Con una serie di votazioni che si sono svolte durante il corso dell’anno passato, i lettori di CBR hanno decretato i migliori cicli narrativi della storia dei comics.

Oltre 1000 ballottaggi e una marea di voti hanno portato i redattori di CBR a stilare questa classifica di cui vi riportiamo i primi dieci classificati. Il quesito chiedeva ai lettori di assegnare un voto da 1 a 10 ai cicli narrativi realizzati da singoli team creativi in gara. Ne è venuta fuori una classifica davvero interessante da cui potreste prendere spunto per recuperare qualche storia che finora vi siete lasciati sfuggire.

10. LANTERNA VERDE di Geoff Johns.

A Geoff Johns toccò un compito davvero difficile: portare una nuova “luce” (perdonatemi il gioco di parole) su Hal Jordan e il Corpo delle Lanterne Verdi.

Dopo che negli anni ’90 Hal uscì letteralmente di testa diventando il cattivo noto come Parallax, sembrava che l’epoca d’oro della “più grande tra le Lanterne Verdi” fosse definitivamente tramontata, ma Johns, a distanza di alcuni anni da quando decise di fondere l’anima di Hal Jordan con lo Spettro, riuscì a imbastire un’epopea che è già storia: Lanterna Verde Rinascita.

Nello spazio di una miniserie venne rivisto completamente il concetto di Parallax, trasformandolo in una entità indipendente dallo stesso Hal e che lo stava infettando come un parassita; John Steward e Guy Gardner (ripulito dagli innesti alieni) tornarono ad affiancare Hal come Lanterne Verdi; si posero le basi per la rinascita del Corpo; Sinestro tornò in scena in grande stile, come architetto degli anni di sofferenze patite da Jordan.

E come se non bastasse, a questa mini seguì una gestione pluriennale della serie regolare Lanterna Verde da parte di Johns. Una gestione che ci ha fatto conoscere una pluralità di Corpi di Lanterne che spaziavano lungo lo spettro emozionale e riprendevano i colori dell’arcobaleno, dall’Indaco fino al Rosso, passando dalle temibili Lanterne Gialle dello stesso Sinestro. Senza poi dimenticare le trame e sottotrame che per anni ci hanno regalato storie emozionanti e momenti di grande pathos, da La Notte Più Profonda fino al ciclo conclusivo che ha introdotto la Prima Lanterna. Emozioni pure.