Dragon Ball FighterZ: Broly e Bardack – FighterZ Pass | Recensione PS4

0
Bandai Namco Entertainment pubblica ufficialmente la prima parte del FighterZ Pass ed introduce, nel roster di personaggi giocabili, Broly e Bardack, due dei migliori Saiyan del franchise di Akira Toriyama.

A partire da questa settimana, precisamente da mercoledì 28 marzo 2018, Bandai Namco Entertainment ha finalmente reso disponibile, attraverso i distributori online presenti digitalmente su PlayStation 4/PlayStation Network, Xbox One/Xbox Live e PC/Steam, la prima parte del FighterZ Pass, ovvero il pacchetto aggiuntivo a pagamento che espande l’esperienza di combattimento con ben otto nuovi potentissimi ed incredibili personaggi giocabili che hanno reso celebre la serie ideata da Akira Toriyama.

Bandai Namco Entertainment offre la possibilità di poter acquistare il Season Pass nella sua interezza (€ 34,99) o, in definitiva, a vostra scelta, di acquistare singolarmente (4.99 per ogni articolo) i vari contenuti aggiuntivi che la società videoludica deciderà di diffondere. Di fatti, è giusto sottolineare, che Bandai Namco Entertainment ha deciso di diffondere parzialmente i contenuti del FighterZ Pass e non tutti assieme. Chiaramente chi acquista tutta la soluzione potrà accedere a tutto il parco contenuti extra totalmente gratis confermando l’acquisto dai distributori online.

Dopo aver sottolineato che Bandai ha diffuso i contenuti parzialmente, la prima parte del FighterZ Pass consiste nell’introduzione, nel roster di personaggi giocabili di Dragon Ball FighterZ, di due storici e potentissimi Saiyan tanto amati dagli appassionati, Broly e Bardack. Entrambi i guerrieri sono fin da subito selezionabili e giocabili in tutte le modalità di combattimento.

Broly è uno dei Saiyan sopravvissuti alla distruzione del pianeta Vegeta per mano del malvagio Freezer e, per ben tre volte, è stato un nemico giurato per i nostri eroi in tre lungometraggi ispirati al franchise di Akira Toriyama. Broly è il Saiyan della Leggenda e nel titolo potremo giovare della sua potenza traboccante, appunto, nella modalità del Super Saiyan Leggendario, senza ricorrere alle trasformazioni pregresse.

Nello stage si dimostra imponente occupando gran parte dello schermo quasi sino ad invadere la barra vitale.

Broly si dimostra anche nel videogioco un guerriero devastante ed estremamente potente che non ha bisogno di difendersi dagli attacchi deboli. E’ un personaggio fondamentale da includere nel proprio team da tre guerrieri se si aspira ad una vittoria certa. Nonostante l’imponenza il guerriero si presenta anche con una buona gittata, pertanto l’utente prova il controllo di un vero Saiyan terrificante. Tuttavia l’imponenza inficia la rapidità, difatti i movimenti risulteranno a volte pesanti e se non si è preparati, un guerriero più agile può avere la meglio.

Le tecniche fisiche sono esplosive, ma inefficaci se ci si difende a dovere. Il parco mosse finali e speciali è devastante e anche molto soddisfacente per gli utenti che giocano. Difatti, Broly può ricorrere, rispettivamente ai devastanti ed esplosivi “Cannone Eliminatore” e al “Meteorite Gigante” i quali riproducono fedelmente due tecniche caratteristiche di Broly che evidenziano la potenza dal colore verde. Le due tecniche sono effettivamente degli assi per Broly che sono stati svelati nei film a lui dedicati e Dragon Ball FighterZ permette all’utente di rivivere magicamente quei storici momenti.

Dragon Ball FighterZ possiede anche la fantastica componente delle “Dramatic Finish Scenes” con le quali, alla fine di ogni scontro rispettando delle determinate condizioni, saranno innescate delle scene storiche e celebri che interessano Broly, in questo caso.

Broly vanta due Dramatic Finish Scenes. La prima, nel caso il Leggendario sia sconfitto da Goku, sarà innescata la storica scena cinematografica(Dragon Ball Z: Il Super Saiyan della Leggenda) nella quale Goku sconfigge Broly per la prima volta con il pugno miracoloso colmo di forza di tutti gli eroi di Dragon Ball. La scena, interpretata in chiave Dragon Ball FighterZ, è estremamente fedele a quella del lungometraggio nella quale si verifica ed è talmente accurata che l’utente si ritroverà per un attimo spettatore e non giocatore.

La seconda, nel caso in cui Broly sia sconfitto da Gohan (adulto), si innescherà la scena finale del secondo film in cui appare lo stesso Broly (Dragon Ball Z: Sfida alla Leggenda), nella quale Gohan assieme a Goten scatenano una Kamehameha per sconfiggere il Leggendario che nel frattempo ha minacciato la terra con una potente Meteorite Gigante. Infine, arriverà Goku, che nel frattempo non era in vita, a supportare i suoi figli, a lanciare una terza Kamehameha, e a sconfiggere Broly esattamente come nel film.

Passando a Bardack, il potente Saiyan è stato il padre di Goku eliminato nel momento in cui ha cercato di difendere il pianeta Vegeta dall’attacco di Freezer.

Nel videogioco, il padre di Goku possiede una forza ed una velocità fantastica e versatile, degna di un grande Saiyan. L’agilità è il suo punto forte e il combattimento ravvicinato corpo a corpo, se si è esperti, permetterà all’utente di battere persino guerrieri devastanti, come Broly in questo caso. Tuttavia, nonostante convogli queste abilità è un personaggio complesso dalle tecniche difficili da padroneggiare. D’altro canto, l’avversario avrà anche bisogno di una giusta dose di allenamento per prevenire agli attacchi del Saiyan.

Oltre alla rapidità del corpo a corpo, Bardack possiede l’abilità delle tecniche supreme “Giavellotto della Rivolta” e “Attacco Vendicativo”. Quest’ultima, in particolare, convoglia tutta la forza vendicativa del Saiyan innescando un impeto di calci e pugni istantanei sino a concludere con l’esplosione di una potente onda d’energia supportata dalla trasformazione del guerriero in Super Saiyan.

Nel titolo, infatti, Bardack sarà utilizzabile esclusivamente in modalità base, ma nel momento della sua tecnica suprema si trasformerà in Super Saiyan come accade nello speciale animato “Dragon Ball: Episode of Bardock”.

In merito alla Dramatic Finisher Scene, Bardack ne possiede una e si innesca nel momento in cui si sconfigge Freezer in combattimento. Una volta aver vinto, Freezer si infuria e cerca di eliminare il Saiyan e il pianeta Vegeta come successo nel film “Dragon Ball Z: Le Origini del Mito”. Mentre sta morendo, Bardack, tuttavia, ha una visione del figlio Goku che vendica i Saiyan sconfiggendo Freezer, ma in quel preciso momento Dragon Ball FighterZ modifica la storia.

Difatti, Bardack con decisione pretende di essere lui a vendicare i Saiyan e, trasformandosi in Super Saiyan, sconfigge definitivamente il malvagio Freezer scagliando tutta la rabbia e la vendetta della razza guerriera più forte di sempre.

La prima parte del FighterZ Pass non aggiunge una parte di storia o una modalità, ma semplicemente due potentissimi personaggi che sono stati tanto amati dagli appassionati e che meritano il loro posto nel roster di un videogioco ispirato al franchise di Akira Toriyama. Il punto a favore di questa scelta è l’effetto sorpresa quando l’utente scoprirà i prossimi sei personaggi giocabili, ma il punto a sfavore è effettivamente il prezzo per ciascun personaggio (quasi 5 Euro per ogni articolo) con la possibilità di utilizzarli fin da subito, senza neanche introdurre una missione extra o un mini arco narrativo che giustifichi lo sblocco di tali personaggi.

E’ più alto un aggiunta per gli appassionati della serie e non per un semplice videogiocatore che vuole godere di un picchiaduro fantastico sia dal punto di vista del gameplay che dalla grafica.

Le tecniche e le scene cinematografiche finali sono fantastiche, divertenti e fedeli agli originali, ma forse troppo limitate e ciò potrebbe inficiare sulla longevità di gioco.

telegra_promo_mangaforever_2