Dopo una breve lezione di storia di Fugo Pannacotta che spiega a Giorno cosa sia avvenuto a Pompei, il luogo dove si stanno recando per trovare un qualche mezzo di trasporto che possa portare in salvo Trish Una, la figlia del Boss, inizia una nuova bizzarra avventura per Fugo, Giorno e Leone.

Un po’ come sta avvenendo da un certo tempo a questa parte alla ciurma dei pirati di Cappello di Paglia in One Piece (i punti di contatto fra questi due capolavori si sprecano, a piena dimostrazione di quanto l’opera del grande Maestro Hirohiko Araki influenzi quella di Eiichiro Oda), anche la gang di Bruno Bucciarati si è divisa. Ora, gli unici tre ragazzi coinvolti in questa bizzarra avventura sono Fugo Pannacotta, Leone Abbacchio e il novellino Giorno Giovanna.

Cave Canem

I tre scugnizzi si sono recati a Pompei dietro richiesta del Boss in persona, che ha contattato per la primissima volta Bruno Bucciarati proprio per impartire a lui e ai suoi un ordine diretto. Nonostante la segretezza del messaggio, però, c’è sempre il rischio che un qualche membro della fazione dissidente della gang criminale napoletana Passione si sia messo sulle loro tracce e li attenda da qualche parte nelle vicinanze del mosaico conosciuto con il nome di Cave Canem (“attenti al cane”) e che si trova all’ingresso della “Casa del poeta tragico”:

Il cane a cui i nostri dovranno prestare attenzione in questo caso è un essere umano ed è anche, naturalmente, un Portatore di Stand.

Jimi Hendrix Vs. Michael Jackson

Proprio quando i tre malavitosi erano vicinissimi al luogo designato, Fugo nota all’interno di uno specchio l’immagine riflessa di un uomo sconosciuto. Il problema è che a vederlo è solo lui. E per una ottima ragione. Poco dopo, il ragazzo si troverà faccia a faccia con Illuso, un personaggio il cui design ricorda molto lo stile grafico di Phantom BloodBattle Tendency:

Sia il suo nome che quello del suo Stand riflettono quello che è il suo potere, che consiste nel manipolare il mondo all’interno del suo specchio. E a proposito dello Stand di Illuso, questo si chiama molto evocativamente Man in the Mirror, come il brano omonimo del 1987 di Michael Jackson:

Se volete dare un’occhiata al suo aspetto, eccovi qua la sua scheda, protagonista dell’immagine eyecatch dell’episodio di questa settimana:

Nome originale dello Stand: Man in the Mirror

Per fortuna, anche Fugo è un Portatore di Stand, e il suo Purple Haze ha un potere talmente letale che egli stesso tende a utilizzarlo soltanto in casi di estremo pericolo. Anche in questo caso, Araki non ha assegnato un nome a caso allo Stand di Fugo, che, senza scendere troppo nei dettagli, è in grado di generare una nube tossica viola. E anche in questo caso, il punto di riferimento è un brano musicale, l’omonima Purple Haze di Jimi Hendrix, un pezzaccio datato 1970 che vi linko con gioia:

Breve storia triste

Hirohiko Araki non dimentica nemmeno questa volta di dedicare parte della narrazione al racconto di una come sempre breve quanto esaustiva biografia del protagonista dell’episodio corrente, e questa volta è il turno di Fugo Pannacotta, un ragazzo appartenente a una ricca famiglia dal temperamento violento e dall’intelletto geniale, che gli ha permesso di accedere agli studi universitari a soli 13 anni; questi ultimi due dettagli ci fanno capire meglio come mai ogni volta che cerca di aiutare Narancia nei suoi studi abbia delle reazioni violentissime: grazie al suo fine intelletto deve ritenere Narancia un idiota completo, e i suoi violenti scatti d’ira non possono che manifestarsi apertamente di fronte a tale insipienza!

Come avviene per tutti i suoi compagni, anche nella vita di Fugo ci sarà un avvenimento oscuro che innescherà la catena di eventi che lo ha portato a trovarsi a rischiare la vita a Pompei: un giorno, uno dei suoi docenti universitari dimostrò nei suoi confronti un certo interesse non proprio consono al suo ruolo; questo innescò nel giovanissimo Fugo una reazione decisamente infelice, a causa della quale il ragazzo ha colpito ripetutamernte il docente con un libro.

A causa di questo evento drammatico, Fugo venne allontanato dalla sua famiglia, ritrovandosi per strada, almeno fino all’incontro con Bruno Bucciarati. Fugo Pannacotta diventerà così il primo membro della gang di Bucciarati, a patto che riesca a superare la prova di Polpo, e i fatti che ora sia ancora vivo e che possieda uno Stand dimostrano che il geniale ragazzo ha avuto successo.

Ora, però, Fugo rischia di essere ucciso da Illuso e di non poterci fare proprio niente, anche perché i suoi due compari si trovano ora dall’altra parte dello specchio e non possono essergli in alcun modo di aiuto. Come sempre, le circostanze sembrano essere decisamente a sfavore del nostro antieroe, ma scopriremo come andrà a finire lo scontro soltanto nel prossimo episodio di Vento Aureo, la quinta stagione dell’anime basato sul manga di Hirohiko Araki Le Bizzarre Avventure di JoJo.

Le Bizzarre Avventure di JoJo – Vento Aureo è distribuito legalmente e in maniera del tutto gratuita qui in Italia dalla piattaforma online VVVVID.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui