Mostri Scatenati 3 & 4 | Recensione

0
Si conclude la saga dei Mostri Scatenati! Le creature terrificanti create da Stan Lee, Jack Kirby e Steve Ditko mettono a soqquadro l’Universo Marvel e solo un ragazzino potrà forse sconfiggerli! Non perdete questi ultimi due volumi imperdibili per tutti i fan della Casa delle Idee!

Come sanno i Marvel fan, la Casa delle Idee, nel corso dei decenni, non ha creato solo supereroi. I generi narrativi affrontati sono stati molteplici e negli anni cinquanta e sessanta gli albi con protagonisti i mostri erano molto popolari. Queste creature apparvero in comic-book antologici e alcuni di essi, per esempio il drago Fing Fang Foom, successivamente vennero inseriti nel contesto del Marvel Universe.
Anche supereroi come la Cosa e Hulk dovevano loro qualcosa e non c’è da stupirsene, considerando che molti di essi furono ideati da Stan Lee, Jack Kirby e Steve Ditko, in pratica gli autori che gettarono le basi dell’universo supereroico Marvel. Di recente è stata pubblicata la miniserie Monsters Unleashed che ripropone i mostri del passato, includendoli definitivamente nel mondo dei supereroi. L’opera è anche un sentito omaggio a Jack Kirby ed è formata dalla mini in questione e da diversi tie-in.

Panini Comics ha deciso di pubblicarla nell’arco di tre albi. Il terzo presenta i capitoli conclusivi, ma è uscito anche un quarto che propone un sequel. La mente di Monsters Unleashed è Cullen Bunn che ha descritto l’arrivo dei mostri chiamati Leviatani sulla terra. Costoro hanno seminato morte e distruzione praticamente in ogni angolo del pianeta e l’intera comunità supereroica ha cercato di fermarli. Tuttavia, un ruolo importante nella trama è stato giocato dal giovane Kei Kawade, un Inumano che ha il potere di evocare i mostri semplicemente disegnandoli.

Quindi è lui la causa di tutto o la risposta è più inquietante? Ad avere qualche informazione al riguardo è Elsa Bloodstone, la cacciatrice di mostri, coinvolta nell’orrore che tormenta il genere umano. Il terzo numero di Mostri Scatenati si apre con Champions 1. MU, albo speciale dedicato alla squadra di Campioni composta da Miss Marvel e soci. Tocca a Jeremy Whitely delineare una story-line sul team impegnato a fermare i Freelancers, gruppo di mercenari dai superpoteri al soldo della corrotta Roxxon. L’autore affronta tematiche ecologiste, anche se non le approfondisce, e concepisce una trama dai toni leggeri e ironici, gradevole e divertente, e naturalmente con la presenza dei mostri. I disegni sono di Ro Stein che ha un tratto forse troppo cartoon, comunque adatto alla leggerezza della vicenda.

Il n. 4 di Monsters Unleashed approfondisce le situazioni introdotte nei capitoli precedenti, con un manipolo di supereroi alle prese con gli invasori e Kei che cerca in tutti i modi di trovare una soluzione, coadiuvato da Moon Girl ed Elsa Bloodstone. Bunn realizza un ottimo mix di supereroismo, fantascienza da b-movie e horror e la sceneggiatura è impreziosita dagli splendidi disegni di Salvador Larroca che costruisce tavole dinamiche e spettacolari.

Si procede con Guardians of The Galaxy 1. MU, one-shot sui Guardiani della Galassia. Anche Star-Lord e compagni devono vedersela con i mostri ma gli scrittori Chad Bowers e Chris Sims si concentrano nello specifico su Rocket Raccoon e Groot. Quest’ultimo, del resto, è a sua volta un mostro ed era ovvio che rimanesse implicato nelle vicende di Monsters Unleashed. Gli autori firmano una storia senza pretese ma che si legge con piacere e i disegni di David Baldeon, sebbene un po’ grezzi, nel complesso sono efficaci.

E poi arriva la dirompente conclusione con il n. 5 di Monsters Unleashed. Cullen Bunn chiude tutte le trame in sospeso, impostando però le premesse del sequel e inserendo in modo definitivo Kei Kawade, con il nome di battaglia Kid Kaiju, nel vivo dell’Universo Marvel, e collegandosi all’immaginario dei mostri nipponici stile Godzilla. Pure in questo caso fa un buon lavoro e i disegni sporchi e oscuri di Adam Kubert sono di grande livello. L’albo finisce inoltre con una breve storia umoristica tratta da Totally Awesome Hulk 1. MU. Il protagonista però non è l’attuale Hulk, ma sua sorella che deve affrontare la bellicosa Lady Hellbender e, tanto per cambiare, alcuni mostri. I testi sono di Leah Williams che opta per l’ironia, mentre i disegni standardizzati di Jahnoy Lindsay sono trascurabili.

Il quarto volume dell’edizione Panini di Mostri Scatenati include invece i cinque numeri del sequel, sempre intitolato Monsters Unleashed, e firmato dall’onnipresente Cullen Bunn. Dopo la sconfitta dei Leviatani, Kei si è trasferito sull’Isola di Mu insieme ai genitori e a Elsa Bloodstone, per volere degli Inumani, allo scopo di comprendere e gestire meglio i suoi poteri. C’è una squadra di mostri da lui evocata, composta da Hi-Vo, Aegis, Mekara, Slizzik e Scragg, tutti più o meno influenzati dai manga.

La situazione potrebbe essere tranquilla ma l’attacco improvviso dell’Uomo Talpa sconvolge l’esistenza di Kei. Bunn si diverte a impostare una story-line basata sull’azione adrenalinica e l’ironia. Gioca con il Marvel Universe, facendo apparire non solo l’Uomo Talpa, presenza in fondo plausibile poiché il villain ha da sempre vari mostri a sua disposizione, ma anche i criminali dell’Intellighenzia e cioè Modok, il Capo, il Pensatore Pazzo e Sinistro che intendono rapire Kei e sfruttarne la capacità di evocare creature gigantesche e spaventose.

Non mancano poi lo SHIELD e la forzuta Lady Hellbender e con questo ampio cast di personaggi Bunn propone una trama di puro intrattenimento, simile a quella di un blockbuster cinematografico. Nel complesso, come ho scritto, è divertente e mantiene ciò che promette: un sano passatempo.

I disegni sono di David Baldeon e di Ramon Bachs. Il primo, lo ribadisco, è un po’ grezzo ma efficace e lo stesso vale per il secondo che ha il merito di caratterizzare sia il protagonista sia i mostri con uno stile vagamente cartoon. Insomma, se vi piacciono le storie di supereroi e quelle di mostri, non potete perdere questi lavori che costituiscono l’intrigante amalgama di due affascinanti generi narrativi.

 

telegra_promo_mangaforever_2