Ancora una volta Comma 22 ci propone una storia Made in France, seguendo le vicende di due giovani sognatori che troveranno la loro strada unendosi a un circo, il tutto incorniciato dai magnifici colori di Cyril “Portugal” Pedrosa.

medium_ringcircus_sitoRing Circus

Autori: David Chauvel (testi), Cyril Pedrosa (disegni).

Casa Editrice: Comma 22

Provenienza: Francia

Genere: Road story

Prezzo: 19 Euro, 19×24 col.

Data di pubblicazione: Maggio 2013

aggiungi al carrello


Nell’immaginario comune il circo è sinonimo di libertà. Acrobati, giocolieri, domatori di bestie feroci, mestieri affascinanti e poetici, che hanno ispirato più volte storie toccanti e romantiche, specialmente in Francia, dove il circo sembra non perdere il suo lustro e il suo splendore, nonostante le nuove forme di intrattenimento.

Sulle pagine di questo Ring Circus, facciamo subito la conoscenza di Jerold, giovane commesso annoiato dalla vita e dal suo lavoro e  del suo amico Anthonin, studente di medicina, che preferisce far baldoria, piuttosto che chinare la testa sui libri. Durante la parata del Ring Circus appena giunto in città, Jerold riesce a fermare un cammello scappato al controllo di Germain, custode degli animali, che lo ricompensa con due biglietti per lo spettacolo della sera. Durante lo spettacolo Jerold si innamora perdutamente di Blanche, la cavallerizza, e decide di unirsi al circo portandosi dietro il povero Anthonin, promosso a veterinario del Ring Circus. La carovana di artisti naviga in acque nere e l’unico modo per salvarlo è un lungo viaggio fino alla Ruskovia, dove lo zar in persona ha richiesto i servizi del circo. Inizia così un viaggio lungo e rischioso, che fa da sfondo a tutti gli eventi che si susseguono all’interno della carovana. Jerold cerca in tutti i modi di conquistare la bella Blanche, molto più vecchia di lui e con un passato triste che non gli da tregua, e Anthonin affronta goffamente il suo nuovo ruolo, ritrovandosi a curare scimmie ubriache e far partorire zebre.

ring circus 1

Questa strana road story procede lenta come la carovana dei nostri protagonisti, che con il passare dei mesi incontrano sempre più difficoltà e imprevisti fino a giungere nella fredda Ruskovia in pieno inverno, dove però troveranno qualcosa di ancora più inaspettato. I due giovani protagonisti crescono durante la storia come nei migliori romanzi di formazione e imparano ad amare quella vita da nomade, dura ma piena di soddisfazioni. Solo alcuni personaggi secondari vengono sviluppati, come Blanche e suo fratello Lunoire, una figura spettrale che ha convinto il direttore del Ring Circus ad intraprendere questo viaggio e che non manca di immischiarsi nella burrascosa storia d’amore della sorella e Jerold.

Il reparto grafico, affidato a Cyril Portugal Pedrosa, è una gioia per gli occhi. I suoi colori descrivono perfettamente il giorno e la notte, l’estate e l’inverno, comunicandoci la difficoltà del viaggio che i nostri sono costretti ad affrontare, senza però dimenticare intermezzi esilaranti, spesso muti, utilizzando una plasticità nei personaggi che si rifà alla comicità clown. I testi di David Chauvel non sono da meno, funzionali alla storia, ma mai troppo ispirati, solo qualche volta leggendo il diario di Anthonin si intravede l’indole poetica di uno dei più grandi sceneggiatori del fumetto francese.

ring circus 2

Per concludere questo Ring Circus si fa amare dal primo momento. Il tema del viaggio la fa da padrona e, come poche opere sanno fare, il lettore si sente di viaggiare con i protagonisti, a bordo di quelle carrozze/roulotte variopinte e piene di cianfrusaglie tintinnanti. Un volume da avere se volete sentirvi nomadi per un po’.


Voto 8

ring circus f ring circus i ring circus in

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui