Finora Tom Taylor ha avuto a che fare con tanti personaggi della letteratura ma non ha ancora interagito con quelli delle favole! E se si trattassero dei protagonisti dell’acclamata serie Vertigo di Bill Willingham? Non perdete questo intrigante incontro tra The Unwritten e Fables!

THE_UNWRITTEN_9

The Unwritten è una delle serie Vertigo più originali e intriganti degli ultimi anni. Si tratta di una piacevole saga fantasy imperniata su Tom Taylor, figlio di un romanziere che ha ottenuto fortuna con i libri incentrati sul giovane mago Tommy. Nel crearlo l’autore si era ispirato al figlio ma dopo la sua misteriosa scomparsa molti avevano iniziato a considerarlo alla stregua del protagonista. Ciò aveva sconvolto la vita di Tom e a complicarla si era messa la Cabala, enigmatica organizzazione che da secoli manipola gli scrittori per ragioni finora parzialmente spiegate.

Mike Carey, sceneggiatore di The Unwritten, ha avuto quindi l’idea originale di ideare un mystery ispirato alla letteratura e con il pretesto di una vicenda dai toni fantastici ha analizzato con profondità i concetti dell’immaginazione e della creatività. Inoltre, il celebre sceneggiatore di Lucifer ha usato un vasto pantheon di personaggi e fatto interagire Tom con svariate creazioni letterarie. E in una serie del genere, che fa della fiction l’elemento fondamentale, non potevano mancare i protagonisti delle classiche fiabe. E qui Carey ha avuto un’ulteriore idea: delineare un incontro tra Tom e il cast di Fables, acclamato comic-book targato Vertigo firmato da Bill Willingham.

Non si tratta di un vero e proprio crossover poiché questo tp include una story-line che si dipana esclusivamente su The Unwritten e nella fattispecie nei nn. 50-54. La sequenza, però, oltre ad essere cruciale per gli sviluppi futuri, ha una grande importanza anche per il serial di Luca Wolf e compagni. E non a caso i testi sono scritti sia da Carey che da Willingham. Nei tp precedenti lo sceneggiatore britannico aveva introdotto il Leviatano, un essere che contiene tutte le storie. Il perfido Pullmann, leader della Cabala, l’aveva ferito e ciò rischia di compromettere tutti i mondi immaginari.

Tom cerca quindi di trovare una soluzione ma alcuni individui lo attirano nella loro dimensione dopo averlo evocato con una magia. Costoro sono Frau Totenkinder e gli altri occupanti del tredicesimo piano che i fan di Fables conoscono bene. Tom perciò finisce, suo malgrado, in un universo per lui incomprensibile e i motivi saranno spiegati nel corso della vicenda. Il contesto in cui si trova è comunque poco rassicurante. Le Fiabe, infatti, sono di nuovo fuggiasche, dal momento che il loro territorio è stato conquistato dal terribile Signore Oscuro che in passato aveva dato parecchio filo da torcere agli abitanti di Favolandia. Ora è tornato e per giunta ha plagiato Biancaneve e i suoi figli.

Carey e Willingham si divertono con le rispettive creazioni e delineano un fantasy godibile e divertente, ricco di sorprese e di colpi di scena e popolato da tantissimi personaggi. Forse questo team-up tra Tom e le Fiabe non costituisce un evento epocale ma nel complesso funziona ed è realizzato con professionismo. Alle matite si alternano i penciler regolari di The Unwritten e di Fables, vale a dire Peter Gross e Mark Buckingham. Il risultato generale è discontinuo, considerando la diversità dei rispettivi stili (Gross è meno efficace di Buckingham); per giunta, nell’arco di uno stesso episodio si alternano spesso diversi inchiostratori come Steve Leialoha, Inaki Miranda, Russ Braun e Dean Ormston che rendono l’opera troppo eterogenea dal punto di vista grafico. Tuttavia, i lettori abituali di The Unwritten e di Fables non rimarranno delusi. Da provare.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui