Destreggiandosi tra interviste e autografi, il fumettista romano sta decorando la stazione della metro del suo quartiere con un dipinto murale di 40 metri quadrati. Di cui vi mostriamo anche il disegno alla base.

In collaborazione con ATAC (l’azienda dei trasporti capitolina) e la fiera della piccola e media editoria Più Libri Più Liberi (a Roma dal 4 all’8 Dicembre), Zerocalcare lascia un segno indelebile nel suo quartiere, Rebibbia. Sul muro di 48mq di fronte al capolinea della metro B sta piano piano comparendo questo disegno:

WP_20141203_001

È chiaramente riconoscibile il celebre mammut (o mammuth; la folla che assisteva si è divisa sulla corretta grafia) di Rebibbia, sulla cui groppa a destra si intravede la torretta del carcere. Il 00156 il CAP del quartiere.
Le foto che vi mostriamo sono state scattate oggi (3 Dicembre) tra le 14 e le 16, ma i lavori sono iniziati ieri sera alle 20 e non erano ancora finiti quando ce ne siamo andati. Abbiamo però dato un’occhiata al disegno preparatorio realizzato da Zerocalcare che serve da guida per il murale:

zero rebibbia 11

In quelle due ore Zerocalcare, in felpa, tuta e k-way acetati d’ordinanza, è stato costretto dai media a numerose pause per interviste; qui sotto eccolo ai microfoni di RaiNews:

zero rebibbia 3

Ma anche mentre il fumettista è impegnato davanti alle telecamere altre mani continuano a spennellare seguendo le sue indicazioni:

WP_20141203_002

Ancora foto di Zerocalcare all’opera:

zero rebibbia 4

zero rebibbia 6

zero rebibbia 2

zero rebibbia 1

Ovviamente non sono mancate richieste di autografi e disegnetti da parte di fan venuti apposta per incontrare Zc, il quale ha cercato come al solito di accontentare più gente possibile. E per chi non fosse potuto venire oggi ricordiamo che l’artista sarà, sempre a Roma, a Più Libri Più Liberi in QUESTE DATE.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui