Fossil Q Marshal: Recensione

Loading...
La classe e lo spettacolo del nuovo Android Wear, targato Fossil.

Fossil ha un’audace missione per il 2016: quella di lanciare “100 indossabili da otto, dei suoi marchi di moda“, prima della fine dell’anno.

E non importa quanti dei 100 dispositivi promessi si riveleranno utili, ma quello che importa è che bisogna ammirare ciò che la società sta facendo. Dare una grande spinta, non sono per il bene di Fossil, ma per  alzare il livello di tutti gli altri.

dsc-0707-1476928961-LJQ2-column-width-inline

Fossil Q Marshal è uno dei tanti dispositivi ed è il fratello gemello di Q Wander , entrambi con un enorme potenziale. Questi sono smartwatches che vogliono essere scambiati per orologi classici, in effetti il Q Marshal porta certamente l’aspetto di un vero e proprio orologio vecchio stampo.

La domanda è, Q Marshal ha abbastanza stile per giustificare una mancanza di sostanza?e il suo prezzo?.

The Fossil Q’s USP è stato chiaro e semplice fin dall’inizio: design, design, design. Fossil sta iniziando con la creazione dell’orologio per poi in seguito concentrarsi sulla tecnologia dello stesso.

Il nuovo modello è una vera e propria bestia, con un 45 mm di case e 14 millimetri di spessore, lo rende leggermente più piccolo rispetto allo scorso anno del Fondatore Q . Per quelli che hanno un polso molto piccolo forse non la scelta migliore, a meno non siete appassionati di orologi molto grandi, in questo caso è decisamente uno dei migliori.

Lo stile dell’anello del tachimetro intorno alla faccia aumenta quella notevole sensazione di robustezza dell’orologio, come anche la Corona( in realtà un pulsante sotto mentite spoglie)mentre la Wander ha un aspetto più elegante e contro gli urti.

dsc-0759-1476928542-tOqk-full-width-inline

Il Q Marshal è molto pesante. Questo lo rende ancora una volta, un classico orologio da polso e non un vero e proprio smartwatch. Tuttavia, come il Samsung Gear S3 , il rating IP68 significa che è resistente all’acqua, intesa come spruzzi, ma non per una vera e propria nuotata.

Il cinturino di pelle marrone è veramente eccezionale, ma potrete cambiarlo, con qualsiasi cinghia 22 millimetri che vi piace.

Il Q Wander, sorella del Q Marshal è più rivolto verso le donne, ma stranamente ha lo stesso involucro da 45 millimetri.

dsc-0754-1476928618-Ttgz-full-width-inline

Quello che colpisce di meno del Q Marshal è il display. La risoluzione da 1,5 pollici 360 x 360 non è poco, ma alla luce del sole lo schermo sbiadisce notevolmente. Poi la gomma lungo la parte inferiore del display, che fa spazio per i sensori di luce ambientale non dovrebbe trovarsi in quella posizione. La tecnologia dello schermo è buona, ma non tra le migliori, come abbiamo visto in altri smartwatches, come Huawei Watch, Samsung Gear S3, and il Ticwatch 2.

Questo potrebbe sempre un vero colpo per Fossil, ma altri produttori sono riusciti a costruire i sensori  senza compromettere lo spazio sullo schermo, quindi le aspettative sono superiori a quelli che vi erano una volta. In Effetti, si potrebbe utilizzare solo il 10% dello schermo, ma è evidente, che è una grossa pecca che va sicuramente migliorata.

Fossil Q Marshal: Caratteristiche, autonomia e prezzo

Il Q Marshal ha caratteristiche sottili, ma per le persone che vogliono un smartwatch dal look imperativo e non con funzioni esagerate, potrebbe essere una giusta scelta. Questo è dovuto ad Android Wear Show, così la qualità della vostra esperienza con il Marshal, dipenderà tutto da come vi troviate, con il sistema operativo Android Wear,.

Due note positive sono, Zippy montato su di esso e il processore Snapdragon 2100 quad core da 800 MHz, supportato da 512 MB e 4 GB di memoria interna. Non sono ancora chiari se ci siano ritardi dovuto al sistema android wear, come in altri modelli, durante la ricezione delle notifiche.

fossil-wrist-1476928845-6sWX-full-width-inline

La Corona come accennato prima è un vero e proprio pulsante che in base alla pressione vi farà attivare lo schermo e con una pressione maggiore si accederà al menù principale.

Come in altri smartwatch, si possono cambiare le facce dello schermo, anche se alcune mostrano meno informazioni, oscurandosi nella modalità standby, così da ridurre il consumo di batteria e rimanendo il quadrante da orologio classico, quale è.

La grande omissione evidente sul Marshal è un monitor della frequenza cardiaca, qualcosa che siamo abituati a vedere sugli smartwatches di oggi. Ma questo potrebbe dipendere dal fatto che non è nato come orologio per correre o per alcune attività sportive, sia per il suo look che per quel suo eleganze modo di porsi.

dsc-0525-1476928802-26oG-full-width-inline

Android Wear è alla versione 1.5. È possibile interrogare l’assistente vocale con un “ok google” dopo aver risvegliato lo schermo (anche con una  rotazione del polso) oppure possiamo ricevere notifiche dal nostro smartphone che ci verranno notificate con una vibrazione. Potrete quindi leggere le notifiche e in certi casi (non con tutte le app) anche rispondere o interagirci.

È possibile rispondere alle telefonate (semper che il telefono sia nel raggio dell’orologio), ricevere indicazioni stradali (utilizzando il GPS del telefono) e tracciare i propri passi con Google Fit. Altre app possono essere installate tramite il Play Store del proprio telefono. Molti sono i quadranti precaricati da Fossil e molti di questi possono essere personalizzati sotto vari aspetti.

La batteria da 360 mAh garantisce circa un giorno e mezzo di autonomia, rimanendo d’altronde negli standard degli smartwatch odierni.

Q Marshal viene venduto in Italia a 299€, un buon prezzo per un orologio della linea Fossil. Prezzo molto più alto di alcuni modelli Android Wear.

Entra nel nostro canale di Telegram. Clicca qui
Loading...

COMMENTI