Arriva una nuova selezione di storie tratta da Batman Black & White! Non perdete le interpretazioni grafiche e narrative di numerosi maestri del fumetto internazionale imperniate sull’affascinante figura del Cavaliere Oscuro!

batman_black_and_white_5

Come ho avuto modo di scrivere in diverse occasioni, uno dei motivi del fascino che Batman esercita su tanti lettori è dato dal fatto che è passibile di svariate interpretazioni grafiche e narrative. Per questo nel corso dei decenni il Cavaliere Oscuro è stato protagonista di storie tipicamente supereroiche, kitsch e demenziali, horror, thriller e noir, adulte nell’impostazione oppure mainstream. La prova della versatilità del character è data da Batman Black & White, collana antologica che presenta episodi autoconclusivi, tutti rigorosamente in bianco e nero, realizzati da una pletora di artisti di livello internazionale.

Lion pubblica il quinto tp dedicato a questo tipo di produzioni e bisogna ammettere che il livello qualitativo è elevato. Il volume si apre con una vicenda cupa e drammatica imperniata su un Dick Grayson alle prime armi che affronta una gang di spacciatori con Batman dietro le quinte a fare da supervisore. Testi e disegni sono dell’ottimo Lee Bermejo che, facilitato dalla monocromia, realizza tavole oscure e dark molto suggestive nonché una delle versioni migliori e più convincenti del Detective Incappucciato. Si procede poi con una delle rivelazioni del comicdom degli ultimi anni, Damion Scott, che con il suo stile influenzato dall’hip hop e dai graffiti firma pagine incredibili di Bats in lotta contro i suoi avversari con un’attitudine street culture.

Il veterano Marv Wolfman scrive un thriller con l’Uomo Pipistrello impegnato a risolvere un caso di omicidio. Alle matite c’è Riccardo Burchielli che fa una buona prova, sebbene risulti forse meno convincente rispetto a DMZ, l’opera che l’ha fatto conoscere negli Stati Uniti. Rian Hughes, invece, ci propone uno degli episodi più sperimentali della raccolta incentrato su Alfred che scrive un’avventura di Batman e Robin nel futuro. I testi sono ironici e quasi morrisoniani e il tratto è uno stranissimo esempio di stilizzazione pop dagli influssi cubisti.

Il grande Paul Dini affronta il tema della violenza ai minori, concentrandosi non solo su Batman ma anche su Poison Ivy e Harley Quinn che quasi gli rubano la scena. I disegni sono appannaggio di Stéphane Roux che concepisce tavole dallo stile grezzo e sporco, appropriato per l’ambientazione urbana della vicenda. Nathan Edmondson, dal canto suo, delinea una story-line gotica e tenebrosa, collocata in un intimidente cimitero, con il bravissimo Kenneth Rocafort che raffigura un Batman maestoso e carismatico.

Mike Allred, coadiuvato dal fratello Lee, firma una storia ironica e camp che in un certo qual modo si richiama alle avventure kitsch degli anni sessanta. In questo caso, Bats deve vedersela con le macchinazioni del Pinguino e l’atmosfera è solare e divertente. Il tratto di Allred presenta i consueti influssi alla Lichtenstein che i suoi fan conoscono ma è meno accurato del solito, benché sia comunque efficace. Il bravissimo Dustin Nguyen è responsabile del contributo migliore della raccolta e ci presenta uno scontro tra Bats e un gruppo di criminali di Gotham, con tanto di apparizione finale di Catwoman. I testi sono incisivi e i disegni impeccabili.

Lo spagnolo David Macho ci racconta un bizzarro scontro tra l’Uomo Pipistrello e il mostruoso Killer Croc, valorizzato dalle matite del maestro Ruben Pellejero che illustra la vicenda utilizzando gli stilemi formali di area sudamericana con esiti interessanti. E il volume si conclude con un contributo cartoon di Sean Galloway relativo al Dinamico Duo impegnato a salvare Superman, finito in una brutta situazione. Questo tp è quindi la conferma della poliedricità di Batman ed è consigliabile sia agli estimatori del Cavaliere Oscuro sia a coloro che apprezzano il fumetto tout court. Da non perdere.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui