La Sergio Bonelli Editore ha deciso di riproporre in un formato di pregio una storia recente di Tex, ma perfettamente riuscita e già diventata classica. L’idea di sviluppare storie dedicate al giovane Tex in una versione raffinata, definita “romanzo a fumetti”, espande l’universo di Aquila della Notte, ed allo stesso tempo lo circoscrive in quel piccolo grande mondo del West, nel quale il personaggio vive avventure da circa settant’anni.

Questo perché Giustizia a Corpus Christi è una storia fresca ed allo stesso tempo molto tradizionale. Alla sceneggiatura c’è Mauro Boselli, curatore della testata, e autore che conosce a menadito il personaggio. Mentre ai disegni il magistrale Corrado Mastantuono riesce a dare solidità e freschezza al tratto dei personaggi ed alle ambientazioni. In più ci sono i colori di Matteo Vattani che, nonostante aderiscano alla tradizione del fumetto europeo, riescono a dare ulteriore freschezza visiva alla storia, facendola quasi accostare allo stile Marvel.

In tutto ciò c’è una storia tradizionale di Tex, e che attinge al cuore della sua genesi: il giovane Willer è sulle tracce dei razziatori che l’hanno falsamente accusato. Tex infatti è considerato un fuorilegge per essersi fatto giustizia in seguito all’uccisione del padre. Ma a supportarlo sulla via di Corpus Christi, mentre è braccato dai pistoleri, ci sono il fratello Sam ed i suoi amici rangers.

Insomma, si tratta di una classica storia texiana, che va a scavare nel passato del personaggio e nelle sue avventure giovanili. Sappiamo bene che la Sergio Bonelli Editore ha da poco inaugurato una serie dedicata esclusivamente al giovane Tex, e questo romanzo a fumetti, pubblicato lo scorso anno e riproposto oggi in un’edizione cartonata, non fa altro che rimarcare questo nuovo terreno editoriale solcato dalla SBE.

Mentre nella collana Tex Willer il personaggio principale e le storie devono comunque fare i conti con tutto ciò che comporta la serialità e l’uscita mensile in edicola, questo tipo di volume si può permettere un linguaggio narrativo e visivo diverso. In 48 pagine, sviluppate in un formato alla francese, la storia si prende un respiro diverso, grazie a tavole che abbondano di vignette.

Il lettore resta così impegnato sulla singola tavola per più tempo, e può assaporare al meglio i disegni di Mastantuono ed una colorazione all’altezza di un volume di pregio dedicato a Tex.

Nonostante l’ardore giovanile di Aquila della Notte il personaggio risulta essere abbastanza scaltro da non cadere in trappola, e di saper leggere eventuali pericoli. Sotto questo punto di vista l’ultimissima pagina riserva un po’ di suspense e riaccende con una fiammata improvvisa l’attenzione del lettore.

Giustizia a Corpus Christi continua a portare avanti al meglio la pubblicazione dei romanzi a fumetti dedicati al giovane Tex, e la valorizza ulteriormente in questa prestigiosa edizione cartonata. Il giovane Tex dal capello un po’ più lungo funziona bene a livello visivo. I tratti essenziali del personaggio, capaci di far riconoscere l’Aquila della Notte solido e roccioso della testata principale, ma rinnovandolo e rendendolo più fresco grazie ad alcuni accorgimenti, danno al Tex dei romanzi a fumetti quel qualcosa che distingue e fa apprezzare il personaggio e la testata.

Giustizia a Corpus Christi è quindi la conferma di un formato e di un tipo di storia dedicata a Tex che funziona, e che potrà essere ancora più valorizzata nel tempo, e proprio per questo la sua riproposizione in versione cartonata testimonia quanto questa “giovane” collana stia già riscuotendo consensi.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui