Portare sul grande schermo un evento di questa portata non era certo un’impresa facile,

anche perché l’universo cinematografico Marvel, per quanto già abbastanza avviato, non ha comunque alle spalle decenni di avventure come quello a fumetti, ma nonostante questo gli sceneggiatori di Captain America: Civil War sono stati abbastanza abili da adattarsi agli elementi che avevano a disposizione, anche a livello di personaggi/eroi utilizzabili, creando una versione alternativa della celebre miniserie comunque convincente.

Troppi personaggi insieme in ogni caso sarebbero mal gestibili, e infatti anche nella miniserie a fumetti molti finivano per essere poco più che comparse… Il numero più contenuto di “contendenti” nel film invece ha permesso di dare un certo rilievo all’interno della storia quasi a tutti, anche se personaggi come Visione o Occhio di Falco sono stati un po’ sacrificati ed altri, come l’attesissimo Spider-Man di Tom Holland, tirati dentro a forza per lanciare le successiva pellicole.

Spider-Man-3-1200x632
Spider-Man in Civil War

Nonostante l’ottimo successo al botteghino, infatti, anche Captain America: Civil War non è una pellicola esente da difetti.

Niente di mastodontico, certo… ma alcuni passaggi nella trama risultano un po’ forzati, soprattutto nel finale, e anche l’inserimento del suddetto Tessiragnatele non si amalgama molto bene con il racconto e il contesto in cui si svolge.

Insomma, non è tutto oro quello che luccica, ma alla Marvel alcune carenze vengono perdonate più facilmente, in quanto può contare su una base di partenza indubbiamente più solida e una maggiore fidelizzazione dello spettatore, che ormai segue già da diversi anni le avventure degli Avengers.

Proprio i fratelli Russo, tra l’altro, avevano diretto una delle pellicole più acclamate, ovvero Captain America: The Winter Soldier, e Civil War di fatto non è altro che il prosieguo di quella storia, allargata però a tutti gli Avengers, ma con Cap e il suo amico Bucky/Soldato d’Inverno sempre al centro del racconto.

Captain-America-Civil-War-Hawkeye-Cap-Scarlet-Witch
Una scena di Captain America: Civil War

Caso diverso per Batman v Superman: Dawn of Justice, film non a caso molto discusso, che ha spaccato in due critica e pubblico ( ma soprattutto i fan ) tra chi ne ha apprezzato le intenzioni e chi invece lo ha stroncato sotto ogni punto di vista…!

Qui non si partiva da una storia a fumetti ben precisa, come in Civil War, ma solo da tanti scontri avvenuti nel corso degli anni tra le due più famose icone Dc, che ormai nei comics sono una coppia ben consolidata anche in serie regolari dove sono co-protagonisti.

L’impresa altrettanto ardua di questa pellicola era quella di creare una situazione che desse origine allo scontro tra i due ( e la successiva alleanza ), ponendo anche le basi per l’universo cinematografico Dc e quindi la formazione della Justice League.

Qui in sostanza si trattava di partire da zero, con alle spalle un solo film, L’Uomo d’Acciaio, che di certo non si era distinto per il grosso riscontro da parte del pubblico…

batman-v-superman-dawn-of-justice_bb788b6f
Batman V Superman

Quasi una scommessa quindi per il regista Zack Snyder, amato da molti ed altrettanto odiato da altri, che di certo ha fatto discutere, soprattutto perché anche in questo caso non mancano passaggi poco chiari a livello di trama e di montaggio, con tagli inevitabili per non sforare le due ore e mezzo che già dura il film, ma che di certo non aiutano la scorrevolezza del racconto.

Potremmo aggiungere anche un Jesse Eisenberg nei panni di Lex Luthor troppo giovane e gigioneggiante, che non rispecchia molto la controparte fumettistica, ma questo non significa che tutto ciò che ha realizzato Snyder sia da buttar via.…

Il regista, insieme a David Goyer e Chris Terrio alla sceneggiatura, ha puntato molto sulla valenza mitologico-religiosa delle due icone Dc, che insieme all’Amazzone di Themyscira ( anch’essa presente nel film con le fattezze della splendida Gal Gadot ) formano la cosiddetta Trinità, e lo scontro tra di loro, per quanto un po’ tirato per i capelli, ha comunque un bell’impatto a livello visivo ed emozionale.

Batman V. Superman: Dawn Of Justice
Batman V. Superman: Dawn Of Justice

Batman che sfida Superman è il perfetto esempio dell’uomo, sfrontato e coraggioso, che vuole affrontare un dio ed ergersi al suo stesso livello. Anche la figura messianica dell’Uomo d’Acciaio o quella perfida e ambiziosa di Lex Luthor hanno tutte più livelli di lettura, che si rifanno appunto alla Bibbia o alla mitologia greca, con riferimenti più o meno espliciti ad esse.

Snyder in pratica ha cercato d’imprimere una sua visione dell’universo Dc, molto più seriosa e monumentale rispetto a quella Marvel, avendo a disposizione personaggi dall’impostazione sicuramente più classica ed iconica, che quindi si prestano meglio ad una rilettura di questo tipo.

Consideriamo poi l’introduzione di uno dei Batman più convincenti mai apparsi sul grande schermo, grazie al granitico ( e tanto discusso ) Ben Affleck, che probabilmente è stata la vera rivelazione del film insieme a Wonder Woman, per cui non si può certo bollare questa pellicola come “spazzatura” o un disastro totale, ma piuttosto un cinecomic che ha una sua valenza e merita di essere guardato…

batman-v-superman-trinity
Wonder Woman

In sostanza, sia Batman v Superman: Dawn of Justice che Captain America: Civil War sono due tasselli fondamentali della cinematografica a tema supereroistico, che ci regalano alcune tra le più belle battaglie tra supereroi mai viste sul grande schermo.

Lasciamo da parte quindi le inutili faide integraliste tra Marvel e Dc e cerchiamo di goderceli senza preconcetti, esattamente per quello che sono: due grandi blockbuster, epici e spettacolari, con qualche carenza a livello di sceneggiatura ( da entrambe le parti ! ), ma comunque una vera gioia per gli occhi, che ogni appassionato dovrebbe provare…

telegra_promo_mangaforever_2

2 Commenti

  1. Bah…nn sono d’accordo con l’articolo e la valutazione dei due film…
    Premetto che la macellazione del film di Snyder che si è vista in giro è stata (in parte) eccessiva, e che nn ci si trovi di fronte al peggior cinecomics di sempre come si dice…ma BvS è cmq un brutto film e la delusione è stata cocente.
    Ed il tutto è stato ulteriormente amplificato dall’uscita ravvicinata di Civil war che pur nn esente da difetti o problemi e trattando gli stessi argomenti ed avendo molti punti in comune risulta cmq più riuscito da qualsivoglia punto di vista lo si voglia osservare: coeso e compatto dove BvS risulta confuso ed affrettato, con cuore ed anima dove l’altro risulta indifferente, freddo e troppo costruito a tavolino. Inoltre anche chi dice che uno è per bambini e l’altro per maturi toppa alla grande (almeno in questo caso) perché se è vero che in civil war nn manchino le battutine e momenti leggeri, il tono è altrettanto duro e cattivo che nel film di Snyder e nn è un po di violenza in più o girare tutto di notte e con la pioggia o fare tutti personaggi sofferenti e seriosi che ti rende più profondo e adulto e nello scontro finale mentre BvS centra la potenza e la spettacolarità dello scontro cade piatto e senza mordente rispetto al film marvel in cui dopo anni in cui hai visto e ti sei affezionato ai personaggi, ben caratterizzati e spiegati e rispettosi della loro controparte fumettistica (nn come Superman batmanizzato e nolaniato a forza per convenienza e per farlo più dark), nn vuoi che tony e Steve combattono ed ogni pugno o frase pesa e conta, e vorresti solo che la finissero e parlassero… ma sono eroi si, ma umani e come tutti sbagliano e cadono, imperfetti. Ed il film fa un buon lavoro a dare a tutti (persino al cattivo Zemo) delle motivazioni e le proprie ragioni ed torti lasciandoti alla fine con un finale aperto che ha cambiato tutto e che nn sai come e se tutto tornerà mai come prima.
    Cmq poi ad ognuno il suo ma questa è per quel che vale la mia valutazione…

    • Mi pare che non siamo così in disaccordo, in realtà… A differenza tua, io penso solo che BvS non sia un film così brutto o mal riuscito, ma per il resto ho apprezzato anch’io Civil War, solo che anche lì ho trovato alcuni passaggi ( come il combattimento finale tra Tony e Cap ) un po’ forzati e non ho gradito molto l’inserimento di Spidey, che mi è sembrato inutile e fuori luogo. Tutto qui.
      Però, in sostanza, ho apprezzato entrambi i film, pur con i loro difetti….

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui