Semplice, curata, ricchissima e visivamente spettacolare, l’edizione 4K di Matrix Reloaded e Revolutions si conferma l’ideale per concludere al meglio la saga dei Wachowski in home video.

Dopo Matrix ecco che Warner Bros. Home Entertainment Italy completa la saga cult dei fratelli – ora sorelle – Wachowski con gli altri due capitoli Matrix: Realoaded e Matrix: Revolutions. Un cult a tutti gli effetti che non solo ha unito il film d’azione, il romance, il western, il film filosofico, il film tecnologico all’avanguardia come davvero pochi altri possono vantarsi di aver saputo fare, ma ha gettato nuove basi nella filmografia di genere facendo entrare i registi nell’Olimpo degli audaci ad Hollywood e ha creato sequenze destinate a rimanere nella storia e che hanno ispirato molti cineasti a venire.

  • L’edizione home video

Come il primo capitolo, anche i successivi due sono composti da una confezione in plastica di colore scuro – come i completi della saga – composta da tre dischi che contengono il film in blu-ray, un disco esclusivamente per i contenuti speciali e il film in Ultra HD 4K. Il menu è animato ma in inglese, la riedizione che è stata fatta nel comparto video merita davvero, il comparto sonoro è buono e insieme garantiscono una qualità di visione ottimale.

  • Quando si dice crossmediale

Altro che Il ragazzo invisibile. La produzione di Reloaded e Revolutions fu mastodontoca perché per la prima volta due film venivano girati insieme perché calcolati dai Wachowski come uno solo – e infatti anche il finale di Reloaded è come una storia spezzata a metà. Un anno di pre-produzione, un anno di riprese e un anno di post-produzione: un impegno colossale per gli attori, che come essi stessi ammettono nelle interviste dei contenuti extra li collegava indissolubilmente a quel ruolo anche negli anni a venire. Ma tanto Keanu Reeves quanto Laurence Fishburne e Carrie Ann-Moss ne vanno molto fieri. Senza contare le new entry di questi due captoli come Jada Pinkett-Smith. Non è tutto: parallelamente furono girate anche la serie animata a episodi Animatrix coinvolgendo registi giapponesi di anime, data la forte componente e ispirazione orientale della storia, e il videogioco Enter the Matrix. Entrambi hanno una storia proprio ma interconnessa ai film, volta ad ampliarli. Rispetto a come si fa di solito, hanno coinvolto tutto il reparto produttivo di Reloaded e Revolutions e soprattutto servono a narrare parti che mancano nel film e che solo vedendo anche la serie animata e giocando anche al videogioco possono fornire una visione d’insieme più completa.

  • Ready Player Matrix

Il videogioco, uscito per PC e PS2, fu costruito di concerto con la produzione del film, un’operazione mai vista prima per videogame tratti da film, solitamente un corredo e nulla più. Questo poiché furono gli stessi Wachowski a girare le scene che fungevano da racconto, quelle in game prese grazie al motion capture, una tecnica “nuova” all’epoca, e il gioco vero e proprio. Tutte le riprese furono curate da loro, comprese le diverse angolazioni da giocatore del videogame. Gli attori si prestarono così anche alle riprese per “Enter the Matrix”, sia quelle cinematografiche che quelle in game; diedero anche “corpo”, compresa la propria faccia e le mosse da combattimento per il motion capture e la propria voce per il doppiaggio che comprendeva tutta una gamma di battute, non solamente quelle standard. Il gioco riempiva il buco fra il primo Matrix e Reloaded e alcuni nel mezzo; come Niobe che va a cercare Morpheus oppure il cambiamento dell’Oracolo.

  • Dopo l’11 settembre

Nel mezzo delle riprese ci fu l’11 settembre e la morte di Gloria Foster, interprete dell’Oracolo, figura centrale in Matrix, sostituita in Revolutions dopo grandi riflessioni dei Wachowski, da Mary Alice, sua compagna di palcoscenico a teatro per molto tempo. Una sorte simile toccò ala cantante Aaliyah, che morì molto giovane tragicamente in un incidente aereo: avrebbe dovuto interpretare Zee ma a quel punto, poiché il materiale girato era troppo poco, le sue scene furono rigirate dalla figlia di Marvin Gaye, per restare in tema musicale.

