One Piece: come sconfiggere un nemico invincibile sfruttando le tre Tonalità dell’Haki

Pubblicato il 20 Ottobre 2018 alle 09:30

Cosa fare quando il corpo del proprio avversario è intangibile per via dei poteri dei Frutti del Diavolo di tipo Rogia? E se anche questa strategia dovesse fallire, come si potrebbe mai vincere in uno scontro con un nemico invincibile? Nulla di più semplice: basta conoscere alla perfezione le tre Tonalità dell’Haki!

Nell’ultimo episodio di One Piece, di cui potrete trovare qui la nostra recensione, abbiamo potuto assistere a un grande cambiamento nella strategia di attacco di Monkey D. Rufy: mentre veniva colpito in pieno centinaia di volte dall’invincibile Charlotte Katakuri, Mugiwara ha avuto tutto il tempo per pensare a come riuscire a colpire Katakuri, il cui corpo sembra impenetrabile perfino agli attacchi sferrati usando l’Haki nella sua tonalità dell’Armatura.

Una volta colto il segreto dell’imbattibile secondogenito di Big Mom, Cappello di Paglia inizia così a sperimentare diversi tipi di approccio alla battaglia, riuscendo anche ad avere la riprova che le sue teorie sul funzionamento dei poteri del suo temibilissimo avversario erano corrette.

Questo ribaltamento inaspettato delle sorti del combattimento in favore del futuro Re dei Pirati non è però giunto per caso, ma è da attribuire ai preziosi insegnamenti di un Maestro d’eccezione, che tempo addietro gli aveva mostrato e insegnato a usare le tre Tonalità dell’Haki. Per aiutarci dunque a comprendere meglio come funzionino e come sfruttare tutte le Tonalità dell’Haki, la lezione di oggi sarà tenuta da un insegnante d’eccezione: il Re Nero Silvers Rayleight, ex Vice Capitano della ciurma del Re dei Pirati in persona, Gol D. Roger.

4. Cos’è l’Haki?

Iniziamo dalle basi: l’Haki (覇気, letteralmente “Ambizione”) è una forza misteriosa che alberga in tutti gli esseri umani, e riprende, come concetto, quello già presente in una miriade di opere diverse, da Dragon Ball (Aura) ai Cavalieri dello Zodiaco (Cosmo) a Naruto (Chakra) a Star Wars (Forza). Naturalmente, non tutte le persone sono in grado di percepirlo e di impiegarlo in combattimento o nella vita di tutti i giorni, e non sono nemmeno consapevoli di avere questa caratteristica, ma è possibile imparare, grazie a un durissimo allenamento, a padroneggiare due tonalità dell’Haki, mentre la terza è una caratteristica innata molto rara e posseduta soltanto da una persona su un milione. Stando però alle dichiarazioni di Monkey D. Garp, quest’ultima Tonalità dell’Haki sarebbe ereditaria.

Un’altra caratteristica interessante è il fatto che l’Haki sia molto ben conosciuto e impiegato nel Nuovo Mondo, diversamente da quanto avviene altrove, in cui non è conosciuto quasi per nulla: un espediente narrativo semplice, ma coerente con la storia creata dal Maestro Eiichiro Oda, che spiega come mai non si parli esplicitamente di Haki fino al punto della storia in cui l’autore ha scelto di inserirlo come parte integrante del proprio universo narrativo, ma senza mai perdere di vista la coerenza della narrazione, fondamentale soprattutto per un’opera mastodontica come One Piece.

Stando a questa descrizione base dell’Haki in generale, dunque, chiunque è in grado di dominarne almeno due tonalità, purché sia consapevole di possederle e si alleni lungamente e duramente, senza però dimenticare un altro dettaglio decisamente molto interessante: l’Haki, per sua natura, non ha nulla a che vedere con i poteri derivanti dai Frutti del Diavolo, per cui anche chi non ne ha mangiato alcuno può usufruirne e sfruttarlo per abbattere anche nemici sulla carta più potenti grazie proprio ai Frutti e, sempre perché l’Haki è una caratteristica altra rispetto ai poteri dei Frutti, anche chi se ne è nutrito può usare l’Haki in combattimento, aumentando esponenzialmente il proprio potere.

Ma quali sono le caratteristiche salienti dell’Haki e delle sue tre Tonalità, e come sono state impiegate da Rufy e Katakuri nel proprio scontro fino a questo momento? Scopriamolo insieme a Silvers Rayleight!

GIRATE PAGINA PER SCOPRIRE LE CARATTERISTICHE DELLE TRE TONALITÀ DELL’HAKI E COME LE IMPIEGANO RUFY E KATAKURI NEL LORO SCONTRO!

3. Haki dell’Armatura

  • Caratteristiche

Probabilmente la più semplice da padroneggiare, la Tonalità dell’Haki dell’Armatura (武装色の覇気, Busō-shoku no Haki, “Haki del Colore dell’Armamento”) è però decisamente più utile di quanto che il suo nome possa suggerire: chi riesce a padroneggiarla può scegliere di rivestire con l’Armatura una singola parte o l’interezza del proprio corpo, in modo da resistere agli attacchi degli avversari. Non solo!

La caratteristica saliente e più utile in battaglia della Tonalità dell’Armatura è ovviamente appannaggio degli utilizzatori più esperti, e consiste nella capacità unica di colpire anche i corpi dei possessori dei poteri dei Frutti del Diavolo. Anche quelli intangibili come i Rogia, il cui corpo è costituito da un elemento che possono generare e manipolare a piacimento. Pensiamo ad esempio al corpo fatto di fuoco di Ace, che può essere colpito solo da un potere superiore al suo (come la lava di Akainu), mentre tutti gli altri attacchi fisici sono del tutto vani. Dunque, l’unico modo per colpire questi mostri è proprio la Tonalità dell’Armatura, che riesce a sfondare le difese praticamente di qualunque nemico e a rendere efficaci gli attacchi fisici anche contro chi possiede un corpo intangibile o particolarmente resistente. Unica eccezione sono gli Homie dal corpo intangibile di Big Mom, che restano resistenti anche a questi attacchi.

Inoltre, è anche possibile rivestire le proprie armi con questa resistentissima Armatura, come fanno ad esempio le Kuja o il nostro amato Roronoa Zoro. 

Nel caso dello scontro fra Rufy e Katakuri, quest’ultimo colpisce ripetute volte Mugiwara con i propri arti e propaggini fatti di mochi, previo però un bel rivestimento con l’Haki dell’Armatura: in questo modo, il Generale Sweet si assicura non solo di imprimere maggiore forza con i suoi attacchi, ma anche di far sentire il dolore fisico di attacchi così devastanti anche a un Paramisha il cui corpo fatto di gomma normalmente non subisce danni:

Rufy ricorda le parole e gli insegnamenti di Reileight e li mette a frutto proprio durante questo combattimento, per cui decide di colpire Katakuri con una serie di colpi inferti grazie all’uso dell’Haki dell’Armatura. Ma, incredibilmente, il corpo di Katakuri non viene leso…

Se Mugiwara avesse notato quanto sia mastodontica l’abilità del suo avversario nel dominare un altro tipo di Haki, sarebbe giunto a scoprirne il segreto molto tempo fa, ma non è facile ragionare in maniera lucida mentre si viene letteralmente pestati a sangue, senza contare che il nostro amato Capitano non è certo noto per essere un ragazzo particolarmente riflessivo!

  • Come contrastarlo

La padronanza di questa tecnica è fondamentale in uno scontro, poiché la sua forza è direttamente proporzionale alla forza dell’utilizzatore, per cui se due avversari si colpiscono a vicenda usando la Tonalità dell’Armatura, fra i due avrà la meglio, semplicemente, quello più forte:

Qual è il segreto dell’enorme potere di Katakuri? E perché nemmeno l’Haki dell’Armatura non lo sfiora= Esiste un modo per sconfiggerlo, o è davvero un superuomo invincibile come credono i suoi fratelli?

GIRATE PAGINE PER SCOPRIRE LA MAESTRIA NELL’USO DELL’HAKI DELL’INTUIZIONE DI CHARLOTTE KATAKURI E IL SUO VERO PUNTO DEBOLE!

2. Haki dell’Intuizione

  • Caratteristiche

Sapevamo già in cosa consiste l’Haki dell’Intuizione (見聞色の覇気, Kenbun-shoku no Haki, “Haki del Colore dell’Osservazione”) dalle parole di Rayleight a Rufy, ma facciamo un breve ripasso: chi lo possiede riesce a prevedere le mosse dei suoi avversari, il loro numero e la loro disposizione sul campo di battaglia. Se vogliamo paragonare questa caratteristica a qualcosa di familiare, potremmo dire che ha qualcosa in comune con il Byakugan, l’occhio bianco che tutto vede, una delle tre abilità oculari principali del mondo di Naruto. Inoltre, grazie all’Haki dell’Intuizione è anche possibile evitare pericoli in generale, dunque non collegati ad attacchi nemici.

Inoltre, permette di conoscere il vero livello di forza degli avversari, un po’ come avviene anche in Dragon Ball, e può perfino permettere di capire se il proprio interlocutore sta mentendo, come fa Bruno Bucciarati in Le Bizzarre Avventure di JoJo: Vento Aureo.

Gli utilizzatori più abili, come ad esempio Katakuri, il primissimo guerriero mostrato in One Piece a dominare alla perfezione questa Tonalità dell’Haki e a impiegarla costantemente in combattimento, possono addirittura prevedere il futuro di qualche istante! Ed è per questo che Katakuri non solo riesce a colpire in pieno Rufy con un uso combinato di Armatura e Intuizione, ma riesce anche ad evitarne gli attacchi. Naturalmente, se uno dei combattenti decide all’ultimo momento di mutare la propria azione, la previsione cessa di essere veritiera: per questo Rufy ammetterà che evitare i colpi di Katakuri è per lui molto difficile, essendo costretto a cambiare i propri programmi all’ultimissimo istante.

Ed è proprio questo il punto saliente di questo scontro: Rufy sa perfettamente come funzionano i due tipi di Haki da lui impiegati, ma sa molto poco dell’Haki dell’Intuizione, che non padroneggia benissimo e che, invece, sembra risvegliarsi in lui proprio in questi momenti del combattimento con Katakuri. Per questo, non può che restare atterrito quando nota che nemmeno l’Armatura riesce a scalfire il corpo del suo avversario.

Se avesse prestato maggiore attenzione agli insegnamenti di Rayleight, Rufy avrebbe scoperto il segreto per battere Katakuri già da un pezzo, ma meglio tardi che mai! Poiché infatti l’Intuizione permette di prevedere il futuro, Rufy intuisce che in realtà il corpo di Katakuri non è immune a qualsiasi attacco come credeva, ma si tratta di una sorta di illusione dovuta proprio alla sua incredibile abilità nell’utilizzare questo tipo di Haki, decisamente sottovalutato fino a questo momento (per questo, Oda ha scelto di mostrarci di cosa è invece realmente capace chi domina l’Haki dell’Intuizione alla perfezione come il secondogenito di Big Mom): per far credere ai propri avversari di essere invulnerabile, Katakuri in realtà modifica il proprio corpo in corrispondenza dei punti in cui sa che il suo avversario sta per colpirlo, ma lo fa a una velocità tale che sembra che i colpi trapassino il suo corpo, lasciandolo completamente illeso:

  • Come contrastarlo

Tuttavia, per ammissione dello stesso Katakuri, anche il più abile utilizzatore dell’Haki dell’Intuizione non è in grado di usarlo se la sua mente è in qualche modo turbata: per questo motivo, alcuni attacchi di Rufy contro di lui vanno a segno. Il superuomo sta iniziando a vacillare!

Sfruttando questo punto debole e la consapevolezza che il corpo del suo avversario non è affatto invulnerabile, Monkey D. Rufy si fa forza e inizia un contrattacco molto serrato, in modo da impedire a Katakuri di usare questa temibilissima arma di cui è un Maestro indiscusso.

Dunque, i modi migliori per contrastare l’Haki dell’Intuizione sono il cercare di evitare che il proprio avversario ne faccia uso turbando in qualche modo la sua mente e compiere atti imprevedibili, magari cambiando strategia di attacco all’ultimo istante utile, tenendo anche bene a mente il fatto che prevedere le mosse del proprio avversario può rivelarsi del tutto inutile, nel caso il nemico sia comunque più forte e veloce di chi usa l’Intuizione, proprio perché, nel caso l’utilizzatore sia più lento del suo avversario, anche se riuscisse a prevederne le mosse non sarebbe comunque in grado di schivarle, per la differenza di velocità fra i suoi pensieri e le reazioni del suo corpo, più lente.

GIRATE PAGINA PER SCOPRIRE LE CARATTERISTICHE DELLA TONALITÀ DELL’HAKI PIù POTENTE E RARA!

1. Haki del Re Conquistatore

  • Caratteristiche

L’Haoshoku Haki (覇王色の覇気, Haō-shoku no Haki, “Ambizione del Colore del Re Conquistatore”), o Haki del Re Conquistatore, è in assoluto la tipologia di Haki meno diffusa, poiché, come già accennato in precedenza, lo possiede soltanto una persona su un milione. Inoltre, è l’unica tipologia di Haki che non è possibile né apprendere, né migliorare con l’allenamento, essendo innata ed ereditaria. Grazie a questo potere, di cui vi riportiamo come esempio l’immagine qui in alto, che ritrae Portgas D. Ace nell’unico momento in cui è stato mostrato mentre lo impiegava per difendere il suo fratellino adottivo Monkey D. Rufy (come ben sappiamo, i ruoli saranno invertiti nella Saga di Marineford), è possibile assicurarsi il predominio sulle coscienze stesse dei propri avversari in battaglia.

L’Haki del Re Conquistatore fa la sua primissima comparsa in One Piece in un momento in cui non sono state ancora fornite informazioni sul suo funzionamento e sulla sua esistenza: si tratta del momento in cui Shanks il Rosso lo usa per intimorire un Re del Mare.

Anche Rufy è in grado di usare questo potere, che consiste nel sovrastare la volontà del’obiettivo o degli obiettivi grazie alla propria. Il risultato è una intimidazione profonda, che sconvolge i bersagli al punto da far perdere loro conoscenza. Questa Tonalità dell’Haki varia in potenza e raggio d’azione in base alle caratteristiche dell’utilizzare, e l’unico modo per poter sfuggire alla sua morsa è possedere un Haki e una volontà talmente potenti da annullarne gli effetti o indossare delle cuffie.

Potente quanto raro e complesso da controllare, se impiegato correttamente da un utilizzatore esperto l’Haki del Re Conquistatore permette di scegliere con cura quali obiettivi colpire, lasciandone dunque fuori nemici e alleati, mentre nei momenti in cui viene usato in maniera istintiva e quasi inconsapevole colpisce indistintamente nemici e alleati.

Uno degli esempi più eclatanti della potenza dell’Haki del Re Conquistatore è il suo impiego da parte di Rufy nella meravigliosa Saga di Marineford: mentre Rufy guarda verso le lame che stanno per porre fine alla vita del suo amato fratello maggiore adottivo Ace, lancia un urlo che fa crollare al suolo un enorme numero di militari. Come però potrete vedere nel video dimostrativo qui di seguito, i guerrieri più potenti della Marina come il Generale Sengoku, l’attuale Grand’Ammiraglio Sakazuki e l’Ammiraglio Kizaru sono del tutto immuni ai suoi effetti:

https://youtu.be/r39ZDIRj_BU

  • Come contrastarlo

Esistono soltanto due modi attualmente conosciuti per non subire gli effetti dell’Haki del Re Conquistatore: possedere un Haki più potente dell’utilizzatore, come nel caso di Marineford, o tapparsi le orecchie, poiché tale potere agisce sul cervello dei suoi bersagli attraverso l’udito.

Questa seconda contromossa viene mostrata piuttosto di recente, nella Saga di Whole Cake Island, conclusasi nel manga e ancora in corso nell’anime di One Piece, e più di preciso quando Big Mom scatena il suo Haki del Re Conquistatore per il trauma derivante dalla distruzione dell’unica fotografia in suo possesso della donna che l’aveva cresciuta come una figlia insieme ad altri orfanelli come lei, Mother Caramel: come potete vedere nel filmato qui in basso, gli astanti si coprono le orecchie con le mani per resistere, e Sanji indossa già dei tappini per le orecchie, consegnati a lui e agli altri partecipanti alla congiura contro Charlotte Linlin da Capone “Gang” Bege, che dunque era perfettamente consapevole del fatto che l’Haki del Re Conquistatore può essere contrastando anche da persone comuni semplicemente tappandosi le orecchie:

 

Articoli Correlati

Planet Manga ha annunciato di recente direttamente sulla pagina Facebook ufficiale l’arrivo di Sakamoto Days in formato...

07/08/2022 •

20:15

I personaggi storici di Vinland Saga, una delle storie più appassionanti degli ultimi anni rispecchiano gran parte della...

07/08/2022 •

12:00

Per l’anime dedicato alle storie di Junji Ito manca ancora qualche mese (ottobre è la data di uscita), ma questo non...

06/08/2022 •

15:00