One Piece – Episodio 826: Sanji ritorna – Schianto! Il Tea Party dall’inferno | Recensione

Pubblicato il 19 Febbraio 2018 alle 20:00

Rufy e Sanji si sono ritrovati e vengono contattati dai compagni ancora nel Mirro World, con i quali mettono in atto un piano di azione per il Tea Party, sempre più vicino.

Grazie a due frammenti di specchio i nostri, divisi in due gruppi, riescono finalmente a comunicare. Rufy dà ai suoi compagni la splendida notizia del ritrovamento di Sanji, tuttavia non è ancora finita: Rufy ha deciso di aiutare Sanji a sventare i piani di massacro di Big Mom, per cui l’unico modo per farlo ritornare definitivamente sulla Sunny è quello di restare ancora su Whole Cake Island per salvare la vita dei Vinsmoke, notizia che sembra stupire e turbare i prigionieri del mondo degli specchi.

  • Una strategia pericolosa

Mettersi contro uno dei 4 Imperatori durante un evento importante come il Tea Party, a maggior ragione se si è in così netta inferiorità numerica: mentre al Tea Party, che culminerà nella cerimonia matrimoniale/mattanza dei Vinsmoke, saranno presenti Big Mom, la sua ciurma al gran completo e i peggiori criminali del mondo, i nostri sono soltanto in 8.

Per questo Jinbe ha pensato a un piano d’azione che potrebbe risultare un successo, ma si tratta di una proposta pericolosa: l’Uomo Pesce è infatti venuto a conoscenza, grazie alle preziose informazioni fornite da Pekoms, di un ulteriore piano/complotto e, dopo aver messo Rufy al corrente delle nuove informazioni, gli fa la sua proposta. Non prima, però, di averlo messo in guardia da un personaggio ormai noto: il pirata della Generazione Peggiore e mafioso Gang Bege.

  • A mente fredda

 

Jinbe è un uomo profondamente razionale e che riesce a mantenere il controllo anche nelle situazioni più disperate, come ha dimostrato, ad esempio, dopo la morte di Ace: in quella occasione, non si è lasciato coinvolgere emotivamente dal profondo dramma che aveva appena colpito Rufy, ma, ragionando con estrema lucidità, è riuscito a trovare le parole giuste per dare forza al suo nuovo amico.

Il nostro eroe non ha certo esaurito la sua calma e la sua freddezza, per cui decide di mettere al corrente anche Rufy e Sanji di alcune informazioni in suo possesso e che ha già condiviso con i compagni nel Mirro World.

Jinbe racconta in breve il passato, finora nell’ombra, di Gang Bege, affermando che nel West Blue, il suo luogo di origine, esistono 5 potenti famiglie che hanno il controllo completo della malavita locale. E Gang Bege è uno dei boss che controllano una delle famiglie.

In gioventù Bege era chiamato “Teppoudama”, parola giapponese che sta per “proiettile” e che viene anche usata per identificare un sicario della Yakuza che uccide i leader di organizzazioni nemiche. Come si era già potuto intuire, però, l’ispirazione per questo personaggio, per la sua gang, per le narrazioni di cui è protagonista e per il suo stesso nome sono le gang mafiose italo-americane, e in particolar modo Bege è modellato sulla base di Al Capone.

Le scene presentate sono infatti ricchissime di riferimenti anche ai film ispirati al mondo della malavita negli Stati Uniti, presentando dei personaggi che sono rappresentano alla perfezione quegli stereotipi, dall’abbigliamento alle armi impiegate.

Bege è un uomo molto pericoloso, e potrebbe essere un nemico temibile sul campo di battaglia insieme a tutti gli altri partecipanti al Tea Party, tenendo anche presente che la sicurezza dell’intero evento è stata affidata proprio a Bege, per cui serve una buona strategia, ma il tempo potrebbe non essere sufficiente: mentre tutti gli invitati alla grande festa di Big Mom si sono preparati da moltissimo tempo a qualunque evenienza e hanno pianificato il da farsi nei minimi dettagli, ai nostri restano ancora solo 5 ore prima dell’inizio del Tea Party, previsto per le 10:00.

  • “Mi piace questo piano e mi eccita farne parte: facciamolo!”

A questo punto, l’episodio si fa davvero molto, molto interessante, poiché Jinbe informa Rufy e Sanji di un altro complotto che potrebbe portare a un ulteriore spargimento di sangue durante il Tea Party. Già questa notizia è abbastanza sconvolgente di per sé, ma non è finita qui: Jinbe si spinge oltre, facendo a Rufy una proposta che ha dell’incredibile. Non vi sveleremo nulla, ma saranno davvero due belle sorprese!

Negli ultimi minuti dell’episodio queste informazioni sono date con un ritmo più frenetico rispetto al resto della puntata, perché si susseguono immediatamente l’una dopo l’altra, dando pochissimo tempo agli spettatori per metabolizzarle, il che trasmette anche a chi guarda l’episodio la frenesia dell’azione, causata dal fatto che il tempo è davvero agli sgoccioli, al punto che un certo accadimento viene semplicemente presentato, senza mostrare come ci si è arrivati.

Ma forse ne sapremo qualcosa di più la prossima settimana. Nel frattempo, se siete curiosi e non temete qualche spoiler, anche riguardante l’episodio preso qui in esame, potete dare un’occhiata alle anticipazioni per il prossimo episodio di One Piece, dal titolo “Riunione segreta – Rufy Vs. i pirati Fire Tank“:

Articoli Correlati

Dopo una breve “separazione”, nel Settembre del 2019 la Sony Pictures e la Disney hanno siglato un nuovo accordo che...

25/11/2021 •

21:50

La nuova trasposizione anime dello shonen manga Shaman King di Hiroyuki Takei prosegue la propria corsa. Ai nastri di partenza...

25/11/2021 •

18:03

Goku è di nuovo protagonista dell’annuale Macy’s Parade, la tradizionale parata per il Giorno del Ringraziamento che...

25/11/2021 •

17:45