Genkaku Picasso vol.1

Autore: Usamaru Furuya
Editore:
Star Comics
Provenienza:
Giappone
Prezzo:
€ 5,90

Recensione


Hikari Hamura, detto Picasso, è un giovane studente che passa gran parte del suo tempo a disegnare, sperando un giorno di diventare un celebre artista. Sempre concentrato a riempire il suo blocco per gli schizzi, è considerato da tutti un tipo eccentrico, tranne che dalla sua compagna Chiaki, unica persona con la quale Hikari riesce a relazionarsi.

Un giorno, mentre i due ragazzi si trovano come loro solito sulla riva del fiume, un elicottero precipita, uccidendo Chiaki. Il terribile incidente segna profondamente l’introverso Picasso, che si ritrova miracolosamente illeso e dotato di un potere speciale: nel momento dell’impatto, infatti, Chiaki pregando affinchè il suo amico potesse salvarsi, gli ha conferito la capacità di leggere l’animo delle persone tramite i suoi disegni.

Aiutato dallo spirito della sua amica, l’impacciato protagonista inizia controvoglia la sua missione per aiutare il prossimo e conservare così il suo corpo e la sua nuova vita.

Star Comics porta in Italia “Genkaku Picasso”, miniserie in tre volumi firmata da Usamaru Furuya (“51 modi per salvarla”).

Il tratto di Furuya è sottile e pulito, per uno stile assolutamente personale che pone molta attenzione ai dettagli. Il character design è quindi piuttosto originale, con figure che guardano al grottesco, specialmente quelle maschili, caratterizzate con accorgimenti grafici che ne alterano i lineamenti, rendendoli quasi femminili.

Vero punto di forza di quest’opera rimangono in ogni caso i disegni di Picasso, magistrali tavole non inchiostrate dove la formazione artistica di Furuya si esprime con maggiore libertà, emancipandosi dalle regole della narrazione a fumetti, che per molti versi l’autore non riesce a fare mai del tutto proprie.

Le pagine scorrono facilmente, grazie a una composizione delle vignette ordinata ma dinamica che riesce a seguire bene il ritmo di questa commedia scolastica dai toni soprannaturali che vuole far leva principalmente sull’introspezione dei personaggi piuttosto che sull’azione.

Per quanto riguarda il piano narrativo, “Genkaku Picasso” non presenta grandi spunti di originalità, finendo con il proporre una storia che manca del giusto mordente per poter dare nuova linfa ai clichè su cui è costruita.

Protagonisti e situazioni risultano quindi abbastanza stereotipati e privi di vitalità, non aiutati di certo dalla struttura episodica dei capitoli, che già al termine del primo volume rischia di annoiare il lettore, per via di un modo troppo semplicistico di analizzare comportamenti e sentimenti dei personaggi. Il risultato finale è una trama leggera e tutto sommato piacevole, che tuttavia non riesce ad andare veramente in profondità, appiattendo su un banale schema causa-effetto le psicologie delle figure in scena.

L’edizione italiana proposta da Star Comics è davvero ben confezionata, per un volume di grande formato (13×18) e piuttosto consistente (256 pagine in bianco e nero), con sovraccoperta, mini-poster pieghevole a colori su carta lucida, e note sulla cover in brossura. La carta utilizzata è bianca e resistente, con rilegature solide. Scorrevole l’adattamento. Il rapporto qualità-prezzo è quindi più che proporzionato.

In conclusione, Genkaku Picasso è un’opera che nonostante non spicchi per particolare originalità, si presenta comunque come una lettura piacevole, in special modo dal punto di vista grafico. Consigliato agli amanti del genere e ai fan di Furuya.


VOTO: 7,5

telegra_promo_mangaforever_2

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui