Vento Aureo: King Crimson e la manipolazione del tempo da Ritorno al Futuro a One Piece

1
Nell’ultimo episodio di Vento Aureo, di cui potete trovare qui la mia recensione, abbiamo potuto comprendere un po’ meglio il meccanismo di funzionamento di King Crimson, il terrificante e all’apparenza invincibile Stand dell’ancora misterioso Boss.

King Crimson uno Stand in grado di manipolare il tempo i un modo decisamente bizzarro, proprio come si addice a una serie che si intitola Le Bizzarre Avventure di JoJo. Il suo funzionamento non è di particolare difficoltà di comprensione, ma resta un potere decisamente atipico e intrigante, che fornisce anche preziose e ulteriori informazioni su quella che è la concezione di tempo presente nell’opera del grande Maestro Hirohiko Araki.

La manipolazione del tempo è un elemento molto amato nella fantascienza, al punto che sarebbe impossibile elencare tutte le opere che hanno trattato questa controversa tematica. Un paio di esempi, però, possono contribuire a una più dettagliata comprensione di King Crimson e del suo invincibile potere, senza contare che un paio di aspetti che riguardano il suo funzionamento sono compatibili con altrettante presenti in One Piece, il manga scritto e illustrato da Sua Maestà Eiichiro Oda.

In questo articolo speciale, ho voluto cercare di illustrare al meglio le caratteristiche di King Crimson. Buona lettura!

TIME WAITS FOR NOBODY

Quando si tratta di teorie sui viaggi nel tempo, trattandosi di argomenti puramente teorici, esistono molteplici interpretazioni che spiegherebbero cosa avverrebbe se qualcuno decidesse di manipolare il tempo: nella trilogia di Ritorno al Futuro, ad esempio, modificare il passato fa deviare la linea retta del tempo, creandone un’altra ad essa parallela che si discosta da quella di partenza, alla quale bisogna fare ritorno, per l’appunto.

In Steins;Gate (qui trovate la mia recensione della nuove versione della light novel, la cui lettura consiglio di cuore davvero a tutti voi appassionati di fantascienza là fuori), questo concetto viene estremizzato, coinvolgendo non solo il tempo, ma anche lo spazio (e in effetti anche Emmett “Doc” Brown parla di continuum spazio-temporale, anche se i mutamenti sulla linea del tempo non si riflettono sullo spazio, ma solo sul tempo): ogni qualvolta si modifica il passato, viene creato un universo parallelo a quello iniziale, al quale, proprio come in Ritorno al Futuro, bisognerà fare ritorno.

Nal caso di Araki, almeno da quanto visto con gli Stand che possono interagire a proprio piacimento con determinati aspetti del tempo, il tempo stesso è visto come una linea retta che procede soltanto in avanti, verso il futuro: manipolare il passato sembrerebbe dunque impossibile. Da ciò che abbiamo potuto vedere fino a questo momento, però, è possibile fermare il tempo (The World, Star Platinum), ma con King Crimson si arriva a un livello di bizzarria che sfonda i cieli.

VOLTATE PAGINA PER SCOPRIRE NEL DETTAGLIO COME FUNZIONA KING CRIMSON, LO STAND DEL BOSS IN PERSONA!

telegra_promo_mangaforever_2

1 commento

  1. Tuttavia, nonostante questo articolo che spiega in modo dettagliato (con anche culture pop da esempio), ho sempre considerato il potere di King Crimson uno tra i più difficili da comprendere tra i vari Strand dell’opera di Araki.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui