Tutti vogliono il Camaleonte, in una rocambolesca avventura che vedrà coinvolti Superior Spider-Man, Occhio di Falco, la Vedova Nera, Hulk e lo S.H.I.E.L.D. !!! Proseguono poi le disavventure di Morbius, il vampiro vivente, nel malfamato quartiere di Brownsville, mentre l’agente Venom dovrà affrontare un durissimo scontro con Toxin, alias Eddie Brock !!!

SMU_24Spider-Man Il Vendicatore n.19

Autori: Chris Yost, Marco Checchetto, Joe Keatinge, Richard Elson, Cullen Bunn, Declan Shalvey

Casa editrice: Panini Comics

Provenienza: Stati Uniti

Genere: Supereroistico, 17×26, S., 80 pp., col.

Prezzo: 3,30 euro

Anno di pubblicazione in Italia: 2013

aggiungi al carrello

Chris Yost è uno sceneggiatore davvero prolifico, in grado di districarsi tra fumetti, cinema e animazione con estrema disinvoltura. Ha collaborato per esempio a Thor: The Dark World per il grande schermo, mentre per la tv è stato la mente principale dietro al cartoon The Avengers: Earth’s Mightiest Heroes. Nei comics invece si è fatto notare soprattutto con gli X-Men, occupandosi di varie serie come New X-Men e X-Force, per poi approdare in tempi più recenti nell’universo ragnesco, dove ha rilanciato Scarlet Spider e ha preso le redini di Avenging Spider-Man.

La summa del talento di questo scrittore credo possa essere ben rappresentata dai due episodi di Avenging pubblicati nel diciannovesimo numero di Spider-Man Il Vendicatore ( Spider-Man Universe 24 ), in cui possiamo ritrovare in un fumetto i ritmi serrati e l’azione frenetica tipici di un cartoon, grazie ad una sceneggiatura semplice ma ben strutturata, che riesce a coinvolgere numerosi personaggi, perfettamente incastrati all’interno di un meccanismo ad orologeria impeccabile, sotto ogni punto di vista.

avengingspiderman20

Yost riesce a piazzare diverse pedine, ognuna con un suo preciso scopo, utilizzando come scacchiera nientemeno che l’elivelivolo S.H.I.E.L.D., mentre l’oggetto del contendere sarà il primo supercriminale mai affrontato dal Tessiragnatele, ovvero il Camaleonte ! Il subdolo e letale maestro del travestimento infatti è tenuto sotto custodia dallo S.H.I.E.L.D., ma i suoi trascorsi coi Sinistri Sei e i segreti di cui è a conoscenza sul governo russo  lo renderanno il bersaglio principale di Superior Spider-Man ( che sta catturando tutti i suoi ex alleati, non si sa bene per quali scopi… ) e di un esercito di mercenari comandato da due killer mutanti, assoldati per ucciderlo. Considerando che in quell’esatto momento sono presenti nell’elivelivolo anche altri Vendicatori come Occhio di Falco, Vedova Nera e Bruce Banner/Hulk, potete immaginare quale piega prenderà la situazione una volta che tutte le pedine saranno al loro posto…!

Quello che ci propone Yost è un classico esempio d’intrattenimento in puro stile Marvel, senza particolari pretese autoriali o narrative, ma semplicemente tanta azione e divertimento, perfettamente dosati all’interno di una sceneggiatura frenetica e scoppiettante. A tutto questo aggiungiamo un Marco Checchetto in stato di grazia ai disegni, che riesce a regalarci tavole altamente spettacolari e dal taglio cinematografico, nelle quali le sue figure plastiche e realistiche si accostano alla perfezione tecnica della computer grafica, con cui realizza ambienti e macchinari. Una vera gioia per gli occhi, impreziosita ancora di più dai colori vividi e intensi di Rachelle Rosenberg.

avengingspidey_hulk

Proseguiamo poi con l’altro comprimario fisso di questo antologico ragnesco, vale a dire Morbius, il vampiro vivente. Scritto da Joe Keatinge e disegnato da Richard Elson, questo nuovo serial dedicato al tormentato nemico dell’Arrampicamuri ha già chiuso i battenti negli USA e non c’è da meravigliarsi, almeno a giudicare dai primi quattro numeri pubblicati anche qui in Italia.

Per adesso la trama è sciatta e inconcludente, ma soprattutto priva di elementi d’interesse per il lettore. Giusto in questo quarto numero inizia un po’ a prendere forma, introducendo un villain che i fan più scafati del Tessiragnatele ricorderanno bene, ma una partenza così moscia, specie per un personaggio non troppo popolare come Morbius, equivale a un sicuro flop. Anche i disegni di Elson, purtroppo, sono piuttosto freddi e convenzionali, per cui non migliorano granché la situazione…

MORBIUS

L’arrivo della nuova serie di Morbius ha relegato il povero Venom a storia d’appendice, quasi sempre tagliuzzata in più parti, benché sia decisamente migliore di quella del vampiro vivente. Anche se con l’abbandono ai testi di Rick Remender è andata persa un po’ di quella “sana” cattiveria e quel cinico humour nero che contraddistingueva lo scrittore, la serie dedicata al simbionte alieno insieme a Flash Thompson continua ad essere una piacevole lettura, che mescola soprattutto azione, horror ed esoterismo.

L’attuale scrittore Cullen Bunn ha provato a cambiare direzione al personaggio, facendolo trasferire in un’altra città ( Philadelphia ), con nuovi nemici e comprimari, senza dimenticare i drammi interiori che da sempre affliggono Flash, specialmente ora che Betty lo ha lasciato e il simbionte sembra sempre più incontrollabile.

A esasperarlo ancora di più ci pensa Eddie Brock, il primo ( e il più duraturo ) ospite di Venom dopo Peter Parker, che recentemente ha dato vita ad una versione particolarmente letale e mostruosa di Toxin, un altro simbionte con il quale è stato unito forzosamente dal Signore del Crimine. L’obiettivo di Brock rimane comunque quello di eliminare tutti i simbionti, e paradossalmente utilizza proprio uno di loro per portarlo a termine ! Lo scontro con Venom sarà ovviamente violentissimo e senza esclusione di colpi, e metterà in seria difficoltà un Flash Thompson sempre più turbato e insicuro….

venom34

Al tavolo da disegno ritroviamo l’ottimo Declan Shalvey, artista dal tratto minimale e oscuro, molto a suo agio con creature mostruose e alieni, raffigurati con linee semplici ma efficaci. L’originalità del suo stile è anche il suo punto di forza principale, che riesce a compensare mancanze come sfondi poco dettagliati o assenti, o fisionomie un po’ troppo grezze e abbozzate. I colori freddi e basilari di Lee Loughridge inoltre valorizzano le tavole di Shalvey, senza appesantire o affossare l’essenzialità del suo tratto.

In conclusione, questo secondo mensile ragnesco della Panini al momento può contare su un Avenging Spider-Man che ha trovato la sua accoppiata di autori vincente ( Yost e Checchetto ), ma al contempo pubblica una serie piuttosto mediocre come quella di Morbius, per fortuna compensata da un Venom che forse sta ancora cercando una sua dimensione, ma continua ad offrire spunti interessanti.

Voto: 6/7
telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui