DAREDEVIL, la Saga del Pugno Rosso – Recensione

Chip Zdarsky e Marco Checchetto concludono il loro lungo viaggio sulla testata del Diavolo Rosso, mostrandoci la battaglia definitiva tra l’eroe cieco e la Mano, con conseguenze devastanti !!!

Pubblicato il 12 Dicembre 2023 alle 07:00

Autori: Chip Zdarsky (testi), Marco Checchetto, Rafael De la Torre (disegni)

Formato: 17X26, S., colori

Prezzo: 3,00 euro cad.

Genere: Supereroi

Provenienza: USA

Casa editrice: Panini Comics

Data di pubblicazione: ott. 2022 – nov. 2023

Marco -Spider-Ci- Novelli
Marco -Spider-Ci- Novelli
2023-12-12T07:00:54+01:00
Marco -Spider-Ci- Novelli

Autori: Chip Zdarsky (testi), Marco Checchetto, Rafael De la Torre (disegni) Formato: 17X26, S., colori Prezzo: 3,00 euro cad. Genere: Supereroi Provenienza: USA Casa editrice: Panini Comics Data di pubblicazione: ott. 2022 – nov. 2023

La lunga corsa dello scrittore Chip Zdarsky sulla testata del Diavolo Rosso giunge al termine, dopo ben quattro anni di gestione ininterrotta, che hanno visto anche l’evento Devil’s Reign intersecarsi tra la prima e la seconda serie, sempre all’interno del grande progetto che l’autore aveva in mente per il personaggio.

Il povero avvocato cieco Matt Murdock sicuramente ne ha passate tante da quando Zdarsky ha iniziato a scrivere le sue storie: dopo uno scioccante inizio che lo vedeva responsabile di un involontario omicidio, durante una rapina finita male, abbiamo assistito ad un lento e doloroso cammino di rinascita e riabilitazione, supportato soprattutto dalla sua amata Elektra, che di fatto è diventata la sua motivatrice principale, oltre che addestratrice.

Nonostante l’amore e la forza di volontà ritrovati, Matt decide comunque di espiare le sue colpe, consegnandosi alle autorità per l’accidentale omicidio del malvivente, con la conseguente detenzione in carcere.

Cover di Daredevil 1 di Chip Zdarsky e Marco Checchetto

Wilson Fisk, però, ex Kingpin del crimine e attuale sindaco di New York, non si accontenta di questo e vuole mettere al bando qualsiasi vigilante mascherato, accecato dalla rabbia di non ricordare più la vera identità del suo acerrimo rivale Daredevil ( i figli dell’Uomo Porpora, infatti, avevano fatto dimenticare a tutti la sua doppia identità, grazie ai loro poteri mentali ).

I devastanti eventi di Devil’s Reign porteranno alla caduta di Wilson Fisk e all’inizio della seconda fase del percorso di Zdarsky sulla testata, che per l’occasione ripartirà nuovamente da uno, anche se proseguirà solo per altri quattordici numeri.

Inizia così la Saga del Pugno Rosso, ovvero la battaglia definitiva tra Daredevil, Elektra e la Mano, la setta di ninja assassini introdotta nella seminale gestione di Frank Miller, ormai più di quarant’anni fa, e che non ha mai smesso di dare filo da torcere al nostro Diavolo Rosso e alla sua amata.

Cover di Daredevil 2/Daredevil 650 di Marco Checchetto

Dopo aver sostanzialmente rivisitato e rielaborato tutti i classici topoi narrativi del personaggio, da Miller in poi, mantenendo quindi anche quella tipica impronta urbana, dark e realistica che da sempre lo caratterizza, Zdarsky decide di virare verso atmosfere decisamente più fantasy ed esoteriche, caricando molto l’aspetto mistico e sovrannaturale.

Per assestare il colpo definitivo alla Mano, infatti, il supereroe cieco lascerà la sua Hell’s Kitchen per volare su un’isola poco nota del Pacifico, dove costruirà la sua nuova base operativa, aiutato da un esercito composto persino da ex detenuti del carcere di massima sicurezza Myrmidon, da lui stesso liberati per unirsi alla causa.

Seguendo le indicazioni e le profezie di un libro sacro, Matt ed Elektra diventeranno il Re e la Regina del Pugno, ovvero l’unica forza in grado di contrastare definitivamente la Mano, che, ricordiamolo, al momento era guidata nientemeno che da Frank Castle, alias Punisher, come raccontato nella bellissima maxiserie di Jason Aaron a lui dedicata.

Daredevil 7, tra le uscite Marvel Panini del 4 maggio 2023

L’atteso scontro tra i due, però, alla fine si rivela molto meno intenso e convincente del previsto, probabilmente perché entrambi i personaggi sono fuori dal loro contesto e Zdarsky in particolare sembra essere più sbrigativo rispetto al passato e meno a fuoco, forse già con la testa al suo prossimo incarico alla Distinta Concorrenza.

Senza entrare troppo nel dettaglio sulle scelte narrative, onde evitare possibili spoiler, appare comunque chiaro che portare lo scontro su un livello ultraterreno, calcando fin troppo la mano sull’aspetto religioso e la fede incrollabile del Diavolo Rosso, che alla fine diventa quasi un mantra stucchevole e ridondante, non risulta essere una scelta vincente.

Un cambio di rotta così netto rispetto alla prima parte del percorso sarebbe dovuto avvenire in maniera meno repentina e con delle basi più solide che lo sostenessero. La Saga del Pugno Rosso invece presenta una serie di eventi e di scelte, soprattutto da parte del protagonista, quanto mai improbabili e confuse, azzerando quel pathos e quella tensione emotiva che al contrario avevano tenuto banco per tutto il precedente ciclo.

Daredevil 10, tra le uscite Marvel Panini del 3 agosto 2023

Per quanto possa essere apprezzabile il coraggio di Zdarsky di discostarsi dalle solite atmosfere pulp e urbane del personaggio, così come la sua volontà di mettere un punto “definitivo” sulla continua diatriba con la Mano, questa improvvisa virata mistica non convince e soprattutto risulta esagerata e forzata.

Non che tutto sia da buttare via, intendiamoci… il nuovo status quo lasciato dallo scrittore lascia comunque strascichi importanti e nuove strade da percorrere, dagli esiti imprevedibili, che di certo metteranno alla prova il suo successore Saladin Ahmed, con un’importante eredità da raccogliere, dopo un percorso lungo quattro anni.

Come non citare infine il compagno di viaggio di Zdarsky fin dall’inizio del suo ciclo, ovvero l’italianissimo Marco Checchetto, ormai sempre più affermato nel comicdom statunitense e una vera e propria certezza al tavolo da disegno.

Daredevil 12, tra le uscite Marvel Panini del 5 ottobre 2023

In Daredevil il suo stile inconfondibile si è sporcato sempre di più, in linea con le atmosfere dark e ombrose della serie, lasciando intatta l’energia e la dinamicità dei layout, ma senza mai abbandonare il realismo delle sue figure, riscontrabile anche nel design dei costumi, che è riuscito a rielaborare senza mai stravolgerli.

Tutta farina del suo sacco invece è il nuovo outfit di Elektra come Daredevil, un efficace mix tra l’uniforme del Diavolo Rosso e quella della letale ninja greca, che mette in risalto le sue caratteristiche peculiari, ma con una connotazione più “supereroistica”. Traendo spunto da questo riuscito design, Checchetto ha realizzato poi la controparte per lo stesso Daredevil/Matt Murdock, una volta a capo del Pugno, che ricordasse appunto le uniformi dei guerrieri orientali, pur mantenendo i tratti distintivi del “diavolo”, con tanto di spunzoni appuntiti sulle nocche per renderlo ancora più aggressivo e minaccioso.

Tirando le somme, dunque, possiamo affermare che il ciclo di Chip Zdarsky ha comunque segnato profondamente la storia editoriale del Diavolo di Hell’s Kitchen e verrà sicuramente ricordato anche negli anni a venire, per la sua lunghezza e intensità. Peccato solo che la seconda parte non sia stata all’altezza della prima (comunque molto più lunga), ma di certo è stata lodevole la capacità dell’autore di far tesoro di tutto il glorioso passato del personaggio, rielaborandolo a suo modo, in maniera (quasi sempre) efficace.

In Breve

Storia

5.5

Disegni

7.5

Cura editoriale

7

6.5

Punteggio Totale

Articoli Correlati

Dopo il lancio di serie di successo come Ultimate Spider-Man, Ultimate Black Panther e Ultimate X-Men, a giugno arriva...

23/02/2024 •

14:00

Amanda Waller, Failsafe e Brainiac Queen sono la Trinità del Male che si scatenerà in Absolute Power! Nel corso di Dawn of DC,...

23/02/2024 •

12:00

A giugno la Marvel celebra il Pride Month con la consueta antologia Marvel’s Voices, che quest’anno prenderà la forma di...

23/02/2024 •

11:00