L’insaziabile di Michele Petrucci | Recensione

Pubblicato il 25 Ottobre 2020 alle 09:00

L’Insaziabile è la storia di Tarrare, un ragazzo dall’appetito abnorme, che arriva a Parigi nel pieno della Rivoluzione.

Autore: Michele Petrucci (testi & disegni)

Genere: Biografia

Casa Editrice: Coconino Press

Collana: Coconino Cult

Formato: 19,5 x 26 cm, col., 144 pp.

Data di uscita: 11 giugno 2020

Claudia Padalino
Claudia Padalino
2020-10-25T09:00:58+00:00
Claudia Padalino

L’Insaziabile è la storia di Tarrare, un ragazzo dall’appetito abnorme, che arriva a Parigi nel pieno della Rivoluzione. Autore: Michele Petrucci (testi & disegni) Genere: Biografia Casa Editrice: Coconino Press Collana: Coconino Cult Formato: 19,5 x 26 cm, col., 144 pp. Data di uscita: 11 giugno 2020

Talvolta la storia prende delle pieghe talmente assurde da riplasmarsi in una fiaba. Ed è proprio la sensazione che si ha quando si termina di leggere l’ultima pagina de L’Insaziabile di Michele Petrucci, edito dalla casa editrice Coconino Press.

Petrucci racconta la storia di un personaggio realmente esistito ma mai balzato agli onori della cronaca storia. Si tratta di Tarrare, un giovane vissuto verso la fine del 1700, in piena Rivoluzione Francese, con una caratteristica più unica che rara: Tarrare è infatti affetto da polifagia, una malattia che porta l’individuo a ingurgitare spropositate quantità di cibo di qualsiasi tipo. Proprio per questa sua particolarità, Tarrare venne allontanato dalla sua famiglia che non aveva la possibilità economica di sostenere il suo incommensurabile appetito.

Dopo svariati anni a cercare di sopravvivere, Tarrare entra a far parte di un gruppo di artisti di strada e a esibirsi nelle città come il mangione di turno, ingoiando qualsiasi cosa che il pubblico avrebbe proposto.

Da lì inizia la sua avventura che lo vede vagare tra boschi, ospedali e campi di addestramento dell’esercito, scoprendo l’amore e le delusioni della vita, il tutto raccontato da uno dei medici che ha scritto un trattato sul suo caso, il dottor Pierre-François Percy (dal titolo Mémoire sur la polyphagie).

L'insaziabile di Michele Petrucci

Un’insaziabile desiderio di… tutto.

Torna Michele Petrucci con il suo quarto libro per Coconino Press e torna con la sua seconda biografia a fumetti. Dopo Messner – La montagna, il vuoto, la fenice, l’autore prende in mano la storia di un uomo qualsiasi, rimasto nella cronaca della medicina francese per il suo appetito abnorme, e la trasforma in un’esperienza visuale che a tratti rasenta il grottesco.

Troviamo atmosfere da baraccone come in Freaks: ognuno dei comprimari di Tarrare è capace di fare cose mai viste, come l’uomo più forte del mondo che rimane imbattuto. Il grosso Vincent, monsieur Sanson e Clarisse sono comprimari capaci di avere una loro “crescita narrativa” all’interno delle 144 pagine, senza tralasciare alcun aspetto della vita dell’insaziabile, anzi arricchendola. 

Di Tarrare si sa solo del suo insaziabile appetito, ma non si ha traccia della sua vita sentimentale. Così Petrucci crea Clarisse, una giovane donna che si prostituisce per mantenere lei e tutto il carrozzone. Clarisse vuole bene a Tarrare, ma sceglie di abbandonare la sua vita da girovaga per sposarsi con un uomo onesto, che partecipa ai moti rivoluzionari francesi.

La donna, i cavalieri, le armi e l’amore si intrecciano in un flusso narrativo che è più fiaba che realtà. Ed è proprio per questo che L’Insaziabile si legge con una leggerezza indescrivibile. La Storia scorre in mezzo alle pagine, si palesa sbracciandosi, come un passante durante un servizio del tg in diretta. Passano la Rivoluzione Francese, la guerra della Prima Coalizione e passano le leggi per l’abolizione della schiavitù: il fumetto biografico si trasforma in storico per poi ritornare biografico. Insomma, fa giri immensi su se stesso per inserire tutti le informazioni di contorno alla vita di Tarrare, e riesce a incastrarli molto bene tra di loro.

insaziabile michele petrucci coconino press

Il tratto di Petrucci cambia: dall’essere a tutti i costi descrittivo come in Messner, si evolve e diventa tremulo, vibrante e mosso. Una matita simile racconta maggiormente l’irrequietezza dei personaggi: ognuno di loro cerca un posto del mondo e si trova puntualmente disilluso, combattendo e rubacchiando ogni giorno per poter mangiare un tozzo di pane.

Gli acquerelli di Petrucci, con la loro palette cromatica autunnale, incrementano il senso di decadenza, di cambiamento, insomma di progressivo peggioramento delle condizioni e delle vicende del protagonista. Si alternano a tavole in bianco e nero, dove il protagonista sogna momenti di libertà e banchetti luculliani. 

L’Insaziabile è una fotografia color seppia di una storia che realmente fu e che non può rimanere sconosciuta. Una chicca da conservare in libreria, accanto alle biografie dei più grandi eroi del passato. D’altronde si narra di uno stomaco eroico, capace di essere contenitore di missive militari segrete…

ACQUISTA “L’INSAZIABILE”

In Breve

Storia

8

Disegni

8

Colori

9

Cura Editoriale

8

Sommario

Basandosi su cronache e documenti scientifici di fine Settecento, Michele Petrucci crea un graphic novel avvincente e commovente: tra richiami a film come Freaks e Barry Lyndon, dalle sue suggestive tavole ad acquerello emerge il ritratto di un personaggio enigmatico e dolente che sembra aver incarnato gli appetiti e le inquietudini di un’intera epoca.

8.5

Punteggio Totale

Articoli Correlati

Tutte le uscite Marvel, Panini Comics e Disney del 21 ottobre, direttamente dal sito Panini; tutte le novità della casa...

17/10/2021 •

12:00

Warner Bros Games Italia ha diffuso lo story trailer sulla Corte dei Gufi del gioco Gotham Knights. Lo studio di Montréal...

17/10/2021 •

11:42

Suicide Squad: Kill The Justice League è il nuovo gioco di Rocksteady Studios, gli autori dell’acclamata serie Batman...

17/10/2021 •

11:25