La Gazzetta della BD – 21 dicembre 2017 –

Pubblicato il 21 Dicembre 2017 alle 14:40

Nell’ultimo numero prima di Natale vediamo gli ultimi consigli per gli acquisti

Basandovi sulla classifica degli albi più venduti e su alcune segnalazioni non avrete difficoltà a trovare un bel regalo, come per esempio l’ultima opera di Timothé Le Boucher.

Poi vedremo una disputa che ha ad oggetto alcune opere di Uderzo, autore di Asterix.

05 – La classifica degli album più venduti

Vediamo l’ultima classifica stilata prima di Natale, così potete magari trovare qualcosa che vi possa interessare, per voi o da regalare ad amici appassionati di BD. Conserva ancora una volta il primo posto l’ultima avventura di Asterix, che si conferma campione di vendite. L’album è già disponibile in Italia grazie a Panini Comics in una doppia edizione, standard e deluxe, quest’ultima con ricchi extra.

1) Astérix 37, Astérix et la Transitalique (Astérix e la Corsa d’Italia), René Goscinny, Albert Uderzo, Didier Conrad, Jean-Yves Ferri, edizioni Albert René.

 

2) Dans la combi de Thomas Pesquet, Thomas Pesquet et Marion Montaigne, edizioni Dargaud.

3) Les vieux fourneaux tome 4, La Magicienne, de Patrick Cauuet et Lupano Wilfrid, edizioni Dargaud.

4) Les carnets de Cerise tome 5, Des premières neiges aux Perséides, Joris Chamblain et Aurélie Neyret, edizioni Soleil, collana Métamorphose.

5) Bug, livre1 , Enki Bilal, edizioni Casterman.

6) Le Chat, tome 21, Chacun son chat, Philippe Geluck, edizioni Casterman.

7) 50 nuances de Grecs: encyclopédie des mythes et des mythologies tome 1 , Jul et Charles Pépin, edizioni Dargaud.

8) Undertaker tome 4, L’ombre d’Hippocrate, Ralph Meyer et Xavier Dorison, edizioni Dargaud.

9) Largo Winch, tome 21, L’Étoile du matin , Philippe Francq et Éric Giacometti, edizioni Dupuis.

10) Les vieux fourneaux tome 1, Ceux qui restent, de Patrick Cauuet et Wilfrid Lupano, edizioni Dargaud

Di Undertaker T4 ne parliamo dopo…

04 – A causa di una disputa sui lavori di Albert Uderzo alcune sue opere sono state rimosse da un’asta

La casa d’aste parigina Huberty & Breyne ha dovuto ritirare un lotto di 68 pezzi di opere originali del co-creatore di Asterix, Albert Uderzo, dopo una denuncia da parte dell’artista novantenne.

Una vendita che doveva avvenire il 17 dicembre presentava 68 disegni di un giovane Albert Uderzo da una collezione privata chiamata “Rackham collection”. Uderzo afferma che i pezzi sono stati rubati o presi in prestito nel 2012 ma non sono stati restituiti.

Alcune opere includono disegni che ha fatto quando aveva solo 13 anni e non sono mai stati destinati alla pubblicazione, per non parlare della vendita e dell’esposizione. Uderzo ha anche avvertito che ogni pezzo che non è firmato da lui dovrebbe essere considerato come rubato.

Il proprietario della casa d’aste, Alain Huberty, mentre conduce un’indagine per determinare l’origine delle opere d’arte, afferma di sapere che il venditore è onesto e che qualsiasi dichiarazione di Uderzo secondo cui le opere sono scomparse nel 2012 è falsa. E il proprietario riferisce di averli posseduti per 30 anni e nessuna denuncia alla polizia è stata presentata.

Questo è diventato un argomento di attualità, poiché mentre le stampe originali dei fumetti sono state considerate da sempre valide in Francia, le tavole originali per fumetti non lo erano, fino a tempi relativamente recenti … e ora sono tra i pezzi di carta più preziosi che si possano possedere.

L’asta originale continuerà ora con opere d’arte incontestate di artisti come Herge, Moebius e Will Eisner.

03 – Timothé Le Boucher della scuola di Angouleme ha un album nominato nella selezione del Festival 2018: “Questi giorni che scompaiono …” (Ces Jours qui disparaissent…) (Editizioni Glénat). Tanto dalle sue parole quanto dal suo disegno grafico, questo giovane autore nato nel 1988 è uno dei talenti da tenere d’occhio per il futuro

Glénat pubblica Ces Jours qui disparaissent…, ovvero la storia di un giovane che esercita il suo talento in una straordinaria compagnia di acrobati e che, a giorni alterni, cambia la sua identità con il disappunto delle sue relazioni e la sua famiglia. È lo stesso corpo, ma non è più lo stesso uomo. Quando queste due identità che convivono decidono di fare scelte di vita radicalmente diverse, il primo è artista e cicala, il secondo imprenditore e formica, le cose diventano più complicate, specialmente quando l’uno e l’altro non condividono le stesse amicizie!

foto da Bedetheque.com

In questa trama intrigante, Timothé Le Boucher intreccia una commedia profonda che gioca tanto sugli effetti dei gemelli, quanto sulla messa in discussione dell’identità. Ha imparato dai suoi precedenti album per approfondire la caratterizzazione dei personaggi. Risultato: un’incredibile padronanza delle parole tra gravità e leggerezza, tra seduzione e riflessione. La grafica mostra un raffinato rigore nella composizione e brio nella narrazione. Una rivelazione insomma.

02 – Per gli amanti delle gesta di Yoko Tsuno, ecco il volume 28 delle sue avventure, Il tempio degli immortali

Al castello di Rheinstein, Yoko, Vic e Pol partecipano a una sessione di registrazione del clavicembalo di Ingrid, ma un rumore interrompe la sessione. Yoko esce sulla terrazza e sullo schermo di controllo, un messaggio registrato di Khâny gli chiede di unirsi a lei il prima possibile. Yoko ed Emilia si imbarcano per tornare a Loch Castle, nei resti di un castello medievale. All’interno, una grotta, precedentemente occupata da monaci cistercensi cacciati da Enrico VIII, si apre a loro. Si uniscono a Lâthy che insegna loro che Zarkâ, la “serva di Lucifero”, vuole che Yoko si unisca a lei. Quanto a Khâny, ha grossi problemi: dopo la rottura con Vinéa, è necessario trovare un rifugio più profondo.

Nel bel mezzo della notte, allertati dal mini-drago Balbok, Yoko ed Emilia arrivano sul bordo di una piscina, con accesso diretto alle profondità del lago. Una mano esce dall’acqua, che Emilia si affretta a prendere. Fa uscire un’affascinante ragazza di nome Iseut, presto seguita da suo fratello Nahm, entrambi di lingua gaelica. Yoko ed Emilia decidono di accompagnarli sott’acqua e arrivare in un’altra grotta dominata da un’imponente e maestosa statua della dea Brigida. Goliath, il drago di Zarka, atterra vicino a loro per portarli al tempio degli Immortali! Lì, Yoko affronterà il fratello Marzin, uno dei più formidabili avversari che la nostra abbia mai dovuto combattere.

01 – Un bel regalo potrebbe essere il volume 4 di Undertaker di Ralph Meyer e Xavier Dorison

Jonas Crow è il protagonista di questa serie ambientata nel vecchio West e apparsa anche nella raccolta dedicata al western de La Gazzetta dello Sport (che ha presentato opere del calibro di Blueberry, Comanche, Trent, Buddy Longway e Jerry Spring).

Ecco la sinissi del volume 4: gravemente ferita, Rose acconsentì a seguire L’orco di Sutter Camp, alias Jeronimus Quint. Alle calcagna, il nostro becchino e protagonista Jonas Crow e Lin, determinati a salvare la loro amica e a sistemare una volta per tutte i conti con il mostruoso chirurgo. Ma come fermi un uomo il cui genio del male gli permette di trasformare ogni innocente paziente in un complice mortale contro l’Undertaker?

L’opera è pubblicata da Dargaud ed il volume 4 è disponibile dal 24 novembre di quest’anno. Ovviamente è ancora inedito nel nostro Paese.

Come sempre, gli albi in lingua originale possono essere acquistati su Amazon.

Articoli Correlati

Akira è sicuramente uno dei manga e degli anime più importanti di sempre, e in un’intervista dedicata il noto regista...

02/02/2023 •

11:00

One Piece 1073 è un capitolo molto interessante, e oltre qualche grande sorpresa abbiamo la possibilità di vedere qualche breve...

02/02/2023 •

10:00

One Piece: RED è stato davvero un successo in tutto il mondo, e dopo la conferma di una maratona dedicata all’anime tratto...

02/02/2023 •

09:00