Con Anche se il mondo finisse domani – The Relative Worlds continuano le chicche d’animazione giapponese che Koch Media porta in Italia sotto l’etichetta Anime Factory in prestigiose edizioni home video in una Limited Edition da non perdere.

Anche Se Il Mondo Finisse Domani – il film

In Anche se il mondo finisse domani Shin è uno studente di Tokyo che frequenta la terza superiore. Un giorno viene avvicinato da Jin, un ragazzo identico a lui nell’aspetto che afferma di venire da un altro mondo. Secondo Jin esiste un mondo contrapposto rispetto al nostro, dove il Giappone è un regno governato dalla dispotica principessa Kotoko. Jin è giunto a Tokyo allo scopo di eliminare Kotoko. Per farlo deve uccidere Kotori, l’amica più intima di Shin, che è la controparte della principessa in questo mondo.

Alla regia Yuhei Sakuragi, responsabile CG del corto Kemushi no Boro del Premio Oscar Hayao Miyazaki e regista di Neon Genesis Impacts per lo Studio Khara (Evangelion).

Anche se il mondo finisse domani – Universi paralleli alternativi

Anche se il mondo finisse domani riutilizza l’oramai abusato stratagemma degli universi paralleli e alternativi, coniugandolo però con il rapporto causa-effetto tra i due mondi raccontati: se un personaggio muore in un mondo, accade lo stesso alla sua controparte nell’altro. Più che toni spionistici come la trama suggerirebbe, il film predilige un aspetto cavalleresco da romanzo fantasy con la Principessa al Potere, il Consiglio che ordisce le sue trame e la grande storia d’amore impossibile a unire i due mondi. Aspetto che emerge anche nella caratterizzazione visiva dei personaggi – un mix di futuristico e medievale.

Nella complicata ingenuità del racconto, a emergere è lo stile visivo che richiama la saga di Evangelion, importante precedente del regista, mista a quella di Rayearth, e il passaggio repentino da un tono/genere all’altro: il film inizia come un qualunque teen movie per poi introdurre l’elemento sci-fi, e infine tornare alla coppia protagonista e al significato più ampio del concetto di amore verso il prossimo. A cosa siamo davvero disposti a rinunciare nel nostro personale per il bene di tutta l’umanità?

Quello che stupisce davvero di Anche se il mondo finisse domani è l’animazione utilizzata da Sakuragi e dal suo team degli Craftar Studios. Appare estremamente fluida nei movimenti dei personaggi e nel passaggio da una scena all’altra, rendendo tutto più simile a un live action che a un film d’animazione in 3D. Tanto che potrebbe lasciare qualche spettatore perplesso e interdetto nelle prime battute.

Anche se il mondo finisse domani – L’edizione home video

Ottima la resa audio e video dell’edizione home video di Anche se il mondo finisse domani, che conferma la fluidità dell’animazione utilizzata. Quasi nulli gli extra digitali dell’edizione home video, controbilanciati però da quelli cartacei e dall’accurarezza dello slipcase che racchiudere l’amaray interno. Tra i contenuti speciali il trailer italiano, i trailer originali lo spot tv, il teaser simil-videoclip musicale con la canzone della colonna sonora, e infine i trailer degli altri film Anime Factory Maquia, Dragon Ball Super Broly, One Piece Stampede e One Piece Gold.

Tra i contenuti cartacei di Anche se il mondo finisse domani in home video il curatissimo libretto, completamente tradotto in italiano con aneddoti, curiosità e note di regia sul film, e vera e propria chicca le cartoline targate Anime Factory raffiguranti i protagonisti e le loro controparti, quasi fossero dei tarocchi da collezione.

Anche Se Il Mondo Finisse Domani

 

Acquistate la Limited Edition Bluray di Anche Se Il Mondo Finisse Domani – The Relative Worlds!

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui