Tex Mangaforever.net
Quali sono gli elementi che hanno reso immortali le storie di Tex? Proviamo a descriverli in questo articolo di omaggio per i settant’anni dell’eroe di casa Bonelli.

C’era una volta un cowboy nato fuorilegge, e diventato successivamente emblema di giustizia. Quel cowboy divenne eroe di due mondi, fonte di speranza e promessa di avventura a cavallo tra gli Stati Uniti e l’Italia, tra il Grand Canyon e Via Buonarroti. C’era una volta e c’è ancora. Il suo nome è Tex. E la sua leggenda durerà per sempre. Ecco perché.

04. IL SUPEREROE PIÙ FORTE

Forse quel 30 settembre 1948 (giorno in cui venne pubblicata la prima striscia di Tex) Gianluigi Bonelli non si aspettava di aver appena inaugurato l’epopea di un personaggio che sarebbe stato così importante per la storia del fumetto italiano, e non solo.

“Se devi scommettere sul supereroe più forte di tutti punta su Tex” disse alcuni anni fa lo sceneggiatore Roberto Recchioni, sottolineando che “a Batman hanno spezzato la schiena, Superman è morto, mentre Tex al massimo si è rotto un braccio”. E forse è questo il suo segreto: Tex è forte, ma non trasmette sovrumanità; Tex è infallibile, ma non presuntuoso; e soprattutto, Tex è genuino, a tal punto che ogni lettore si sente rassicurato dal suo modo di essere: potrebbe rappresentare il fratello maggiore per alcuni, o lo zio al quale si è più affezionati per altri. Un personaggio protettivo, ma con il quale non hai paura di confidarti, e con cui condividi le passioni.

Tex  è una persona di famiglia, su Tex ci puoi contare, perché lui riesce ad esserci sempre, ed è per questo che gli vogliamo così bene. Tex è fortissimo ed intelligentissimo, ma nasconde i superpoteri dietro il suo essere genuino ed alla portata di chiunque. Tex non se la tira insomma. E per questo motivo è il supereroe più forte di tutti, ma non ce ne siamo mai accorti.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui