Cosa succede se si verificano eventi imprevedibili che sfidano ogni logica scientifica? Semplice! Si chiama la FBP, la squadra governativa specializzata in minacce legate alla fisica protagonista di una nuova serie Vertigo fimata da Simon Oliver e Robbi Rodriguez!

fbp_1

Arriva una nuova serie Vertigo caratterizzata da atmosfere narrative stravaganti influenzate dalla fantascienza alla X-Files e alla fiction di genere crime di moda negli ultimi anni. L’autore è Simon Oliver che ha delineato una vicenda complessa e inclassificabile imperniata su una squadra di agenti federali, la FBP, sigla che sta per Federal Bureau of Physics. Di cosa si tratta? Di una task force specializzata in casi che sfidano le leggi della fisica. Se il mondo è infatti governato da tali leggi può capitare che a volte si verifichino anomalie potenzialmente dannose.

Se, per esempio, di punto in bianco una scolaresca iniziasse a levitare, chi si potrebbe chiamare per risolvere la situazione? Gli agenti dell’FBP, appunto. Tra essi spicca Adam. È di origine palestinese e naturalmente competente in ambito scientifico. Nel corso della sua vita si è concentrato sullo studio della fisica non tanto per passione ma perché ispirato dal padre che, sin dal principio della saga, pare coinvolto in un mistero che si prevede di non facile risoluzione.

Tra gli altri componenti del team spiccano poi Cicero, il capo che non vede di buon occhio Adam per tutta una serie di ragioni; Jay, forse il suo migliore amico nell’FBP che però ha molti segreti da nascondere; e Rosa, una splendida ispanica con parecchi problemi emotivi. Costoro sono quindi alle prese con dei buchi che in maniera inspiegabile appaiono nella nostra dimensione creando realtà parallele, alla stregua di veri e propri wormholes. E va da sé che i pericoli abbondano. Ma come mai si stanno verificando questi inquietanti fenomeni?

Le risposte presumibilmente non arriveranno subito e gli enigmi sono l’elemento dominante di FBP. In questo tp che include i primi sette episodi del comic-book Simon Oliver introduce l’ambientazione e i personaggi delineando una story-line interessante ma un po’ ostica e cervellotica. Un thriller imperniato sulle teorie quantistiche è un’idea senz’altro intrigante ma, almeno per il momento, non riesco a capire se valga o no la pena seguirlo. Manca d’immediatezza e si fa fatica a farsi coinvolgere dalla lettura, sebbene i testi siano ben curati, con dialoghi ben impostati. Forse un pizzico di ironia migliorerebbe la situazione. In ogni caso, darò una possibilità anche al secondo volume allo scopo di formarmi un’idea più articolata e per ora mi limito ad affermare che FBP ha potenzialità.

Il penciler è Robbi Rodriguez che ha un tratto aggressivo, contorto e non concede nulla alle leziosità. Non è esente da influssi indie e nel complesso svolge un buon lavoro, spesso costruendo la tavola in maniera creativa e realizzando pagine non prive di impatto. La caratterizzazione dei personaggi è valida e l’artista ottiene i risultati migliori con Adam e con la fascinosa Rosa. Se avete voglia di provare quindi un fumetto che si regge su premesse piuttosto originali, varrebbe la pena prendere in considerazione il volume iniziale, senza però aspettarsi un capolavoro.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui