V per Vendetta: il 5 novembre visto da Guy Fawkes

Pubblicato il 5 Novembre 2018 alle 19:00

5 novembre 1605: il cospiratore cattolico inglese Guy Fawkes progettò di uccidere, insieme a quattro complici, l’allora re di Inghilterra Giacomo I e di tutto il Parlamento inglese con una esplosione al di sotto della Camera dei Lord, dove erano riuniti. Questo attentato, che però non andò a buon fine, è stato fonte di ispirazione per la serie di fumetti prodotta da DC Comics V for Vendetta, nata dalla mente di Alan Moore e dalla mano di David Lloyd, e per il successivo film omonimo del 2006 diretto da James McTeigue.

Ricorda, ricorda!
Il 5 novembre,
la congiura delle polveri contro il parlamento;
non c’è ragione per cui
questa congiura
debba essere dimenticata.

Chi non conosce questa celeberrima citazione, tratta da una filastrocca del 1870? Grande merito del film basato su V per Vendetta è stato quello di portare al grande pubblico gli ideali e la magnificenza di un’opera che ha trasceso il suo medium per divenire infine una leggenda. Simbolo della lotta anarchica contro un regime totalitario, il personaggio di V è dichiaratamente e fortemente ispirato a un uomo reale, Guy Fawkes. In questo giorno, ripercorriamo brevemente gli eventi storici che hanno ispirato l’opera di Moore e Lloyd.

  • Chi era Guy Fawkes?

Nato nel 1570 in una famiglia di religione anglicana, il giovane Guy Fawkes, conosciuto anche come Guido Fawkes/Faux e John Johnson, si convertì in seguito al cattolicesimo. Nel 1604 entrò a far parte di un gruppo di religione cattolica capeggiato da Robert Catesby. Insieme, questo piccolo gruppo formato da cinque uomini progettò un attentato contro l’allora re di Inghiltera Giacomo I, di religione anglicana, reo di aver deluso le speranze della popolazione cattolica inglese; l’omicidio non sarebbe stato fine a sé stesso, poiché a esso sarebbe dovuta seguire l’incoronazione della terza figlia di Giacomo I, Elizabeth, che era di religione cattolica.

  • La Congiura delle Polveri

I cospiratori pensarono di disporre degli esplosivi al di sotto del Parlamento, che sarebbero stati in seguito innescati dallo stesso Guy. Purtroppo per loro, però, la congiura venne scoperta per via di una lettera anonima, nella quale si parlava di un imminente attentato.Il Parlamento si sarebbe dovuto riunire alla mezzanotte del 4 novembre del 1605, e così fu: sapendo del piano, avrebbero potuto cogliere i cospiratori sul fatto. E, di nuovo, così fu: Guy Fawkes venne arrestato poco prima di innescare l’esplosione:

John Johnson, in seguito a una serie di strazianti torture alle quali aveva resistito a lungo con baldanza, rivelò il suo nome e quelli dei suoi complici: Robert Keyes, Ambrose Rookwood, e Thomas Wintour; in seguito, dopo un processo, vennero tutti condannati a morte, sentenza che ebbe luogo il 31 gennaio 1606.

  • Guy vs. V

Dunque, l’intenzione dei cospiratori era, in pratica, quella di sostituire una monarchia assoluta con un’altra, ma più vicina ai propri ideali, per via della religione. Questa è una importante differenza rispetto alle intenzioni di V, il quale ha dato una connotazione anarchica all’attentato contro il Parlamento inglese insediatosi nel futuro distopico in cui vive; V era perciò mosso dal desiderio di distruggere un governo totalitario per dare modo al popolo di scegliere come vivere, magari facendo anche a meno delle istituzioni. 

Inoltre, V ha progettato l’attentato in piena autonomia, senza l’ausilio di altri cospiratori, almeno fino al momento del suo incontro con Evey Hammond.

Anche l’attentato è stato progettato in maniera leggermente diversa: Guy e i suoi piazzarono gli esplosivi in una cantina, affittata per l’occasione, situata proprio al di sotto della sede del Parlamento, mentre V fa innescare a Evey gli esplosivi da lui disposti in precedenza all’interno di un treno che finirà la sua corsa sempre al di sotto del Parlamento. Per questo, Guy e V moriranno in modi diversi: condannato a morte il personaggio storico, suicida per la libertà il personaggio fittizio.

Un’altra importantissima differenza fra la congiura a cui prese parte Guy Fawkes e quella ordita da V è il fatto che mentre la prima venne smascherata e, dunque, non venne mai portata a termine, la seconda ebbe invece successo: una sorta di rivincita per Guy, la cui congiura è stata portata a termine molti secoli dopo da un uomo che ne condivideva in parte la visione e gli ideali, ma che, a differenza di lui, era sfavorevole a qualsiasi tipo di governo.

Il 5 novembre è una data molto importante anche per gli appassionati di fantascienza, poiché il 5 novembre 1955 Emmett “Doc” Brown concepì il suo Flusso Canalizzatore.

TAGS

Articoli Correlati

Daniel Craig è 007 per l’ultima volta in No Time To Die, lo straordinario 25° capitolo della saga di James Bond,...

22/11/2021 •

16:54

Le novità Anime Factory di Gennaio 2022 sono disponibili per il preordine sullo store Fan Factory di Koch Media Italia. Tra le...

22/11/2021 •

14:06

Le uscite anime Dynit di Gennaio 2022 vedono la pubblicazione delle nuove stagioni di Bleach e di InuYasha. Esce, inoltre, il...

22/11/2021 •

11:26