Trials of Mana è il remake del terzo capitolo della serie Mana, uscito originariamente in Giappone nel 1995 con il nome di Seiken Densetsu 3. Trials of Mana è un gioco di ruolo sviluppato e distribuito da Square Enix e in uscita il 24 aprile 2020 per PlayStation 4, Nintendo Switch e PC su piattaforma Steam. Il gioco è il doppiato in giapponese e in inglese, con sottotitoli in queste due lingue e francese, tedesco e spagnolo. Quindi, con delusione di qualcuno, il titolo non ha la localizzazione in italiano.

In questo remake è evidente che si è cercato di riportare a nuovi fasti, sulle piattaforme di nuova generazione, un titolo che già nell’originale era molto valido. Per far questo si è cambiato il sistema di combattimento, passando alle battaglie in tempo reale, una nuova grafica in 3D e un gameplay migliorato, conservando però al tempo stesso tutto ciò che i fan avevano conosciuto e amato nel titolo classico del lontano 1995.

La trama è piuttosto semplice, e narra la storia di sei eroi che combattono contro le forze del male che minacciano un mondo in cui il Mana è stato indebolito. Le varianti della storia di base si avranno a seconda del protagonista e dei compagni che sceglieremo per affrontare la nostra avventura.

In Trials of Mana ci sono infatti sei eroi disponibili e di questi potremo sceglierne solo tre per formare il nostro gruppo. All’inizio di una partita dovremo quindi selezionare un protagonista e due compagni tra i sei personaggi disponibili. A seconda dell’eroe principale che sceglieremo, la storia, come pure il gameplay, cambieranno.

Ovviamente ogni eroe ha il proprio stile di combattimento e le proprie magie specifiche che rendono il tutto estremamente variegato. Risulta quindi piuttosto interessante provali tutti per formare un gruppo equilibrato che si adatti il più possibile al nostro stile di gioco preferito. I personaggi selezionabili sono quindi:

  • Duran: un giovane spadaccino del regno di Valsena che usa la sua spada per sferrare dei colpi letali;
  • Angela: una principessa ribelle di Altena, il regno dei maghi che colpisce i nemici con varie magie elementali;
  • Kevin: figlio del re degli uomini bestia di Ferolia che di notte può trasformarsi in una bestia feroce per dilaniare i suoi nemici;
  • Hawkeye: nobile ladro della gilda di Nevarl con l’abilità di sgattaiolare indisturbato dietro i nemici e sgraffignargli tutti i loro averi;
  • Riesz: capitana della guardia amazzone di Laurent è una guerriera inarrestabile e versatile;
  • Charlotte: giovane mezz’elfa della città sacra di Wendel trova nell’arco e le frecce la sua quintessenza;

Per quanto riguarda invece gli antagonisti principali, che ci troveremo a fronteggiare in base al party e al protagonista che selezioneremo, troviamo:

  • Crimson Wizard: uno stregone con dei temibili poteri oscuri;
  • Goremand: un demone che divora le anime umane;
  • Belladonna: una fedele servitrice del sovrano oscuro;

Nel corso della nostra avventura ci troveremo immersi in una storia profonda e coinvolgente piena di antichi miti e leggende di un mondo magico e fantastico. Sconfiggendo i vari avversari che affronteremo, i nostri personaggi saliranno di livello, con il relativo aumento delle statistiche. Dopo ogni battaglia vinta infatti otterremo dei Training Points utili per aumentare le statistiche base dei personaggi: Punti Vita, Punti Mana, Forza, Resistenza, Saggezza, Intelligenza e Fortuna.

Il sistema di combattimento è sicuramente un aspetto molto interessante e ben strutturato del gioco. I vari attacchi e magie che apprenderemo con i nostri personaggi vengono aggiunti automaticamente nel menu ad anello. Da questo potremo selezionare una mossa sia mentre esploriamo la mappa che durante il combattimento.

Per quanto riguarda le abilità invece, queste ci offrono dei bonus utili durante l’avventura. Per apprenderle basterà spendere i nostri Training Points oppure parlare con alcuni specifici personaggi che incontreremo durante il viaggio.

Un aspetto molto divertente, soprattutto per chi ha già giocato agli altri titoli della serie Mana, è che nel corso delle nostre avventure potremo trovare il famigerato Li’l Cactus nascosto in vari luoghi segreti del mondo. Trovandolo più volte nel corso del gioco potremo sbloccare dei bonus molto utili che potenzieranno il nostro gruppo.

La grafica di Trials of Mana è veramente accattivante e curata. Probabilmente la vera e propria punta di diamante del titolo. Il livello delle texture è di alto livello rispetto ad una produzione del genere. Gli ambienti di gioco sono stati disegnati con grande attenzione, e ci troveremo sempre immersi in luoghi bellissimi e ricchi di dettagli durante la nostra esplorazione della mappa. Grande cura è stata poi dedicata alla caratterizzazione dei personaggi con una grande profondità nei dettaglio con cui sono stati modellati. Degni di nota anche gli effetti particellari e la modellazione poligonale, che rendono il tutto a metà tra il realismo e il cartoonoso.

La colonna sonora è sicuramente tra gli aspetti migliori del gioco. Le musiche erano state originariamente composte in maniera magistrale da Hiroki Kikuta, che ne completò il lavoro con poca assistenza. Eseguì infatti personalmente la selezione dei suoni, l’editing, la progettazione degli effetti e la codifica dei dati. Con oltre tre ore di musica divisa in sessanta tracce, che spaziano dalla classica più fluente e serena all’elettronica più rimbalzante ed energica, ci troveremo sempre immersi una meravigliosa armonia di note che ci trasporteranno di peso in questo mondo magico.

Dal punto di vista della longevità, Trials of Mana ha una durata medio alta per i titoli del genere di ruolo. Infatti questo titolo sarà completabile in circa 25/30 ore, ma con la possibilità, come abbiamo detto in precedenza, di selezionare varie combinazioni di party all’inizio. Questo ci darà quindi diversi scenari e trame disponibili a seconda dei personaggi utilizzati, rendendo altissima la rigiocabilità. Oltre a ciò però, ad oggi non sono stati previsti dei DLC aggiuntivi.

In conclusione, Trials of Mana è sicuramente un gioco da non lasciarsi scappare. Un titolo che riesce a trasportarti nella sua atmosfera fantastica grazie alla coinvolgente grafica, rimodernata per l’occasione, la magistrale colonna sonora e una giocabilità davvero godibile, lo rendono del tutto appetibile per i neofiti e, ovviamente, per i fan della saga.

Anche la longevità che inizialmente sembrava essere il tallone d’Achille del gioco è in realtà un aspetto solido, infatti la rigiocabilità è molto alta. In definitiva un titolo consigliatissimo a tutti, a patto che si riesca a superare il piccolo “scoglio” della lingua, essendo mancante quella italiana.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui