Thor: Ragnarok – ancora più camp in blu-ray | Recensione home video

0
Un’edizione spassosa proprio come la copertina e il film che contiene quella di Thor: Ragnarok distribuita da Disney, specialmente il contenuto extra celebrativo dei 10 anni del MCU.

Di solito si dice “mai giudicare un libro dalla copertina” ma nel caso dell’edizione home video di Thor: Ragnarok distribuita da Disney Home Entertainment Italy l’aspetto esteriore è camp e spassoso tanto quanto il film contenuto all’interno.

Un’adrenalinica sequenza di battute, siparietti comici, azione e un nuovo look che – di nuovo – corrisponde a un “nuovo Thor”, finora il personaggio più serioso del MCU. Il merito va soprattutto alla visione del regista Taika Waititi, che simpaticamente nelle featurette presenti nel blu-ray ci presenta il film in tutte le sue sfaccettature. Il voler fare un film su Thor diverso dai precedenti, il desiderio di fargli esplorare un lato completamente nuovo dell’universo – oltre i nove mondi conosciuti – e del suo personaggio. Dalla solennità si passa all’autoironia oramai marchio di fabbrica Marvel. E’ così che Thor approda su Sakaar, il pianeta che ingloba tutto ciò che altri – pianeti e persone – non vogliono, “un concentrato di spazzatura cosmica” per capirci: anche questa scelta si inserisce perfettamente nell’intento e nell’atmosfera generale.

Oltre all’introduzione del regista e alle varie featurette presentate da lui, alle consuete scene eliminate e gag reel, il contenuto speciale più interessante è senza dubbio lo speciale sui 10 anni del Marvel Cinematic Universe le cui celebrazioni culmineranno nell’uscita di Avengers: Infinity War a fine Aprile. Purtroppo lo speciale non è lunghissimo, ma è molto utile a fare il punto da dove si è partiti con Iron Man 1 a dove si è arrivati con Black Panther, con interventi e testimonianze di tutti i protagonisti, incluso l’ultimo arrivato Chadwick Boseman.

Interessanti poi tutte le featurette che mostrano la realizzazione del film, il nuovo Thor visto da Chris Hemsworth, il ritorno di Loki visto da Tom Hiddleston, il personaggio del Gran Maestro visto da Jeff Goldblum. Ma anche il lato femminile di Thor: Ragnarok e della Marvel con le new entry Hela (Cate Blanchett) e Valchiria (Tessa Thompson), in attesa di Captain Marvel. Senza dimenticare lo stesso Waititi che presta voce e “corpo” a Korg e racconta che il suo nome sta per “Tigre” (è proprio un mattacchione). Senza tralasciare gli stuntmen impiegati, l’allenamento di Chris Hemsworth e gli effetti speciali e visivi in green screen del film, mai così importanti a ricreare un mondo di spazzatura eppure coloratissimo.

Ottimi il 3d e la qualità audio/video dell’edizione home video di Thor: Ragnarok in modo che lo spettatore possa essere letteralmente catapultato su Sakaar: la fotografia coloratissima e la regia movimentata aiutano molto in tal senso.

Thor: Ragnarok è un film epico nel senso letterario del termine: i toni shakesperiani della rivalità fra Thor e Loki dei primi due film divengono quelli fra Thor e Hela, primogenita esiliata di Odino, “costringendo” i due fratellastri ad allearsi nuovamente controvoglia… ma per quanto? Ma ci sono anche l’Odissea del ritorno a casa, lo scontro fra Gladiatori dello Spazio, le Valchirie e le antiche leggende norrene. Cosa volere di più?

telegra_promo_mangaforever_2