E’ arrivato il momento della Rinascita DC! Cosa succederà ad Hal Jordan e agli altri straordinari personaggi del Corpo delle Lanterne Verdi? Scopritelo nel primo numero della nuova serie di Lanterna Verde!

Come ho scritto in molte occasioni, la DC ci ha abituato alle Crisi e ai reboot del suo complesso universo narrativo. Queste riletture fanno ormai parte da tempo della tradizione della casa editrice e di conseguenza l’operazione Rebirth non stupirà i fan più scafati.

Tuttavia, Rebirth, pur rappresentando un punto di partenza ideale per i neofiti, non cancellerà tutto ciò che è accaduto in precedenza e ciò vale pure per la discussa operazione New52.

Ma cosa sta succedendo? Chi ha già letto lo speciale Rinascita ne è già a conoscenza ma non spoilero per non rovinare la sorpresa di coloro che ancora devono farlo.

Basti dire che, tanto per cambiare, sembra che ci sia una minaccia in agguato che coinvolgerà l’intero DCU e che diversi elementi dell’era pre-New52 saranno ripresi. Le principali testate ripartono quindi dal numero uno e Lion sta traducendo quelle più rappresentative.

Il mensile di Lanterna Verde ricomincia dunque dal principio e con questa uscita iniziale potrete scoprire come se la passano Hal Jordan e soci. Negli ultimi anni Green Lantern ha raggiunto livelli di popolarità impensabili grazie a Geoff Johns, l’autore che ha fatto la fortuna della DC con il suo indiscusso talento e la sua inventiva.

Ha avuto il merito di approfondire e rendere attuali molti degli elementi classici della serie, introducendo però idee al passo con i tempi.

Da quando Lanterna Verde è passato nelle mani di Robert Venditti le cose sono cambiate e non in meglio. Costui ha ideato story-line noiose e involute, dando l’impressione di non avere le idee chiare. Ed è ciò che si rileva nel n. 1 di Hal Jordan and The Green Lantern Corps.

Il comic-book, come è facile intuire, è incentrato su Hal che di recente si è trasformato in un essere di energia. Consapevole del pericolo imminente, tenta di tornare alla sua forma precedente e tutto questo avviene mentre Sinestro è il dominatore incontrastato dell’universo; ma nemmeno lui è in buone condizioni.

Venditti scrive un episodio esile, con testi ripetitivi e ridondanti, limitandosi a riassumere gli eventi salienti del passato senza incuriosire. Ovviamente, un capitolo non è sufficiente per dare un giudizio articolato ma, se queste sono le premesse, la serie non sembra promettente.

Nell’albo è poi incluso il n. 1 di Green Lanterns, comic-book dedicato alle due attuali Lanterne Verdi presenti sulla Terra: Simon Baz e Jessica Cruz, introdotti da Johns nelle passate gestioni.

Geoff Johns è l’autore dei testi, coadiuvato da Sam Humphries. La storia è migliore di quella di Venditti ma Johns ha fatto cose più entusiasmanti. Tuttavia, la serie ha parecchie potenzialità, sia perché i personaggi principali sono interessanti, sia perché Johns, dopo gli sconvolgenti avvenimenti della Notte Più Profonda e del Giorno Più Splendente, pare alludere a una nuova, catastrofica profezia.

Peraltro, le vicissitudini di Simon e Jessica influenzeranno anche la Justice League; quindi, il comic-book, dal punto di vista della continuity, è da tenere d’occhio.

Entrambe le collane sono illustrate da Ethan Van Sciver, penciler di solito valido ma che stavolta non dà il meglio di sé. Fornisce una prova svogliata e, specialmente nell’episodio di apertura, le figure umane sono spesso tirate via.

Nell’avventura di Green Lanterns, invece, le chine di Ed Benes mal si adattano al suo stile e smorzano notevolmente il dinamismo delle matite. In definitiva, questo albo, almeno adesso, merita una sufficienza e niente di più.

telegra_promo_mangaforever_2