Nell’ultimo episodio di Boruto – Naruto Next Generations, l’ex Terzo Tsuchikage, il vecchio Onoki, si trova ancora con Boruto ed entra un po’ più nei dettagli del suo piano, rivelandogli anche quale sia il ruolo di Mitsuki in tutta questa strana e pericolosa faccenda, il quale, a sua volta, scopre qualche dettaglio in più su di sé e sugli esseri umani.

Puntata non particolarmente entusiasmante per gli amanti degli scontri, ma decisamente molto importante per capire un po’ meglio il punto di vista di Onoki sulla guerra e sulle nuove generazioni; nella puntata anche il piccolo figlio/clone del sommo Orochimaru Mitsuki sarà un personaggio fondamentale, anche se alcune delle tante domande che vagano attraverso i suoi pensieri sono ancora un po’ lontane da una risposta.

  • Due generazioni a confronto

Boruto e Onoki non sono separati soltanto da un divario generazionale mostruoso, ma questo porta anche i due ad avere una visione del mondo nettamente differente, quasi opposta: da una parte, abbiamo il giovane primogenito ribelle del Settimo Hokage, un ragazzo dal cuore sincero, incredibilmente sicuro di sé e profondamente legato ai suoi amici che non ha idea di cosa significhi vivere in periodo di guerra; dall’altro, c’è un uomo molto anziano provato dai lunghi e duri anni in cui ha rivestito il ruolo di Tsuchikage e che ora è profondamente sfiduciato nei confronti delle nuove generazioni e, in generale, del futuro che ha trascorso la stragrande maggioranza della sua vita in guerra, prima di conoscere finalmente un periodo di pace che però, secondo lui, ha indebolito nel corpo, nella mente e nello spirito i nuovi Genin.

Viene dunque riproposto il paradosso secondo il quale combattere in guerra forgi i Ninja, mentre la pace li indebolisce. Anche Boruto resta un po’ interdetto all’ascolto delle parole di Onoki, ora disposto a qualsiasi cosa, anche a sacrificare alcune vite umane, pur di evitarne uno spreco maggiore: Onoki è dunque ancora convinto di essere nel giusto e che i suoi Akuta, combattendo al posto dei giovani e deboli Genin contemporanei, potranno in questo modo evitare un numero incontrollabile di morti: il ricordo della Quarta Guerra Mondiale Ninja e degli orrori che ha portato è ancora più che vivido nella lucidissima mente del Terzo Tsuchikage, e ora tutto ciò che desidera è cercare di evitare che si ripeta nuovamente quella “inutile strage”, per usare le parole con cui Papa Benedetto XV etichettò la Prima Guerra Mondiale.

  • Kuu e Mitsuki

Nell’episodio vengono anche rivelati la vera natura di Kuu, il sottoposto di Onoki preposto alla creazione e alla coordinazione delle azioni dei suoi Akuta, e alcuni dettagli su Mitsuki, come il motivo per cui si trovi lì e il significato del suo nome. Mitsuki sembra ancora trovarsi a suo agio nel nascondiglio di Kuu, in cui per ora si sente ancora più come un ospite che come una sorta di risorsa da sfruttare.

Il ragazzo intrattiene così una interessante conversazione con Kuu, rivelando come gli sceneggiatori si stiano impegnando per offrire agli spettatori nuovi e interessanti spunti narrativi e di riflessione. Nel mentre, vedrete anche brevemente come procede il lavoro di addestramento di Akkun da parte di Inojin; per adesso, questa sezione della narrazione resta ancora un po’, per così dire, fine a sé stessa, ma è molto probabile che questa faccenda avrà in seguito degli sviluppi, magari inaspettati.

  • Anticipazioni

La ricerca della Pietra dell’Anima continuerà nella prossima puntata di Boruto – Naruto Next Generations, dal titolo La Pietra dell’Anima:

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui