Carnage U.S.A. – Recensione Panini Comics

Pubblicato il 3 Settembre 2013 alle 12:00

Dopo il successo di Carnage: Faida di Famiglia, torna il simbionte alieno più terrificante dell’universo Marvel, con una nuova miniserie in cinque parti, scritta da Zeb Wells e illustrata da Clayton Crain. Provate a vedere come Cletus Kasady riuscirà a soggiogare un’intera cittadina del Colorado ! Ospiti speciali: Spider-Man, Venom e i Vendicatori !!!

100m_I_CarnageUSA_cvr.inddCarnage U.S.A.

Autori: Zeb Wells, Clayton Crain

Casa editrice: Panini Comics

Provenienza: Stati Uniti

Genere: Supereroistico, 17×26, B., 112 pp., col.

Prezzo: 12,00 euro

Anno di pubblicazione in Italia: 2012

aggiungi al carrello


Dopo un periodo di oblio, nel quale sembrava che nessuno volesse più sentir parlare di simbionti alieni dai denti aguzzi, considerati da alcuni semplicemente un “fenomeno anni Novanta”, adesso questi esseri mostruosi si stanno godendo una seconda giovinezza, grazie a numerosi revival e rilanci, a dimostrazione che i lettori hanno ancora voglia di seguire le loro gesta.

La nuova incarnazione di Venom come agente segreto, dietro cui si cela il volto di Flash Thompson, sta ottenendo un buon riscontro e lo stesso possiamo dire per la sua controparte decisamente più malvagia, vale a dire il serial killer psicopatico Carnage ! Dopo la fine ingloriosa che gli aveva riservato lo scrittore Brian M. Bendis per mano del potentissimo Sentry, probabilmente non molti avrebbero scommesso sul ritorno di Cletus Kasady, addirittura su una miniserie interamente dedicata a lui. Nel dicembre 2010 invece esce Carnage: Faida di Famiglia, un grande rientro in scena del personaggio, abilmente confezionato da Zeb Wells e Clayton Crain, che reintrodusse anche vecchie conoscenze come il mostruoso Doppelganger di Spider-Man e nuovi simbionti alieni, come l’enigmatica Scorn.

Visto il successo di questa miniserie, ne viene preparato subito un seguito che uscirà l’anno successivo, ad opera dello stesso team di autori, intitolato Carnage USA. Stavolta il C-Man, ormai tornato in piena forma, tenterà di colonizzare ( nel vero senso della parola ) una tranquilla cittadina del Colorado chiamata Doverton, schiavizzando i suoi abitanti tramite il simbionte, aumentato di massa dopo aver divorato un intero macello di bestiame. Il suo scopo è ovviamente quello di espandere sempre di più il suo potere e la sua influenza, per dare vita ad un vero e proprio “Stato simbiotico” !

Com’era facile aspettarsi, non passerà molto tempo prima che Spider-Man e alcuni suoi colleghi Vendicatori intervengano, con l’aiuto di Ben Grimm dei Fantastici Quattro ( qui simpaticamente preso in giro per la monotonia dei suoi argomenti  ). La situazione, però, si complicherà più del previsto e ci sarà bisogno anche di tutti i simbionti “buoni” ancora in circolazione: trattasi dell’agente Venom, Scorn e della Squadra Mercury, un manipolo di soldati super-addestrati e potenziati dai simbionti che un tempo componevano l’essere chiamato Hybrid, altro personaggio storico della serie anni Novanta di Venom.

Carnage USA ricalca sostanzialmente i toni e l’impostazione della miniserie precedente, senza però aggiungere molto a quanto già visto. Anche stavolta la trama scorre rapidamente e si lascia leggere tutta d’un fiato, grazie a un ritmo narrativo piuttosto sostenuto, sin dalle prime pagine.  I personaggi coinvolti sono numerosi, ma sfruttati in maniera superficiale e spesso inutile: vedi ad esempio i Vendicatori, che si lasciano quasi subito sottomettere dal simbionte, con fin troppa facilità, o la squadra Mercury, che contribuisce ben poco alle dinamiche del gruppo e i suoi componenti non vengono minimamente approfonditi.

Lo scontro tra simbionti è sicuramente più interessante, in particolare con l’agente Venom, che di fatto qui ha il suo primo faccia a faccia sia con Carnage che con Spider-Man, visto che aveva sempre operato nell’ombra. Anche Scorn, il simbionte che riesce a fondersi con qualsiasi apparecchiatura tecnologica e a trasformarla, meriterebbe un maggiore approfondimento, ma in questo caso la sua presenza è meramente funzionale alla trama e nulla più…. Lo stesso Cletus Kasady, infine, conferma la sua indole diabolica e sadica, ma la necessità di rendere la storia accessibile a tutti riduce quasi a zero il livello di sangue e violenza, motivo per cui le sue intenzioni non sono mai sufficientemente supportate dalle azioni e non incidono quanto dovrebbero.

E’ piuttosto evidente che Wells abbia voluto battere il ferro finché era caldo e riproporre sostanzialmente la stessa minestra della precedente miniserie, però con meno verve e ispirazione, spingendo unicamente sull’azione frenetica e poco sullo humour e l’introspezione. Sarebbe stato preferibile qualche personaggio in meno, però più curato e approfondito, o magari un cambio di rotta con trovate più originali e inconsuete, che esaltassero anche il lato più “noir” del killer simbiotico.

 carnageusa2011002_int

Anche la parte grafica, purtroppo, conferma il trend complessivo di questa miniserie. Benché lo stile pittorico/digitale di Clayton Crain rimanga apprezzabile, in Carnage USA si mantiene sempre sui livelli standard dell’artista, senza particolari exploit, ad eccezione di qualche splash page qua e là, più o meno riuscita, ma nel complesso il suo lavoro non colpisce particolarmente e non è certo tra i più ispirati della sua carriera. Neanche Crain, in sostanza, riesce a conferire quel valore aggiunto che potrebbe risollevare un po’ le sorti di questo secondo capitolo della saga del C-Man.

Carnage USA si è rivelato dunque un sequel piuttosto scialbo e inutile, come se ne vedono tanti anche al cinema, forti del successo dei primi capitoli. Ecco perché questo volume si può ritenere del tutto evitabile, a meno che non siate fan sfegatati del malefico simbionte cremisi.


Voto: 5/6

Carnage usa i Carnage usa f Carnage usa in

Articoli Correlati

Berserk è considerato una delle serie più popolari e soprattutto amate dai fan, appassionati di storie oscure e sanguinose....

13/08/2022 •

14:00

Dragon Ball è uno dei manga più popolari di sempre e uno dei più amati da quasi 40 anni da quando ha fatto il suo debutto....

13/08/2022 •

12:00

One Piece sta preparando il pubblico per la vera prima parte della saga finale del manga, intanto che la storia sta impostando la...

13/08/2022 •

10:00