Space Opera Vol. 1 – Mondo California di Jacopo Paliaga & Eleonora Bruni | Recensione

Pubblicato il 7 Maggio 2019 alle 11:00

Quando il Governatore di Mondo California, uno dei sette pianeti artificiali che orbitano intorno alla vecchia Terra, viene assassinato il giovane Charlie si trova coinvolto in una cospirazione che coinvolge esseri dotati di incredibili “anomalie”.

Autori: Jacopo Paliaga (testi) Eleonora Bruni (disegni)
Provenienza: Italia
Casa editrice: Panini
Genere: azione, fantascienza
Prezzo: € 14, 17×26, 128 pp., colore, C.
Data di uscita: 09 maggio 2019

Domenico Bottalico
Domenico Bottalico
2019-05-07T11:00:37+00:00
Domenico Bottalico

Quando il Governatore di Mondo California, uno dei sette pianeti artificiali che orbitano intorno alla vecchia Terra, viene assassinato il giovane Charlie si trova coinvolto in una cospirazione che coinvolge esseri dotati di incredibili “anomalie”. Autori: Jacopo Paliaga (testi) Eleonora Bruni (disegni) Provenienza: Italia Casa editrice: Panini Genere: azione, fantascienza Prezzo: € 14, 17×26, 128 pp., colore, C. Data di uscita: 09 maggio 2019

Panini Comics continua a puntare sulla produzione nostrana con rinnovato interesse e si accaparra i servigi di uno dei nomi di punta sul suolo italiano quando si parla di sceneggiatura ovvero quel Jacopo Paliaga già autore e co-creatore dell’ottimo Aqualung e fondatore dell’etichetta dedicata ai webcomic Wilder, qui coadiuvato per l’occasione ai disegni da Eleonora Bruni già colorista per Boom! Studios.

In Space Opera un asteroide era in rotta di collisione con la Terra, per questo motivo un gruppo di scienziati è riuscito a teletrasportare il nostro pianeta in un luogo più tranquillo della galassia ma questa operazione ha avuto due conseguenze. La prima è che il nucleo della Terra è diventato instabile rendendola un palla di fuoco inabitabile e i suoi abitanti sono stati trasferiti su sette pianeti artificiali. La seconda è che alcune persone, a seguito del teletrasporto, hanno manifestato abilità straordinarie a cause del mancato allineamento corretto delle molecole definite Anomalie.

In questo scenario facciamo la conoscenza di Charlie, 19 anni appena diplomatosi. Introverso e insicuro, Charlie ha avuto un incidente che farebbe pensare ad un anomalia ma fortunatamente Mondo California è così tranquillo che non ha mai più avuto altri “episodi”.

Quando il Governatore di Mondo California viene assassinato si innesca una crisi diplomatica fra i sette mondi che coinvolge una misteriosa organizzazione terroristica e l’irrequieto Lord Icebreaker – signore del pianeta Antartide – il quale punta diritto a Charlie.

Il ragazzo infatti dovrebbe possedere una Anomalia Ancestrale, tuttavia Lord Icebreaker non è il solo a voler mettere le mani sul ragazzo che si ritroverà così al centro di una cospirazione apocalittica di portata cosmica e troverà alcuni inusuali alleati nella cyborg Jupiter, la ragazza invisibile Sadie e il rissoso Killer.

Pur per motivi differenti i loro destini sembrano incrociati e per far luce su quanto sta accadendo dovranno far tappa sul pianeta Anubi ma l’unico modo per accedervi è morire…

In un mercato sempre in bilico fra nostalgia e ricerca spasmodica di nuovi, e giovani, lettori, Space Opera si posiziona deciso a metà strada prendendo il meglio dei due mondi – perdonate il gioco di parole.

Lo stile di Jacopo Paliaga è ormai riconoscibile ed efficace. L’autore triestino ha il grande merito di saper costruire mondi con una facilità pazzesca e quello creato per Space Opera non fa eccezione con le sue molteplici sfaccettature e ramificazioni che verranno sicuramente espletate, e sfruttate, sicuramente nei prossimi volumi.

A questo poi si aggiungono il protagonista, Charlie, e i suoi quattro compagni di viaggio. Charlie, Jupiter, Killer e Sadie sono personaggio sì archetipici ma anche in cui è altrettanto facile immedesimarsi – soprattutto per un lettore più giovane e avvezzo allo shonen manga.

A tal proposito Paliaga non cerca certo di nascondere le sue influenze anzi le “ostenta” con una invidiabile sicurezza: c’è una spruzzata di Jonathan Hickman e del suo East of West ma anche il già citato shonen – My Hero Academia giusto per citare uno dei franchise più caldi del momento – il tutto condito in salsa prettamente fantascientifica e con una immediatezza tipicamente teen e pop.

Immediato e fresco è anche il tratto di Eleonora Bruni che mutua proprio dalla scuola nipponica il character design, anatomie e espressioni facciali con personaggi scattanti e scene d’azione “wide-screen” mentre l’impostazione della tavola è ordinata e tipicamente occidentale dallo story-telling chiaro e diretto. Da segnalare anche la sua ottima prova ai colori con una palette brillantissima che dona un tocca “animato” alle tavole.

Space Opera Vol. 1 – Mondo California è un inizio intrigante strutturato in maniera estremamente intelligente e coinvolgente. Consigliato a chi mastica shonen, ai lettori di comics più sbarazzini e meno classici.

Ineccepibile la cura editoriale del volume cartonato confezionato da Panini Comics. Non sono presenti extra se non quelli in prosa pensati dagli stessi autori.

In Breve

Storia

7.5

Disegni

7.5

Cura Editoriale

8.0

Sommario

Space Opera Vol. 1 - Mondo California è un inizio intrigante strutturato in maniera estremamente intelligente e coinvolgente. Consigliato a chi mastica shonen, ai lettori di comics più sbarazzini e meno classici.
In un mercato sempre in bilico fra nostalgia e ricerca spasmodica di nuovi, e giovani, lettori, Space Opera si posiziona deciso a metà strada prendendo il meglio dei due mondi.

7.5

Punteggio Totale

Articoli Correlati

Qualche giorno fa il calendario dei Film dei Marvel Studios è stato rivoluzionato della Disney, con una nuova ondata di rinvii,...

22/10/2021 •

11:00

What If…?, è la prima serie animata prodotta dai Marvel Studios disponibile sulla piattaforma di streaming Disney+. La serie,...

22/10/2021 •

10:00

Il manga Ikusa no Ko – La Leggenda di Oda Saburo Nobunaga si avvia alla conclusione. Lo ha annunciato il profilo Twitter...

22/10/2021 •

08:36