La sezione conclusiva di questa quinta stagione di JoJo si sta rivelando anche nel formato di anime il capolavoro che è nel manga originale scritto e illustrato dal grande Maestro Hirohiko Araki: mancano infatti soltanto tre puntate alla conclusione di Vento Aureo, e a sorpresa di recente è stato rivelato che l’ultimo episodio sarà della durata record di ben un’ora, rivelandone anche la data di uscita, come potete leggere in questo mio articolo a riguardo.

Nella puntata andata in onda ieri, abbiamo potuto assistere a una lunga serie di scene di azione e di elaborazioni di strategie da combattimento degne di Sherlock Holmes, una delle fonti di ispirazione per Araki, come potete leggere qui.

Prima di proseguire nella lettura, mi preme dirvi che questo articolo contiene alcuni spoiler, uno dei quali è contenuto nell’immagine eyecatch posta a metà dell’episodio, che è mia consuetudine inserire nelle recensioni di JoJo, per cui se non avete visto ancora l’episodio potete scegliere di non proseguire nella lettura.

DU GUST IS MEGL CHE UAN

Bucciarati e i suoi scugnizzi malamente sono giunti al Colosseo speranzosi di trovare un metodo efficace per poter sconfiggere Diavolo. Una volta incontrato l’uomo che aveva passato loro questa informazione, i ragazzi apprendono che per poter sconfiggere il loro devastante nemico è necessario che uno dei loro Stand si faccia trafiggere dalla Freccia per poter liberare il suo potenziale latente, trasformandolo nella sua versione Requiem. Le circostanze hanno però costretto Polnareff a usare la Freccia sul suo Silver Chariot, ma non avendo abbastanza forza per controllarlo Chariot Requiem è ora uno Stand senziente completamente libero e per giunta potenziato incredibilmente dalla Freccia. Come avrete modo di vedere nel corso dell’episodio, poi, il potere di Silver Chariot Requiem ha un altro effetto collaterale che fino a questo momento non era stato ancora mostrato; non vi dirò di cosa si tratta, se non che tutta la scena è stata resa visivamente in maniera davvero molto forte e incisiva.

Ora, un altro problema è che un certo Diavolo non se ne starà certo con le mani in mano a guardare i suoi nemici impossessarsi di uno strumento così potente, e sta cercando di capire come fare per poterci mettere su le mani.

Tutto questo significa però che quello che sarebbe dovuto essere un mezzo per sconfiggere Diavolo si è trasformato in un ulteriore problema, poiché ora gli avversari sono diventati due. Paradossalmente, dunque, al momento attuale sembrerebbe che la situazione fosse decisamente migliore e a vantaggio della Bucciarati’s gang quando sembravano senza speranza alcuna di sconfiggere Diavolo e il suo King Crimson.

LA COSA

Il modo in cui viene rappresentato il nuovo effetto secondario di Silver Chariot Requiem ricorda molto quanto visto già nel film cult del 1982 diretto da quel genio che è John Carpenter La Cosa, horror fantascientifico di culto che vede fra i protagonisti Kurt Russell e che è incentrato su una creatura aliena in grado di assumere l’aspetto di qualunque essere vivente e di mutare in tanti modi diversamente disgustosi.

L’aspetto visivo della scena non è però il solo elemento che mi ha fatto pensare immediatamente a questo film: poco dopo, i ragazzi iniziano a ragionare, spinti dal sempre più che riflessivo Giorno Giovanna, sul posto in cui si possa nascondere Diavolo. Quando poi Giorno espone la sua teoria, ecco sorgere il dubbio e il sospetto nei ragazzi: Diavolo si potrebbe nascondere in uno qualsiasi fra loro. Esattamente come nel capolavoro di Carpenter, chiunque inizia a sospettare di chiunque altro, generando un clima di panico diffuso, anche se, sia in questa puntata di Vento Aureo che nel film La Cosa, il protagonista R.J. MacReady (Kurt Russell)/Giorno Giovanna proporrà un sistema per poter identificare dove si nasconda il nemico.

TU QUOQUE, DIAVOLE, PATER MI!

Trish è dall’inizio della serie l’obiettivo primario di suo padre, che vorrebbe ucciderla per tagliare definitivamente i ponti con il proprio passato. Per quanto adesso le sue priorità possano essere leggermente cambiate; tuttavia, se Diavolo può sfruttare un’occasione, un momento di debolezza o di distrazione per poterla attaccare e magari ammazzare, perché non provarci?

Ciò che però Diavolo non sta prendendo in considerazione è la grande forza di volontà di sua figlia, che da lui ha preso la propria volontà di trascendere il proprio destino e il proprio passando, ergendosi al di sopra di essi, ma vedremo come proseguirà questo scontro così intenso nella prossima puntata di Vento Aureo.

Le Bizzarre Avventure di JoJo – Vento Aureo è distribuito in simulcast con il Giappone, legalmente e in maniera del tutto gratuita qui in Italia dalla piattaforma online VVVVID.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui