Recensione Scalped vol. 5 – Solo e sballato – Planeta DeAgostini

Pubblicato il 19 Aprile 2010 alle 11:18

Autori Jason Aaron (testi), R.M.Guéra, Davide Furnò, Francesco Francavilla (disegni)
Casa Editrice Planeta De Agostini
Provenienza USA
Prezzo € 14,95
A cura di Sergio L. Duma



Continua con successo la serie Scalped, noir ambientato nella riserva indiana di Prarie Rose, opera dello sceneggiatore rivelazione Jason Aaron, coadiuvato dai disegni di R.M. Guéra. E bisogna dire che, man mano che la narrazione procede, il fumetto diventa sempre più avvincente e la tensione si accentua. Imperniato sulle avventure di Dashiell ‘Dash’ Bad Horse che, dopo un’assenza di diversi anni, torna alla sua riserva come agente dell’FBI in incognito per sventare i piani criminosi di Capo Red Crow, il serial è un geniale mix di thriller e denuncia sociale che ha già lasciato il segno nel comicdom americano.

Oltre ai dialoghi secchi e nervosi, di impostazione hard-boiled e non esenti da curiosi tocchi tarantiniani, Scalped si segnala anche per la particolare scansione della trama, che a volte procede lentamente, con flashback e flashforward, e altre volte accelera all’improvviso, rendendo la lettura del fumetto decisamente imprevedibile. Per giunta, le vicissitudini del ricco cast di personaggi sono sovente intrecciate con logica e coerenza e ciò fa di Jason Aaron un abilissimo costruttore di storie parallele.

Il volume in questione, che raccoglie i nn. 25-29 del mensile originale, analizza le conseguenze della morte di Gina Bad Horse, madre di Dash, sulla psiche del tormentato protagonista. Ma, nello stesso tempo, il tp costituisce un nuovo punto di partenza: succede, infatti, che un criminale di mezza tacca, capitato per caso nel casinò gestito da Capo Red Crow, riconosca Dash, per motivi legati al suo passato, e lo ricatti, minacciando di rivelare la sua natura di agente FBI allo spietato capo della riserva. Che cosa sarà costretto a fare Dash per metterlo a tacere? E, soprattutto, riuscirà a cavarsela?

Inoltre, in questi episodi Aaron risolve alcuni misteri che da tempo tormentavano i fans di Scalped. Innanzitutto, il lettore scoprirà l’identità di colui che ha ammazzato Gina; verrà a conoscenza di ulteriori dettagli riguardanti le colpe di Capo Red Crow, della stessa Gina e dello strano, visionario mistico Catcher che finora era apparso nella serie senza ricoprire un ruolo preciso; ma che, inaspettatamente, con un colpo di scena magistrale, dimostra di essere molto più importante di quanto non si potesse ipotizzare in principio.

Ma ci sono anche episodi relativi a Diesel, lo psicopatico che pretende di essere indiano, collegato anche lui all’FBI, e a Nitz, il superiore di Dash, che ha ottimi motivi per odiare Capo Red Crow. I testi di Aaron, come al solito, sono validi e lo sceneggiatore dimostra la sua bravura sia nei monologhi interiori sia nei dialoghi. Il disegnatore R. M. Guéra, con il suo tratto sporco e graffiante,  è ovviamente perfetto per il serial.

Però stavolta devo segnalare anche Davide Furnò (che aveva già illustrato alcuni episodi dei volumi precedenti). Finora non era stato di mio gradimento ma bisogna ammettere che è migliorato molto e in ‘Solo e sballato’ fa un sorprendente balzo di qualità. Lo stesso si può dire di Francesco Francavilla, che trovo particolarmente appropriato, specialmente nelle sequenze più ‘riflessive’.

Violenza, sparatorie, malcapitati che perdono lo scalpo, droga, gioco d’azzardo, ballerine di lap dance che fanno una brutta fine, indiane tossicomani e sballate, agenti senza scrupoli… sono gli elementi di questo volume di Scalped che risulterà una conferma per gli estimatori del serial di Jason Aaron e una lieta sorpresa per coloro che ancora non lo conoscessero.


VOTO 8

Articoli Correlati

Chainsaw Man non ha avuto importanti annunci nel corso del Jump Festa 2023, ma allo stesso tempo abbiamo avuto modo di leggere un...

20/12/2022 •

17:00

I manga sono ormai un fenomeno mediatico molto interessante e diffuso in tutto il mondo e sempre più pubblico si pone e si...

20/12/2022 •

15:00

One Piece insieme a Naruto sta sicuramente monopolizzando il Jump Festa 2023 e nonostante Dragon Ball e Jujutsu Kaisen hanno...

20/12/2022 •

14:00