Flash cancellerà la Justice League di Zack Snyder dal DCEU?

L'universo cinematografico DC sarà riscritto dalle basi, con Supergirl e Batgirl al posto delle due icone

Pubblicato il 2 Gennaio 2022 alle 15:52

Il 2022 in casa DC si apre con il rumor per cui The Flash cancellerà la Justice League di Zack Snyder dalla continuity narrativa del DCEU, riscrivendone la storia in favore di una Justice League con Supergirl e Batgirl al posto di Superman e Batman.

Con il film The Flash in uscita il 4 novembre 2022 l’intero DC Expanded Universe potrebbe essere infatti riscritto dalle fondamenta, cancellando dalla continuity il cosiddetto Snyderverse e rischiando così l’ira dei tanti fan che avevano festeggiato la release della versione originale di Zack Snyder’s Justice League come una possibile ripresa del progetto narrativo del regista di Man Of Steel. Al contrario, la DC sembra voler definitivamente cancellare qualsiasi riferimento ai film che hanno gettato le basi del DCEU e ripartire da una base più fresca.

Il grande insuccesso di Justice League nelle sale (nella versione lasciata incompleta da Snyder e rimaneggiata da Joss Whedon) ha tagliato le gambe ai previsti sviluppi riguardanti i supereroi più importanti della casa editrice di Batman e Superman. Non a caso i successivi progetti riguardanti il mondo del Pipistrello, Joker e The Batman, sono stati esplicitamente tagliati fuori da ogni continuity narrativa. L’unico progetto che era stato previsto come sequel di Justice League ancora in piedi è il film The Flash, che vedrà il Barry Allen interpretato da Ezra Miller vivere un’avventura interdimensionale ispirata alla saga Flashpoint, la storia che azzerò la continuity fumettistica DC nel 2011 dando vita al rinnovato universo narrativo noto come The New 52.

La primissima sneak peek del film, proposta nel corso dello scorso DC Fandome, vedeva Barry Allen nella batcaverna in procinto di svelare la Batmobile del film di Tim Burton del 1989. La voce narrante era quella di Michael Keaton, l’indimenticato interprete di Bruce Wayne in Batman e Batman: Returns, che tornerà a vestire i panni dell’Uomo Pipistrello, così come farà anche Ben Affleck, il Batman dei film diretti da Zack Snyder.

Ma uno degli effetti che The Flash potrebbe avere a livello narrativo, secondo l’insider MyTimeToShine ripreso da Murphy’s Multiverse, sarà proprio quello di cancellare dalla continuity gli avvenimenti che hanno originato il DC Extended Universe, ovvero Man Of Steel, Batman v. Superman: Dawn of Justice e Justice League. In pratica si direbbe addio alla versione delle due principali icone DC interpretate da Ben Affleck e Henry Cavill, mentre sopravvivrebbero nella nuova realtà la Wonder Woman di Gal Gadot e l’Aquaman di Jason Momoa.

Ezra Miller in persona si è espresso sul rumor, come riportato da CBR, affermando che nulla al mondo potrà cancellare i film di Snyder.

Una nuova versione della Justice League sarebbe quindi in sviluppo, senza Batman e Superman ma con Supergirl (che esordirà proprio in The Flash, interpretata da Sasha Calle) e Batgirl, di cui in questi giorni si stanno ultimando le riprese del film d’esordio con protagonista Leslie Grace a Glasgow. A quanto pare, questa Batgirl sarà allieva del Batman interpretato da Michael Keaton, ma figlia del commissario Gordon interpretato da J.K Simmon, visto nei film di Zack Snyder. Più che una cancellazione sembra quindi che ci sarà una sorta di fusione dei diversi universi narrativi.

In questa nuovissima incarnazione della Justice League dovrebbero poi trovare spazio Flash, Wonder Woman, Aquaman e Shazam.

 

Articoli Correlati

In occasione del Free Comic Book Day la Marvel farà uscire, assieme agli annunciati albi Amazing Spider-Man/Venom e...

24/01/2022 •

19:30

Dopo aver rilanciato la saga del Cavaliere Oscuro con un terzo capitolo, in coppia con Brian Azzarello, dalla lunga gestazione,...

24/01/2022 •

18:49

I personaggi dei comics Marvel e DC che sfociano nel territorio dell’horror sono il tema di un saggio uscito in questi giorni...

24/01/2022 •

18:16