DC’s Legends of Tomorrow 3×17 – Guest Starring John Noble | Recensione

0
…before something reckless happens!

Dopo la battuta d’arresto della settimana scorsa con un episodio convulso ed incentrato su alcuni personaggi secondari – la nostra recensione quiDC’s Legends of Tomorrow arriva al suo penultimo episodio forte del rinnovo per una quarta stagione confermato proprio nella tarda serata di ieri.

L’episodio di questa settimana ha un titolo alquanto enigmatico Guest Starring John Noble e vede le Leggende separarsi inizialmente in due squadre: Nate e Wally rincorrono Amaya scappata nel 1992 decisa ad impedire lo sterminio della sua gente convincendo la sua futura figlia Esi a diventare la portatrice del totem mentre Sara e gli altri rispondono ad un richiesta di aiuto di Rip. Nel 1979 un giovane Barack Obama è stato attaccato da Gorilla Grodd…

Intanto, inaspettatamente per le Leggede ma meno per noi che già la scorsa settimana aveva intuito un cambio in questo senso, Damien Darhk si consegna chiedendo aiuto proprio alle Leggende: la resurrezione di Mallus significherebbe la morte della figlia Nora.

Come convincere Nora a non prestare ascolto alla crescente oscurità dentro di sé? Ray azzarda allora una proposta: rimpicciolirsi e letteralmente parlarle nell’orecchio. Come simulare però la voce di Mallus? Semplice ricorrendo ad un attore… John Noble! Ray vola così nel 1999 sul set de Il Signore degli Anelli per fare registrare all’attore alcune battute.

Il piano funziona e le Leggende coadiuvate da Darhk riescono a catturare Nora/Mallus scoprendo però che con un ultimo anacronismo sarà finalmente libero proprio mentre Amaya sta per alterare il corso della storia…

Guest Starring John Noble soffre in parte dei problemi del precedente episodio soprattutto per quanto riguarda lo svolgimento abbastanza convulso ed una regia molto, molto piatta soprattutto nella prima parte dell’episodio.

L’episodio di questa settimana riesce invece a capitalizzare meglio sull’aspetto comic relief essendo di fatto uno degli episodi più folli dell’intera serie: John Noble, che interpreta Mallus, interpreta sé stesso fingendo di essere Mallus. Una situazione che gli americani definirebbero meta e che forse avrebbe meritato maggior spazio anziché essere relegato a poche e frettolose scene.

Ad un solo episodio dalla fine DC’s Legends of Tomorrow è impegnatissimo a far combaciare le tessere di un puzzle che risulta a tratti ancora confuso: la sotto-trama di Amaya in questo episodio ad esempio trova ragion d’essere sono negli ultimi minuti dell’episodio così come il twist di Dahrk risulterà anche troppo scontato.

E’ comunque apprezzabile il tentativo di showrunner e sceneggiatori di far quadrare il proverbiale cerchio, impresa non facile ma che sta prendendo forma a colpi di martello più che di scalpello, resta da vedere se la prossima settimana la conclusione di questa terza stagione sarà soddisfacente oppure sarà un semplice trampolino per la prossima, possibilità che sembra concreta vista sia la conferma del rinnovo sia le voci che vogliono John Constantine come series regular per la prossima stagione e quindi una minaccia mistica libera nello spazio-tempo sarebbe un ottimo aggancio per l’ingresso del mago tabagista in squadra.

Difficile dire se invece la sottotrama di Ava si svilupperà ulteriormente: per il momento non sembra aver alcuna utilità a fini dello scontro finale.

Con soli 40 minuti a disposizione DC’s Legends of Tomorrow ha il difficile compito di confezionare un payoff convincente per questa terza stagione preparando il terreno per la prossima.

telegra_promo_mangaforever_2