri restando comunque sé stessi, e per questo possono impiegarli in maniera decisamente più controllata e mirata rispetto alla furia devastante degli Incendiati. Si tratta di una scelta interessante, poiché si tratta alla fin fin di combattere il fuoco con il fuoco, in una escalation di esplosioni e incendi che rischia di fare più danni di quanti ne prevenga.

USE THE ANGER. USE THE PAIN

Visivamente più che appagante per chi come me ama l’elemento fuoco, Fire Force non è però soltanto questo, poiché fin dal primo episodio si pone già l’accento sulla vita privata di Shinra Kusanabe, un Pirocineta il cui sogno è quello di diventare un Eroe. Grazie ad alcuni brevi, ma intensi flashback, scoprirete da cosa scaturisca questo desiderio che si è così radicato nel cuore di Shinra, un ragazzino felice come tanti suoi coetanei che però un giorno vedrà la sua vita andare letteralmente in fumo.

Shinra è un ragazzo piuttosto chiuso che ha sofferto davvero moltissimo, ma che ha anche scelto di utilizzare la sua rabbia e il suo dolore per cercare di raggiungere un obiettivo, denotando quindi la sua grande forza di volontà.

Tuttavia, per quanto stiamo parlando di uno shonen di combattimento, in questo caso ci troviamo di fronte a un prodotto strutturato in maniera tale da prevedere che il lavoro di squadra debba essere preferibile all’azione del singolo, e questo perché, come vedrete già in questo primo episodio di Fire Force, è necessario che ogni membro dell’unità operativa faccia la sua parte, assegnata in base alle disposizioni e capacità personali, un po’ come avviene anche nei giochi di ruolo. Per questo, Shinra dovrà cercare di far conciliare il suo egoistico desiderio di diventare un giorno un eroe con la necessità di lavorare fianco a fianco dei suoi nuovi compagni.

Shinra dovrà però anche vedersela con i propri personalissimi demoni, che hanno turbato la sua infanzia e le cui ombre oscurano ancora, di tanto in tanto, i suoi pensieri. Vittima di forti pregiudizi e discriminazioni fin dalla più tenera età, il ragazzo non dovrà combattere solo contro gli Incendiati, ma anche contro i suoi orribili ricordi, per dimostrare a tutti, incluso sé stesso, che può ergersi al di sopra delle proprie ceneri come una Fenice.

Fire Force è distribuito in maniera del tutto legale e GRATUITA qui da noi in Italia tramite il canale Youtube ufficiale di Yamato Animation. Vi ricordo infine che la serie sarà composta da un totale di 24 episodi e che gli stessi saranno disponibili ogni venerdì a partire dalle 19:25.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui