La Terra di Mezzo: L’Ombra della Guerra | Recensione PS4

0
Bentornati nella Terra di Mezzo, Raminghi.

Talion e Celebrimbor sono tornati per infliggere un duro colpo alle armate del Signore Oscuro, e questa volta avranno dalla loro un nuovo Anello del Potere, forgiato dallo stesso Celebrimbor per poter dominare le menti degli Orchi nemici e asservire la loro volontà al Lucente Signore.

Il nuovo Anello del Potere, Shelob e Minas Ithil: inizia l’avventura.

La Terra di Mezzo: L’Ombra della Guerra inizia con una lunga e affascinante scena cinematica, atta a introdurre la storia: Celebrimbor, il fabbro elfo che creò gli Anelli del Potere per Sauron, è ancora unito a Talion, il ranger già protagonista di La Terra di Mezzo: L’Ombra di Mordor, di cui questo nuovo titolo costituisce il diretto seguito.

Insieme, i due riusciranno a creare un nuovo Anello del Potere, scevro dall’influenza dell’Oscuro Signore, con il quale ritorcergli contro le sue stesse armate di Orchi. Purtroppo, però, Talion si vedrà costretto a cedere il nuovo Anello del Potere a Shelob, la quale lo userà per avere una visione del futuro, che condurrà Talion a Minas Ithil, l’ultima fortezza gondoriana rimasta a Mordor.

Talion dubita delle intenzioni di Shelob, ma Talion è più propenso a sfruttarne l’aiuto: chi dei due avrà ragione? E riusciranno ad avere la meglio sulle forze del Re Stregone?

Un vasto mondo da esplorare suddiviso in aree

Il mondo di gioco di La Terra di Mezzo: L’Ombra della Guerra consta di ben 5 diverse aree o Regioni, più o meno vaste: si tratta di Minas Ithil, Chirit Ungol, Gorgoroth, Seregost e Nurnen, che si sbloccheranno procedendo nella storia principale.

Le ambientazioni sono molto curate e appaganti per la vista, con scorci davvero molto suggestivi, anche se graficamente il gioco ha le sue pecche, almeno su PS4, soprattutto per quanto riguarda, ad esempio, al resa dei capelli in alcuni personaggi:

Le mappe di gioco delle singole aree sono incredibilmente dettagliata e ricche di diverse icone, tutte spiegate attraverso una legenda completa:

Potete anche accedere a una mappa del mondo, anch’essa davvero ben realizzata e molto suggestiva, e che potrete usare per viaggiare rapidamente da una location all’altra. Questo sarà l’unico modo per spostarsi fra le varie aree di gioco, poiché le singole aree hanno dei confini ben precisi, oltre i quali non è possibile procedere a piedi o su una cavalcatura:

Entrambe le mappe sono in 3D, per cui potrete ruotare la telecamera per poter inquadrare ciò che vi interessa. Il gioco prevede anche una minimappa rotante in basso a sinistra, per rendere l’orientamento più semplice. Ovviamente, sulla mappa sarà possibili scegliere un obiettivo, cliccando sul tasto “X”.

L’imbarazzo della scelta: i divertimenti di Mordor

Alla vastità del mondo di gioco corrisponde una grandissima varietà di opzioni per i giocatori, che potranno così arricchire notevolmente l’esperienza di gioco già di per sé molto ricca fornita dalle missioni principali della storia.

Haedir: sono le Pietre Veggenti di Mordor, pallide imitazioni del Palantir, usate da Sauron per sorvegliare Mordor. Purificandole, sbloccherete su quelle torri dei punti per il Viaggio Rapido. Inoltre, potrete usarle per identificare punti di interesse e collezionabili, i cui indicatori verranno così aggiunti in mappa:

Porte di Ithildin: trovando tutti gli Ithildin nell’area potrete sbloccare la porta completando la poesia iscritta su di essa, il che vi permetterà di ottenere pezzi di equipaggiamento molto rari.

Ricordi di Shelob: ricostruendo i frammenti di memoria di Shelob scoprirete la verità sulla sua storia:

Potrete inoltre scontrarvi contro armate di Orchi provenienti da ben 7 diverse tribù, cercando di uccidere i custodi degli Avamposti o vendicandovi di chi vi ha ucciso nelle missioni Faida, ma anche mettendo lo zampino nelle Esecuzioni o impedendo che portino a destinazioni dei Rifornimenti.

Gli Orchi sono tutti diversi fra loro, anche in base alla tribù di appartenenza, che ne determinerà anche caratteristiche varie che ne modificano il move set.

Il ritorno del Sistema Nemesi

Tutto questo scombussolerà (e non poco) gli equilibri di potere all’interno dell’area in cui vi troverete, grazie al premiato Sistema Nemsi, che vi farà incontrare nemici e Capitani Orchi sempre nuovi, in base alla zona in cui vi troverete e alle vostre azioni: uccidere un Capitano lascerà un posto vuoto, mentre essere uccisi porterà il vostro assassino a salire di grado (e di livello):

All’inizio, non avrete informazioni sui Capitani, ma potrete ottenerle facilmente interrogando un Verme, in modo da conoscerne punti deboli e di forza, il che vi consentirà di adottare la strategia migliore per poterlo sconfiggere.

Gli indicatori presenti sulla testa di alcuni di loro indicano che la missione che li riguarda avrà una durata limitata, indicata dalle 3 tacche sotto l’icona. Se non riuscirete a portare a termine queste missioni prima che il contatore raggiunga lo zero, la missione si risolverà automaticamente, e non sarà più disponibile.

Il Sistema Nemsi vi consentirà inoltre di ottenere Alleati che potrete richiamare in battaglia al vostro fianco.

Potrete comunque scegliere di adeguare la difficoltà del gioco in base al livello di sfida che preferite: dalla voce “Opzioni”, potrete cambiare livello di difficoltà in qualsiasi momento, potendo scegliere fra Facile, Normale e Nemesi.

Giocare a livello Nemesi è una bella impresa, anche perché è proprio qui che il Sistema Nemsi è maggiormente apprezzabile: se sceglierete di giocare a livello di difficoltà Nemesi, i nemici non solo saranno più forti, ma varieranno il loro comportamento in battaglia in base ai vostri attacchi, adattandosi a essi con delle contromosse che renderanno di fatto del tutto inefficaci attacchi che fino a poco prima invece lo erano.

L’unione fa la forza: come sfruttare al meglio le abilità di Talion e di Celebrimbor

Le abilità dei due protagonisti di La Terra di Mezzo: L’Ombra della Guerra vi permetteranno di personalizzare moltissimo la vostra esperienza di gioco, basandovi sullo stile di gioco che preferite.

Lo sviluppo del personaggio è diviso in rami; mentre alcune abilità potranno essere acquisite con i Punti Abilità, altre si sbloccheranno automaticamente proseguendo nella storia principale, e ancora alcuni Potenziamenti e Abilità potranno essere acquisiti solo al raggiungimento di un certo livello.

Lo stesso vale anche per i Potenziamenti, ma attenzione: anche se potrete acquisire tutti i Potenziamenti per una abilità, potrete usarne solo uno alla volta:

Il gameplay risulta nel complesso fluido, caratteristica indispensabile quando ci si trova in combattimento in netta inferiorità numerica. Tuttavia, quando si effettuano movimenti rapidi o si corre, i comandi risultano sfuggenti, il che rende invece difficoltoso controllare al meglio i movimenti e la direzione degli attacchi di Talion.

Inoltre, può capitare che un nemico si trovi incastrato in un oggetto, cosa che può anche capitare al vostro Talion, rendendo impossibile procedere.

Grazie alle tante abilità sbloccabili, potrete scegliere se impostare il vostro gameplay sull’essere furtivi, sugli attacchi a distanza o su quelli corpo a corpo. Potrete inoltre acquisire l’abilità di cavalcare diverse creature che dimorano a Mordor, inclusi i Drachi.

Per quanto riguarda l’equipaggiamento, esistono 4 diverse varianti, in base alla rarità dei pezzi: Standard, Raro, Epico e Leggendario. Alcuni di questi pezzi, i più rari, possono essere potenziati portando a termine determinate sfide, e acquistando in seguito il potenziamento con i Mirian, la moneta in game.

Le armi e l’equipaggiamento dispongono inoltre di uno slot in cui inserire una gemma. Ve ne sono di 3 tipi diversi e se ne avrete 3 dello stesso tipo potrete usare le abilità di Celebrimbor per poterle fondere, ottenendo in questo modo una gemma più grande e dalle caratteristiche migliorate.

Potrete ottenere pezzi di equipaggiamento sconfiggendo i Capitani Orchi, portando a termine delle missioni, in attività online oppure con il caro, buon vecchio denaro.

E qui veniamo alla nota dolente: l’aggiunta delle microtransazioni. Nella sezione Mercato di La Terra di Mezzo: L’Ombra della Guerra potrete acquistare dei Forzieri, alcuni dei quali con il Mirian in vostro possesso in game, atri invece, i più preziosi, ovviamente, dovranno essere acquistati con una moneta speciale, che potrete ottenere in cambio di denaro reale.

In questi forzieri potrete trovare equipaggiamento e potenziamenti anche molto rari e potenti, in base alla spesa, che vi potrebbero facilitare notevolmente le attività online.

Il mio mondo non è abbastanza, prenderò anche il tuo. O ti vendicherò?

La storia della campagna principale di La Terra di Mezzo: L’Ombra della Guerra consta di per sé di molte missioni, che vi terranno incollati al gioco per parecchie ore, alle quali vanno aggiunte quelle utili per appropriarsi di tutti i collezionabili e per portare a termine altre missioni secondarie o l’omicidio di massa degli Orchi.

A tutto questo va aggiunta anche la sezione dedicata al multiplayer, divisa in faida Online e Conquista Online, entrambe indicate in mappa una volta che saranno disponibili, proseguendo nella campagna principale.

Faida Online: in questa modalità, potrete vendicare un altro giocatore uccidendo voi stessi L’orco che lo ha fatto fuori, entrando nel suo mondo di gioco. Se riuscirete nell’impresa, entrambi riceverete delle ricompense.

Conquista Online: una volta conquistata la vostra prima Fortezza in game, potrete provare a prendere anche quelle di altri giocatori, in partite sia Classificate che Amichevoli, ma solo vincere le prime vi farà guadagnare un bel bottino:

Per potervi preparare al meglio a questi scontri, dovrete reclutare nuovi e potenti Capitani Orchi, di cui potrete piegare la volontà e che, da quel momento in poi, saranno vostri fedeli alleati. Potrete anche acquistare per loro dei potenziamenti, ma vale sempre la regola che potrà esserne attivato solo uno per volta.

Per accedere alla schermata di controllo del vostro Esercito, dovrete andare nel sottomenu di Esercito chiamato “Potenziamenti Assedio”, accessibile premendo il tasto R1. Da qui potrete scegliere non solo quali Orchi mettere a difesa della vostra Fortezza, ma anche quali potrete chiamare in vostro soccorso nei momenti di difficoltà, nelle vesti della vostra personalissima Guardia del Corpo:

Gli Orchi vostri seguaci potranno inoltre essere inviati in missione per conto vostro, e potrete potenziarli facendoli combattere nelle Fosse. Potrete perfino assistere agli scontri!

La colonna sonora è molto curata e piacevole, e la si può apprezzare fin dall’avvio del gioco che, per essere così vasto, ha anche dei tempi di caricamento tutto sommato brevi, Il sonoro è molto curato anche per quanto riguarda il doppiaggio, completamente in italiano, e i rumori della battaglia, il che rende nell’insieme l’esperienza di gioco ancor più piacevole.

In definitiva, La Terra di Mezzo: L’Ombra della Guerra è un seguito anche migliore di La Terra di Mezzo: L’Ombra di Mordor, più ricco e vario del suo già notevole predecessore, con una storia avvincente e una ricchezza e varietà notevolissime nel gameplay, tale da renderlo un titolo davvero longevo e piacevolissimo da giocare, nonostante i punti negativi delle microtransazioni e dei movimenti non sempre precisi.

Un must per gli amanti del genere, talmente ben realizzato da risultare piacevolissimo anche a chi non ha ancora avuto modo di giocare al suo predecessore.

telegra_promo_mangaforever_2