Seven Days Monday-Thursday: una tenera storia d’amore [RECENSIONE]

Pubblicato il 2 Ottobre 2016 alle 11:45

Flashbook Edizioni presenta: Seven Days, un delicato viaggio alla scoperta dei sentimenti

“Mettiti con me, Seryo!”

Nella scuola che frequenta Yuzuru Shino da un po’ di tempo circola uno strano pettegolezzo secondo il quale Toji Seryo il ragazzo più popolare del liceo, frequenta ogni settimana una ragazza diversa che lascia puntualmente allo scadere del settimo giorno. Un po’ per curiosità e un po’ per leggerezza, Shino un lunedì propone a Toji di stare con lui durante quella settimana e il giovane, in modo del tutto naturale, accetta.

Sulle prime, Shino crede si sia trattato si un sì giocoso, ma da quel giorno in avanti il comportamento di Seryo nei suoi confronti diventa a tutti gli effetti quello di un fidanzato! I due, infatti, iniziano a tornare a casa insieme, a fare spese, andare al cinema e pranzare insieme. Ma mentre Shino crede che quelle non siano altro che tappe obbligate del manuale del fidanzato settimanale a cui attinge Seryo, quest’ultimo per la prima volta nella sua vita si ritrova coinvolto sentimentalmente nel suo rapporto settimanale. I primi quattro giorni scivolano via come acqua…

Seven Days, nato dalla penna di Venio Tachibana e dai disegni di Rihito Takarai, è una delicata storia di sentimenti focalizzata sulla paura d’amare tipica dell’età adolescenziale. Seryo cela i suoi timori di legarsi a qualcuno e rischiare così di perderlo dietro la maschera del playboy impenitente che indossa il lunedì mattina e toglie la settimana seguente.

Chi non lo conosce lo crede un ragazzo superficiale che gioca con l’amore come se fosse un quiz a tempo. Ed è con questa convinzione che Shino gli si avvicina, curioso di capire come il giovane possa essere così distaccato e freddo nei confronti delle ragazze e dei loro sentimenti. Shino però avrà modo di ricredersi, rimanendo spiazzato più di una volta dalla vera natura che pian piano trapela attraverso i gesti e i pensieri di Seryo.

Raccontata dal punto di vista alternato di entrambi i protagonisti, la storia di Seven Days offre al lettore una panoramica completa del loro reale sentire.

Una settimana può essere brevissima e a un tempo un’eternità: breve per lo scorrere inarrestabile del tempo, eterna per le emozioni indelebili che i suoi giorni imprimono nei cuori delle persone.

L’arte della Takarai è ancora acerba, ma ci regala comunque disegni graziosi e quasi eterei, che ben si sposano con la trama ideata dalla Tachibana dai toni intimisti e delicati.

Sette giorni per sognare, innamorarsi e maturare. Un must per i fan del genere boys’ love.

Articoli Correlati

Dopo The Boys, un’altra serie di matrice fumettistica è arrivata su Prime Video: stiamo parlando di Paper Girls , tratta...

02/08/2022 •

22:00

Ci sono voluti alcuni mesi, ma finalmente Black Clover è tornato! Yuki Tabata ha ripreso la serializzazione del suo manga questa...

02/08/2022 •

21:00

One Piece ha ripreso la sua corsa introducendo due nuovi capitoli. La ciurma di Cappello di Paglia si trova ancora su Wano dopo...

02/08/2022 •

20:30