I Ninja della serie LEGO tornano dopo anni di assenza con un videogame basato totalmente sul film uscito nelle sale.

Il mondo dei LEGO è ormai una certezza non solo per quanto riguarda i prodotti a tema ispirati dai vari film, ma anche per quanto riguarda veri e propri franchise originali: oltre a quello di Batman (che merita un discorso a parte perché si parla sempre di uno dei personaggi più famosi del mondo DC Comics) è emerso come spin off di LEGO Movie anche il mondo di Ninjago, nato come linea di giocattoli, poi serie animata e ora anche film indipendente basato sulle avventure di un gruppo di sei ninja intenti a sventare i piani malvagi di Lord Garmadon.

UNA SALA IN CASA

La trama del videogame risulta essere molto semplice, non solo per la sua linearità ma perché ricalca fedelmente quella del film: il gruppo di ninja guidato dal maestro Wu si troverà impegnato nel fermare l’invasione di Ninjago City da parte di Lord Garmadon e i suoi sottoposti, il tutto cercando di padroneggiare le tecniche dell’antica arte dello SpinjitsuTra ironia e avventura, i videogiocatori si trovano a “smontare” letteralmente i cattivi!

LEGO MOVIE

Come ogni gioco d’avventura che si rispetti, anche in questo nuovo titolo della serie Ninjago le avventure saranno contornate da alcuni spezzoni di filmati animati, che ricalcano ovviamente le scene viste in sala. Proprio per questo, la componente narrativa risulta delle volte limitata (come se gli sviluppatori, in un certo senso, non volessero riproporre interamente l’esperienza cinematografica in quella videoludica) nonostante la componente grafica sia ben curata e i dialoghi mantengano il tono ironico sul classico livello LEGO. Risultano piacevoli anche i dialoghi tra i personaggi durante l’avventura, in grado di tenere compagnia al giocatore e “spezzare” il ritmo, specialmente ai videogiocatori meno abituati alla tensione (un altro punto che sottolinea come il titolo sia maggiormente godibile dai bambini).

SPINJITSU & CO

LEGO Ninjago maniente le classiche modalità del gameplay di un platform action, mettendo a disposizione del ninja di turno una serie di combo sfruttabili anche per ottenere gettoni LEGO extra. Durante la storia si può passare da un ninja all’altro, con l’esperienza che per questo è godibile anche da più giocatori in modalità locale. Oltre alla storia (relativamente facile da completare e abbastanza corta) il titolo offre le solite modalità extra tipiche dei giochi LEGO: collezionare oggetti extra (compresi i molti personaggi, poco utili però al fine della storia), sbloccare missioni secondarie e completare minigiochi scorrazzando qua e là per Ninjago City.

CONCLUSIONE

Nella sua interezza, LEGO Ninjago Il film: videogame si presenta come un titolo ancorato alla classicità dei giochi LEGO, nonostante risulti essere più breve e forse meno curato a livello di modalità (nonostante nel sistema di combattimento ci siano delle piacevoli sorprese). Il collegamento col film lo rende probabilmente più godibile per gli appassionati del franchise, specie se si tratta di piccoli fan di ritorno entusiasti dalle sale cinematografiche. Per tutte le età comunque, le ore di divertimento coi titoli LEGO non mancano mai!

telegra_promo_mangaforever_2