  • Memorabili sequenze d’azione e bullet-time

Immense, curatissime quasi in modo chirurgico poiché anche pericolose – infatti necessitarono l’uso di parecchi stunt – ed entrare indissolubilmente nella storia del cinema. Stiamo parlando delle memorabili scene action di questi due sequel: dalla maxi-sequenza in autostrada con l’inseguimento in moto, i gemelli e lo scontro sul tetto del camion, alla lotta di Neo con multipli Smith con una ripresa dall’alto a spirale e la final battle sotto la pioggia battente, dall’uso innovativo all’epoca del bullet-time – un rallenty ad hoc con tanto di lotta rotante in aria – e che nessuno userà più nella stessa maniera. Le stesse scene di combattimento utlizzavano un misto di lotta orientale a quella con i cavi per la parte “in aria”, facendo di nuovo la storia. Tutte queste sequenze furono strutturate, ci spiegano cast e crew, in più “eventi” per gestire al meglio fra tutti i reparti la sequenza, dalla regia e aiuto regia agli stunt, cast compreso, fino agli effetti speciali.

Questo – e molto altro – lo potrete scoprire guardando gli extra, esaurienti, specifici ed esaustivi dei due capitoli, perfetti per far entrare un cult come Matrix nella vostra libreria home video.

Di seguito tutti i contenuti extra dei due dischi dedicati, a cui si aggiungono i commenti audio dei registi e di alcuni filosofi e l’introduzione scritta dei Wachowski:

Matrix: Reloaded
– Behind the Story
Behind the Matrix – The Matrix Unfolds – Pre-load – Get Me an Exit – The MTV Movie Awards Reloaded
Car Chase – The Freeway Chase – Oakland Streets and Freeway: Unseen Material – Tour of the Merivingian’s Car Garage – Queen of the Road – Arteries of the Mega-City; the Visual Effects of the Freeway Chase – Foresight: Preplanning the Mayhem – Freeway Truck Crash: Anatomy of a Shot – Fate of the Freeway – Freeway Action Match
Teahouse Fight – Two Equals Clash – Guardian of the Oracle: Colin Chou
Unplugged – Creating the Burly Brawl – A Conversation with Master Wo Ping – Chad Stahelski: The Other Neo – Burly Brawl Action Match – Spiraling Virtual Shot: Anatomy of a Shot
I’ll Handle Them – The Great Hall – Building the Merovingian’s Lair – Tiger Style: A Day in the Life of Chen Hu – Heavy Metal: Weapons of the Great Hall
The Exiles – Big Brother Is Watching: The Architect’s Office
– Additional Footage – Enter the Matrix: The Game – Enter The Matrix
– Music Videoclip: “Sleeping Awake”

Matrix: Revolutions
– Behind the Story
Behind the Matrix – Revolutions Recalibrated – Neo Realism: The Evolution of Bullet Time – CG Revolution – Super Big Mini Models – Double Agent Smith – Mind Over Matter: the Phisically of The Matrix Future – Future Gamer: The Matrix Online – Before the Revolution – 3D Evolution
Crew – Owen’s Army: the Austrialian Art Department – 2nd Unit: A World of Their Own – Bill Pope: Cinematographer of the Matrix – Masters of Light and Shadow
Hel – Coat Check – Upsidedown Under – Fast Break – Exploding Man – Gun Club – The Extras of Club Hel
Super Burly Brawl – The Skybarn – The Crater – The Egg – Anatomy of the Superpunch
New Blue World – Geography of Zion – The Ships – Tour of the Neb – Matrix TV – Logos Fight Expansion
Stage – Dig This – The Siege Action Match – Anatomy of a Shot – Mifune’s Last Stand – Building an APU – Product of Zion
Aftermath – Revolutionary Composition – The Glue – Dane Tracks – Cause and Effects

 

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui