DC’s Legends of Tomorrow è partita alla grande in questa Stagione 5 forte di un finale della passata stagione che ha offerto un doppio trampolino di lancio per i filoni narrativi principali che si stanno sviluppando e che si stanno intrecciando con le conseguenze dell’evento crossover Crisi sulle Terre Infinite.

Nell’episodio della scorsa settimana – la nostra recensione QUI – le Leggende erano sempre andate a caccia di una delle anime nere liberate da Astra a cui era stata quindi concessa una “seconda possibilità” mentre proprio Constantine trovatosi a tu per tu con la ragazza aveva esitato nell’eliminarla creando non poche complicazioni. Intanto a bordo della Waverider era stata accolta Zari, una Zari però priva di qualsiasi ricordo legato alla sua vita precedente con le Leggende, e quindi anche di Nate, a causa della Crisi.

Come visto sempre alla fine dell’episodio della scorsa settimana, Constatine, nel tentativo di fermare Astra senza ucciderla, prova a chiedere l’aiuto della madre Natalie ed è da qui che riprende l’episodio di questa settimana intitolato A Head of Her Time.

Natalie è però un fantasma, uno molto arrabbiato sempre a causa dell’incapacità del giovane Constantine e del famoso incidente di Newcastle di cui apprendiamo nuovi spaventosi dettagli.

Il comando della Waverider, e delle Leggende, viene lasciato intanto temporaneamente ad Ava con Sara richiamata a Star City. Le Leggende, più una impaziente Zari, devono ritornare nella Francia del XVIII secolo dove gli eventi della Rivoluzione sono manipolati da Maria Antonietta. Sarà proprio Zari a risolvere il mistero della rediviva monarca… ma prestando poca attenzione alle conseguenze che la manipolazione della storia possono comportare!

Non è solo Constantine però che sta elaborando un piano, anche Astra all’Inferno dopo aver perso un bel po’ di anime è intenzionata a sbarazzarsi del Mago Tabagista una volta per tutte e chiede quindi aiuto.

Dopo tre episodi solidissimi e molto, molto puntuali era ovvio che ne arrivasse uno di passaggio per DC’s Legends of Tomorrow frutto più che altro di una serie di filoni narrativi, e personaggi, secondari che devono essere rimessi a regime e resi organici rispetto a quelli principali.

Non un brutto episodio questo A Head of Her Time ma sicuramente meno ispirato per così dire a causa di un ritorno al passato che viene dapprima sfruttato in maniera banalotta e poi recuperato spalleggiando il ritorno di Zari in pianta stabile fra le Leggende.

Il vero perno dell’episodio è però ovviamente il filone narrativo di Constantine che dà un colpo alla botte ed uno al cerchio. Da un lato si ritorna alle origini del Mago con una tutto sommato interessante ret-con degli avvenimenti di Newcastle mentre dall’altro inserisce un po’ forzatamente nella battaglia contro Astra il personaggio di Charlie di cui francamente non avevamo sentito granché la mancanza.

L’episodio dunque mostra da un certo punto di vista i limiti di una formula che, basandosi sulla tematicità dei singoli episodi stessi, spesso fatica a dare concretezza ai personaggi lontano da situazioni ed avvenimenti specifici. Per fortuna in questa stagione però il filone principale sembra essere estremamente solido.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui