Tantissime novità e il ritorno di moltissimi vecchi amici aspettano Rufy e i suoi compagni di avventure, in viaggio verso il Paese di Wano dopo essere miracolosamente fuggiti più o meno indenni dai territori di Big Mom, uno dei Quattro Imperatori, il tutto mentre i regnanti di tutto il mondo si sono già messi in viaggio verso Marijoa, la Terra Sacra nel quale sta per avere inizio il Reverie. E non dobbiamo dimenticare che le grandi imprese più recenti di Rufy e di Sanji hanno fruttato a entrambi delle taglie tutte nuove!

Il momento tanto atteso dai fan di One Piece sta finalmente per giungere: il Reverie sta per avere inizio.

NESSUNO VIENE LASCIATO INDIETRO

Per quanto vasto possa essere il mondo creato da Eiichiro Oda, questo grandissimo autore non ha mai dimenticato nemmeno uno dei suoi personaggi, che di tanto in tanto ritornano a fare capolino nella storia, e quale momento migliore per riunire insieme tantissimi personaggi, alcuni dei quali non vedevamo da lustri? Non vi svelerò in questa sede di chi sto parlando, ma sappiate che vi brilleranno gli occhi di gioia!

IL TEMPO È RELATIVO

A tal proposito, credo sia opportuno mettere in evidenza una considerazione, che dà il senso del trascorrere del tempo all’interno del mondo di One Piecenell’episodio, infatti, si fa riferimento al tempo trascorso da quando Rufy ha lasciato Dressrosa (a mio parere, la saga migliore dopo quelle di Impel Down e Marineford, senza ombra di dubbio le vette inarrivate dell’intera opera di Oda-sensei): la saga ebbe inizio il 19 gennaio 2014, per concludersi ben oltre due anni dopo, il 17 luglio 2016. Ebbene, se per noi, nel mondo reale, sono trascorsi quasi tre anni da quando Rufy ha lasciato l’isola di Dressrosa, nel mondo di One Piece è trascorso soltanto un mese! Questo genere di appunti, fatti saltuariamente, sono utili per capire quanto il tempo in One Piece sia dilatato, ma anche per dare un’idea di come vadano collocati cronologicamente gli eventi passati.

A VOLTE RITORNANO

Fra i tantissimi personaggi che prenderanno parte al Reverie o che comunque rivedremo in questo nuovo arco narrativo, però, ne figura uno di cui posso tranquillamente parlarvi, poiché è uno dei protagonisti della puntata: si tratta di Koby, il ragazzino un tempo pavido e insicuro che, grazie al nostro Rufy, ha trovato la forza per inseguire il suo sogno, ovvero divenire un buon Marine. Ora Koby è diventato un Capitano coraggioso, forte, sicuro di sé e sempre pronto ad andare in soccorso di chi ne ha bisogno, e già da queste sue rinnovate caratteristiche personali è intuibile chi sia stata la sua fonte di ispirazione, il modello a cui fare riferimento.

Koby non si aspettava di trovare una foto bella grande del suo vecchio amico sul giornale, e rivederlo gli riporta nuovamente alla memoria il periodo in cui i due si sono incontrati per la prima volta. Per coloro fra voi che non dovessero ricordare bene quegli eventi, nella puntata viene mostrato un breve riassunto dei trascorsi di questi due ragazzi che, nonostante abbiano deciso di intraprendere due strade opposte, hanno così tanto in comune, dal punto di vista caratteriale e anche per quanto riguarda il loro fortissimo senso di giustizia.

Un altro evento molto importante sarà la rivelazione della nuova taglia sulla testa del nostro Rufy! Non ne parlerò esplicitamente in questa sede per evitarvi uno spoiler davvero brutalissimo, ma se siete curiosi di scoprirne i dettagli vi rinvio a un articolo speciale separato.

ANTICIPAZIONI

Un altro graditissimo ritorno aspetta i fan di One Piece: i leggendari Capitani dell’Armata Rivoluzionaria, guidati da Monkey D. Dragon e da Sabo, rispettivamente padre e fratello maggiore adottivo di Cappello di Paglia, stanno per mettere in atto il loro piano per colpire gli spietati Draghi Celesti. Questo e altro ci attende nel prossimo episodio di One Piece, dal titolo Sabo entra in azione – L’arrivo dei Capitani dell’Armata Rivoluzionaria! Kaizoku ou ni ore wa naru!

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui