Siete pronti per l’avvento dell’Impero Segreto? Il Marvel Universe non sarà più lo stesso quando Steve Rogers mostrerà il suo vero volto! Non perdete il prologo della saga che sconvolgerà gli albi della Casa delle Idee!

La Marvel ci ha abituati alle saghe che promettono incredibili sconvolgimenti. A volte ha mantenuto le promesse, altre no, ma in linea di massima è sempre riuscita a catturare l’attenzione con story-line complesse e articolate che vedono come protagonisti i vari supereroi della casa editrice. Da questo punto di vista, Secret Empire non fa eccezione ma, almeno a giudicare dalle premesse, la possibilità che stavolta si possano davvero verificare avvenimenti di portata epocale, in effetti, c’è.

La trama ha a che fare con Steve Rogers, il leggendario Capitan America, uno dei personaggi più amati e carismatici della Marvel. Negli ultimi tempi, lo scrittore Nick Spencer si è messo in luce narrando le gesta di Steve e del suo alleato Sam Wilson, l’ex Falcon che adesso indossa pure lui i panni di Cap, e firmando episodi controversi che hanno sconvolto i fan. Secret Empire, tuttavia, sembra essere persino più scioccante delle avventure precedenti.

Nel corso di vari albi, Spencer ha rivelato una verità incredibile: Steve Rogers non è più l’eroe idealista e positivo che conoscevamo. Finge di esserlo e finora è riuscito a ingannare l’intera comunità supereroica. Ciò è dovuto a un Cubo Cosmico con le fattezze di una bambina, Kobik, che, manipolato dal Teschio Rosso, ha modificato il passato. In tale passato, la Sentinella della Libertà è sempre stato un infiltrato dell’Hydra, l’organizzazione eversiva apparsa in un sacco di storie, e ne condivide i perversi ideali. Steve Rogers, in pratica, è un nazista e ha deciso di conquistare gli Stati Uniti.

Per farlo, però, deve eliminare i suoi colleghi supereroi e negli ultimi tempi si è reso responsabile di una serie di intrighi e complotti che ora provocano effetti devastanti in questo n. 0 di Secret Empire, prologo dell’intera vicenda. Nick Spencer, dunque, crea le premesse dell’imminente disastro. Un’invasione dei Chitauri è il pretesto che serve a Steve, ora direttore dello SHIELD al posto di Maria Hill, per togliere di mezzo alcuni dei suoi ex alleati.

L’Hydra, dal canto suo, inizia a sferrare attacchi sul territorio americano e la minaccia dell’Esercito del Male, gruppo composto da numerosi villain della Marvel, ansiosi di distruggere i giustizieri in calzamaglia rei di aver concepito Pleasant Hill, un carcere segreto destinato ai supercriminali, peggiora di gran lunga la situazione. Dietro tutto questo c’è la mente lucida e spietata di Steve Rogers che, in una sequenza particolarmente drammatica, mostra la sua autentica natura a una disperata Sharon Carter.

Rimanendo nell’ambito del prologo, possiamo dire che Spencer ha fatto un buon lavoro, scrivendo testi e dialoghi intensi ed efficaci e delineando una trama che si basa quasi esclusivamente sull’azione. E’ ancora presto per dare un giudizio definitivo e bisognerà leggere la saga nella sua interezza ma, ripeto, le premesse per una storia di portata epocale ci sono.

Per quanto concerne i disegni, Rod Reis illustra con un piacevole stile pittorico una breve introduzione con Steve Rogers, Kraken e l’enigmatico Catalizzatore, alias Nostradamus. Il penciler realizza tavole suggestive, dai toni cupi e dark, perfetti per la drammaticità della vicenda. Il resto è invece disegnato da Daniel Acuna che aveva già illustrato i primi episodi di Captain America: Sam Wilson.

Il suo tratto è contorto e spigoloso ma dinamico ed evoca con efficacia l’allure eroica dei Marvel heroes coinvolti in Secret Empire. Il lay-out è inventivo e mutevole ma Acuna dà il meglio di sé nelle vignette di grandi dimensioni che includono un vasto numero di personaggi, caratterizzate da un’attenzione certosina nei confronti dei dettagli, e risulta più convenzionale nei primi piani. Il risultato complessivo è comunque di buon livello.

In definitiva, questo numero zero va tenuto d’occhio ed è uno degli eventi editoriali più importanti della Marvel contemporanea. Da provare.

telegra_promo_mangaforever_2