Jenus – Apocalypse Rome di Don Alemanno: Recensione Mondadori Comics

Pubblicato il 28 Giugno 2014 alle 10:30

Torna la satira di Jenus, il fumetto nato nel web realizzato da Don Alemanno! Stavolta il Messia dovrà vedersela con una minaccia realmente intimidente: i parlamentari di Montecitorio in preda a possessione demoniaca!

Jenus – Apocalypse Rome

COP-Jenus-Apocalypse-1

Autore: Don Alemanno (testi e disegni)
Casa Editrice: Mondadori Comics
Genere: Satirico
Provenienza: Italia
Prezzo: € 6.00, pp. 96, b/n
Data di pubblicazione: giugno 2014

Di Jenus si è parlato molto, spesso a sproposito, sia in senso positivo che negativo, ma di certo non si può dire che si tratti di un fumetto che lascia indifferenti. Nato sul web, l’opera satirica di Don Alemanno si è guadagnata uno zoccolo duro di appassionati e in seguito è stata pubblicata in cartaceo da Magic Press. Ora Mondadori Comics propone una nuova avventura del Messia affetto da amnesia affiancato dall’Agnello di Dio Agnius. Ma stavolta la satira di Alemanno cambia. Se infatti nei capitoli precedenti l’autore aveva attaccato non tanto la religione cattolica quanto l’uso distorto della fede da parte del Vaticano, ora si concentra su un altro ambiente, quello della politica.

E lo fa utilizzando in senso ironico un tipico concetto di tante storie fantascientifiche: quello delle realtà parallele. Per una serie di motivi che verranno spiegati nella storia, esiste una dimensione denominata Tergiverso. Qui Dio ha esiliato tutti i malvagi e gli uomini chiamano tale mondo Inferno. Ma ora l’Inferno rischia di assorbire la nostra dimensione, con conseguenze preoccupanti. E già si vedono le prime avvisaglie: molti parlamentari, infatti, iniziano a comportarsi in maniera aggressiva. Le autorità celesti del Paradiso non hanno dubbi: i demoni si stanno impadronendo di loro e bisogna fermarli. E il compito naturalmente spetta a Jenus.

Ma Jenus è sempre affetto da amnesia e le cose non saranno facili. Tuttavia, risulteranno divertenti come non mai. Lo ripeto: in questo caso Alemanno abbandona la satira religiosa e si concentra su quella politica. Nella sua visione, il mondo attuale, quello in cui siamo costretti a vivere ogni giorno, è il vero Inferno. Un Inferno popolato da politici infidi che se ne fregano dell’interesse collettivo; da uomini che nemmeno prendono in considerazione la democrazia; e, con il pretesto di un’avventura dai toni grotteschi e assurdi, Alemanno denuncia appunto lo sfacelo di un paese governato da politici non eletti; di un’Italia che ha ormai perduto la propria sovranità, vittima dei potentati economici extra-nazionali; di una società in cui i dirigenti di Equitalia fanno più paura dei diavoli.

Alemanno inoltre attacca l’ipocrisia di una finta sinistra che ormai non si distingue più dalla destra e nello specifico del PD. Il ritratto che fa di Renzi è al vetriolo. Si ride ma è una risata amara e tra le righe si percepiscono riflessioni arrabbiate sulla situazione desolante che è sotto gli occhi di tutti. Alemanno non rinuncia comunque a divertire e inserisce versioni caricaturali di Lilli Gruber, della Santanché, di Margherita Hack e certe sequenze sono esilaranti (a cominciare da quella dell’intervista a un esponente del PD sulla grazia che Napolitano dovrebbe concedere a Berlusconi) grazie a dialoghi spassosi e battute fulminanti.

Dal punto di vista dei disegni, anche in quest’occasione Alemanno opta per un tratto stilizzato ed essenziale che in fondo è il suo marchio di fabbrica. Le suggestioni sono cartoonesche ma non mancano echi manga e il risultato è valido. C’è dinamismo, in particolare nelle tavole più movimentate, e il lay-out di Alemanno risulta inventivo. Di conseguenza, Jenus si conferma un’opera interessante che potrà risultare gradita agli estimatori della satira. Da tenere d’occhio.

Voto: 7

Articoli Correlati

Yu-Gi-Oh Complete Edition 1 mette in atto tutto quello che l’autore aveva in serbo per la serie, come ad esempio la sua...

01/08/2022 •

17:00

I manga gialli fanno parte di un genere interessante da scoprire. Come sappiamo il manga è una forma di intrattenimento...

01/08/2022 •

15:00

Con l’ingresso della CGI molti appassionati di anime, manga e animazione in generale sono rimasti abbastanza delusi, visto...

01/08/2022 •

13:45