La Gazzetta della BD – 12 luglio 2018 –

Pubblicato il 12 Luglio 2018 alle 16:00

Tutte le novità a tema BD da Francia e Belgio, anche durante i Mondiali di calcio

Dopo la consueta classifica, parliamo del nuovo volume di Alix, di prossima uscita.

Poi ci occupiamo di come i giornali di lingua francese hanno trattato della semifinale Francia-Belgio, che è ormai  già stata giocata.

Poi ci occupiamo di una nuova serie per ragazzi a tema pirati e del secondo volume del Batman di Marini.

05 – La classifica di vendita dei migliori 10 volumi dal 25 giugno al 1 luglio 2018 (GFK/Livres Hebdo)

Un nuovo volume svetta al primo posto, tallonato da due bei volumi, tra cui Seuls, che continua  a vendere bene. Le serie più celebri continuano ad avere rappresentanti in classifica, con Batman che si mantiene nella top 10 e sembra riuscire a fare meglio del primo volume.

1) Les Légendaires: origines tome 5, Razzia, Patrick Sobral e Nadou, edizioni Delcourt

2) Les Aventures de Laink et Terracid, Chully Bunny, Laink et Terracid, Bruno Madaule, edizioni Michel Lafon

3) Seuls, tome 11, Les Cloueurs de nuit, Fabien Vehlmann e Bruno Gazzotti, edizioni Dupuis

4) XIII mystery, tome 12, Alan Smith, Pecqueur e Philippe Buchet, edizioni Dargaud

5) Elfes, tome 21, Renaissance , Jean-Luc Istin e Kyko Duarte, edizioni Soleil

6) Moins qu’hier (plus que demain), Fabcaro, edizioni Glénat collection GlénAAARG!

7) Batman: the Dark Prince charming tome 2 , Enrico Marini, edizioni Dargaud

8) Les chevaliers du ciel Tanguy et Laverdure tome 6, Diamants de sable, Patrice Buendia, Frédéric Zumbiehl e Sébastien Philippe; edizioni Dargaud

9) The End, Zep, edizioni Rue de Sèvres

10) Mortelle Adèle tome 14, Prout atomique, Mr Tan e Diane Le Feyer, edizioni Globulle

04 – Annunciato il nuovo volume di Alix

Con David B. e Giorgio Albertini, uno dei più celebri personaggi del fumetto franco-belga torna in una nuova avventura dal titolo Veni Vidi Vici, pubblicata dal 13 luglio e per tutta l’estate su Le Figaro Magazine.

Per la sua primavera numero 70, Alix ritorna in una nuova avventura il 12 settembre nelle librerie. E tutto questo sotto traccia, perché le edizioni Casterman hanno conservato il segreto finora.

Otto anni dopo la morte del suo creatore Jacques Martin, e dopo alcuni album firmati da Rafael Morales o Christophe Simon, Benoît Mouchart, il direttore editoriale delle edizioni Casterman, ha deciso di scegliere un nuovo duo di artisti.

La posta in gioco è alta. David B., autore del famoso fumetto autobiografico L’Ascension du Haut-Mal, che ora vive a Bologna, conosce perfettamente il personaggio. Allo stesso modo l’italiano Giorgio Albertini, autore della serie Chonosquad con Gregory Panacionne (Delcourt) che scoprì Alix dai suoi cugini a Chambéry.

Durante un incontro a Roma con Le Figaro il duo ha avuto occasione di parlare del volume. È quindi visitando il foro situato nelle vicinanze che i due amici raccontano come è iniziato tutto. “Ricordo”, dice David B., “che una notte Giorgio mi telefonò e mi disse che Casterman gli aveva offerto Alix e che gli sarebbe piaciuto farlo con me, come sceneggiatore. ”

Poi aggiunge: “È vero che Alix è stata una delle letture della mia infanzia…” “Leggo molti fumetti storici. Questo è quello che stavo cercando prima di tutto. Quindi mi interessava davvero fare un nuovo Alix… Era anche l’occasione per lavorare con Giorgio”.

Vi è stato suggerito di cambiare il personaggio tenendo conto della tendenza dei tempi? “Abbiamo deciso di rimanere fedeli agli album disegnati da Jacques Martin negli anni ’50”, dice Giorgio Albertini. “Lo stile di questo periodo ha la sua “linea chiara”, quella che prevaleva nel Journal de Tintin all’epoca. Potrebbe essere chiamata “jacobsienne”, il nome dell’amico di Hergé, Edgar P.Jacobs, creatore di Blake e Mortimer. Volevamo soprattutto trovare lo spirito originale.”

Il personaggio di Alix si è evoluto? “Non volevo toccare il personaggio di Alix”, dice David B., “È un blocco di legno. È tagliato in quel modo. Ha le sue idee fisse, e non si tratta di deviare. A volte è abbastanza brutale. D’altra parte, quello che ho fatto è stato un piccolo cambiamento su Enak. In questa avventura, è un po’ più insolente… Di fronte ad Alix, osa affermarsi. Allo stesso tempo, Alix trova qui una specie di furia gallica che probabilmente non aveva negli episodi precedenti. Inoltre, Enak lo prende in giro”.

La trama di Veni Vidi Vici è ambientata nel 46 a.C., nel momento in cui Cesare sta combattendo una battaglia contro il re del Ponto, un regno dell’Asia Minore settentrionale che ora si trova verso il Mar Nero. David B. immagina che Cesare, che vuole creare una grande biblioteca a Roma, chieda ad Alix ed Enak di cercare manoscritti nelle biblioteche e nei templi.

Arrivati ​​a Samosata, Alix ed Enak scoprono un complotto ordito da Farnace, il figlio di Mitridate, il mitico re del Ponto. Cesare che ha appena pacificato Alessandria (e brucia la sua biblioteca) è costretto a tornare a Samosata in una marcia forzata per combattere Farnace. Arriva e sconfigge invertendo la situazione in una singola battaglia. Il 37 ° album sarà distribuito nelle librerie il 12 settembre. Nel frattempo, i lettori di Le Figaro Magazine potranno scoprirlo in esclusiva per tutta l’estate sulle colonne della rivista.

03 – La partita Francia-Belgio ha molto colpito l’immaginario fumettistico francofono

La partita è già stata giocata, ma nei giorni scorsi, nei chioschi parigini, i principali quotidiani hanno messo in risalto il “derby” franco-belga per la coppa del mondo in Russia.

Insomma la coppa del mondo è una partita tra Asterix e Tintin! Il Journal du Dimanche inserisce una immagine di Asterix e i Belgi, un album in cui i Galli sono infastiditi dal fatto che Giulio Cesare designi i belgi tra le nazioni più valorose della Gallia, con i leader Geuzelambix e Abraracourcix che hanno un battibecco in copertina. Va detto che l’incontro tra Goscinny e Uderzo è stato grazie alla belga La World Press.

Tintin-Asterix torna anche in Le Parisien Dimanche, che intervista politici e artisti di origine belga sulla semifinale tra Francia e Belgio, intitolando l’approfondimento “Più di un match”. E ricorda che molte personalità francesi, come Bruno Solo, sono diventate “tasse belghe”…

L’Équipe, il quotidiano sportivo e calcistico in particolare, gioca su una parodia di Soulcié che dice: “Objectif Lune” per salutare i loro “carissimi cugini”. E notare che le statistiche erano a favore dei belgi che, in 73 partite giocate tra i due Paesi, hanno vinto 30 volte contro 24 per la Francia, segnando 160 gol contro i 127 del Blues.

Ciò che colpisce in questi tre omaggi è che la rivalità tra Francia e Belgio si riflette nella nona arte, consolidando ulteriormente l’unicità del termine “franco-belga”. Forgiato alla fine degli anni ’60, aveva ottenuto questa definizione nel fanzine belga Ran Tan Plan che riteneva che sarebbe stato più accurato parlare di “fumetti franco-belgi”. Il tempo ha un po’ riequilibrato questo vantaggio belga anche se bisogna ricordare che Media-Participations, che pubblica le etichette Dargaud-Dupuis-Le Lombard, è controllata da una holding belga.

02 – Sulle orme dei pirati in una nuova serie Glénat per ragazzi

Per lo scrittore Raphael Drommelschlager ed il disegnatore Grégory Saint-Felix una nuova serie di avventura, L’Île aux Devils, dedicata ai giovani lettori al prezzo di euro 11.50, quindi un prezzo un po’ più basso rispetto agli attuali standard

Un sogno, un destino: diventare un pirata!

Alban, un giovane erede di una famiglia borghese di Bordeaux, ha sempre sentito vibrare in lui il richiamo del mare. Il suo destino cambia il giorno in cui, alla morte di sua madre, scopre di non aver mai conosciuto il suo vero padre, che scopre che era un pirata, uno di quegli avventurieri del mare che non esitano a sfidare i pericoli alla ricerca di favolosi tesori. Deciso a seguire le sue orme, Alban si imbarca poi come mozzo nell’equipaggio del Capitano Engoza. Lì incontra Joao, un ragazzino intelligente che diventerà il suo migliore amico. Insieme, andranno alla ricerca del tesoro dell’Isola del Diavolo. Un tesoro misterioso e maledetto, la cui vera natura è nota solo al capitano. Cosa può nascondere Engoza?

Parti con gli eroi di L’Île aux Devils! Una serie per ragazzi nuova e dinamica che, in linea con la saga di culto dei Pirati dei Caraibi, mescola le immagini storiche e popolari del pirata con elementi fantastici e ci offre un cocktail esplosivo di azione e avventura.

01 – Finalmente disponibile il volume 2 di Batman di Enrico Marini

Enrico Marini, affermato sceneggiatore ed artista di BD come Rapaci, Lo Scorpione e Le aquile di Roma, torna sul personaggio iconico della DC Comics, con il secondo ed ultimo volume del suo dittico.

Batman setaccia disperatamente Gotham per trovare le tracce della piccola Alina, la sua presunta figlia, rapita dal suo peggior nemico, il Joker.

Ma il pagliaccio psicopatico non si preoccupa molto del pipistrello: per lui, Bruce Wayne ha la chiave per risolvere il suo problema.

E il Joker è pronto a fare qualsiasi cosa per soddisfare i bisogni della sua amata Harley Quinn. Anche a sacrificare la vita di una bambina. Perché come dice lui stesso: “È nelle fiabe che le storie finiscono bene… e questa non è una fiaba!”

Il volume, cartonato di 72 pagine, è disponibile per euro 14,99.

TAGS

Articoli Correlati

Per l’anime dedicato alle storie di Junji Ito manca ancora qualche mese (ottobre è la data di uscita), ma questo non...

06/08/2022 •

15:00

Demon Slayer è sicuramente uno dei manga Shonen più appassionanti e di successo degli ultimi anni. Lo dicono sicuramente in...

06/08/2022 •

12:00

Dragon Ball Super: Super Hero in terra nipponica è arrivato da quasi due mesi nelle sale cinematografiche e tra poco approderà...

06/08/2022 •

10:00