La Blumhouse la casa di produzione di successo di Jason Blum dedicata all’horror ha fatto capolino su Amazon Prime Video ma anche in home video, grazie alla Blumhouse Horror Collection distribuita da Universal Home Entertainment Italy. Il cofanetto, un semplice amaray cicciottello che è il perfetto regalo/(re)visione in questi giorni di Halloween e Ognissanti, permette di (ri)vedere 10 thriller horror prodotti dallo studio.

Blumhouse Horror Collection: un cofanetto mostruoso

  • La notte del giudizio (2013) di James DeMonaco

Titolo originale The Purge, ambientato in un futuro distopico, il film mostra come al fine di controllare il crescente tasso di criminalità, il governo degli Stati Uniti concede ai cittadini la notte dello ‘Sfogo’, durante la quale è concessa ogni azione più aberrante e malvagia senza conseguenze legali. Nel 2014 è uscito il sequel del film, intitolato Anarchia – La notte del giudizio, e nel 2016 La notte del giudizio – Election Year. Un prequel, intitolato La prima notte del giudizio (The First Purge), è uscito invece nel 2018. Per il 2021 è stato annunciato un quinto e conclusivo capitolo della saga, The Forever Purge. Dal film è tratta anche la serie televisiva The Purge disponibile in Italia su Prime Video.

  • Ouija (2014) di Stiles White

Debbie e Laine sono due ragazzine. Il loro gioco preferito è far finta di comunicare con i morti mediante una tavola Ouija. Le regole del gioco sono tre: non giocare mai da soli, non giocare in un cimitero e salutare sempre. Debbie, però, infrange la prima regola e muore impiccata. Il film ha avuto uno spin-off prequel Ouija – L’origine del male nel 2016 diretto da Mike Flanagan.

  • Il ragazzo della porta accanto (2015) di Rob Cohen

Titolo originale The Boy Next Door, il film racconta la storia di un’insegnante della San Fernando Valley, ormai separata (ma non ancora divorziata) da un marito che l’ha tradita e con un figlio adolescente a carico. Una notte di passione trascorsa con il giovane della villa accanto si trasformerà, per lui, in un’ossessione.

  • Unfriended (2014) di Levan Gabriadze

Sul web viene pubblicato anonimamente un video che riprende Laura Barns (Heather Sossaman), una liceale della California, completamente ubriaca. Dopo gli innumerevoli insulti ricevuti, Laura decide di togliersi la vita: è il 12 aprile 2013. Il film ha avuto un sequel Unfriended: Dark Web (2018) diretto da Stephen Susco.

  • Auguri per la tua morte (2017) di Christopher Landon

Titolo originale Happy Death Day, in questo film Theresa detta Tree (Jassica Rothe) è una ragazzina esuberante che studia al college. Il giorno del suo compleanno si sveglia nella stanza di Carter (Israel Broussard) dopo una solenne sbronza. La sua giornata, che si chiude con la sua morte, continuerà a ripetersi all’infinito finchè non avrà trovato il suo assassino.

  • Obbligo o verità (2018) di Jeff Wadlow

Titolo originale Truth or Dare, il film vede al centro un gruppetto di compagni di università che decide di passare l’ultimo Spring Break in Messico. L’ultima sera della vacanza a base di margarita e shottini, i ragazzi incontrano un coetaneo che li indirizza ad una chiesa abbandonata dove decidono di giocare al celebre “obbligo o verità”. Il gioco si rivelerà più pericoloso del previsto.

Blumhouse Horror Collection, le chicche

  • The Visit (2015) di M. Night Shyamalan

Appena arrivati a casa dei nonni, due ragazzini instaurano subito un buon rapporto con la coppia. La loro vita sembra difatti del tutto normale, serena, con la nonna che ama cucinare e sforna ogni giorno piatti prelibati ed il nonno dedito soprattutto al bricolage e al lavoro nelle stalle. Ma un segreto circonda la vita dei nonni, che hanno dei comportamenti bizzarri…

  • Split (2016) di M. Night Shyamalan

A Filadelfia tre adolescenti, le popolari Claire e Marcia e la problematica Casey, vengono rapite e tenute prigioniere dall’enigmatico Dennis. Claire lo trova e prova a fuggire ma finisce per essere punita da Dennis che la divide dalle altre. Con un camaleontico James McAvoy, il film fa parte di una trilogia di film diretti dallo stesso Shyamalan, assieme a Unbreakable – Il predestinato (2000) e al sequel Glass (2019) che chiude la storia.

  • Scappa – Get Out (2017) di Jordan Peele

Il film che ha lanciato Peele anche al cinema, racconta la storia di Chris Washington (Daniel Kaluuya), un fotografo afroamericano che si troverà a fare i conti con la supremazia della razza bianca attraverso la famiglia della sua nuova fidanzata.

  • Ma (2019) di Tate Taylor (per la prima volta in blu-ray)

Dopo che un gruppo di adolescenti, tra cui Diana Silvers, una nuova studentessa in città, reclutano una donna (Octavia Spencer) per comprare dell’alcool altrimenti a loro vietato, il seminterrato della sua grande casa vuota diventa il loro luogo speciale per fare festa. Ma c’è qualcosa sotto…

Blumhouse Horror Collection, recensione del cofanetto da 10 film

Blumhouse Horror Collection: pregi e difetti del cofanetto

Insieme ai dieci film, tra cui Ma per la prima volta pubblicato in blu-ray, tra i contenuti speciali della Blumhouse Horror Collection dedicati alle varie pellicole ci sono le scene tagliate, il making of dei film, finali alternativi, commenti audio, e molto altro. Un’edizione nel complesso ricca per chi ama l’horror/thriller, soprattutto quello targato Jason Blum, e vuole fare una scorpacciata di film e dietro le quinte del genere.

Acquistate la Blumhouse Horror Collection!

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui