Guardiani della Galassia n. 1 – Recensione Panini Comics

Pubblicato il 18 Settembre 2013 alle 13:00

È ai nastri di partenza una nuova serie dell’operazione Marvel Now! Scoprite le moderne avventure dei Guardiani della Galassia narrate da Brian Michael Bendis! E in appendice inizia il serial dedicato al giovane Sam Alexander, attuale incarnazione di Nova!

GUARDIANI DELLA GALASSIA 1Guardiani della Galassia n. 1

Autori: Brian Michael Bendis, Jeph Loeb (testi), Steve McNiven, Ed McGuinness (disegni)

Casa Editrice: Panini Comics

Genere: Supereroi

Provenienza: USA

Prezzo: € 2,90, 17 x 26, pp. 64, col.

Data di pubblicazione: settembre 2013

aggiungi al carrello


La rivalità tra Marvel e DC è annosa e la Casa delle Idee, probabilmente per contrastare l’impatto mediatico provocato dal reboot dell’etichetta di Superman e Batman, ha varato un’importante iniziativa denominata Marvel Now!, basata sulla nascita di nuovi comic-book e di serie già conosciute che ripartono dal numero uno. A quanto si intuisce, l’operazione ha suscitato interesse e Panini Comics sta incominciando a tradurre nel nostro paese diversi prodotti Marvel Now!

Quello dedicato ai Guardiani della Galassia era particolarmente atteso, non solo a causa dell’imminente pellicola cinematografica imperniata sul team, ma anche perché a scriverlo è Brian Michael Bendis, amatissimo da alcuni, odiatissimo da altri, ma senza ombra di dubbio l’autore di punta della Casa delle Idee negli ultimi anni. Al di là dei giudizi di merito, va riconosciuto a Bendis di essere riuscito a trasformare i Vendicatori nel gruppo più rilevante della casa editrice, dando vita a un trend editoriale finora impensabile.

Coloro che però ricordano gli originali Guardiani della Galassia che agivano nel futuro, le cui avventure furono scritte dal compianto Steve Gerber, e protagonisti anche di un comic-book realizzato da Jim Valentino verso la fine degli anni ottanta, avranno una sorpresa, dal momento che Bendis presenta la nuova versione della squadra, inserita nel contesto attuale dell’Universo Marvel. E va specificato che i componenti sono già apparsi in storie recenti. In particolare, in questo primo episodio Bendis si concentra su Star-Lord, il leader dei Guardiani nuova versione. Tutto ciò che finora si sapeva, come esposto in alcuni numeri dei Vendicatori, è che gli alieni Badoon hanno dichiarato guerra alla terra e Star-Lord e soci dovranno presto vedersela con loro.

Bendis ne approfitta per recuperare un vecchio concetto: Star Lord infatti era uno dei tanti personaggi cosmici della Marvel che non aveva avuto grande successo. Ma nel corso del tempo ha fatto le sue apparizioni e gli ultimi crossover fantascientifici lo hanno visto spesso tra i protagonisti. Bendis quindi delinea la figura di Peter Quill, alias Star-Lord, ma modifica alcuni elementi e, con un riuscito uso dei flashback, fornisce notizie sui suoi genitori e sulla sua adolescenza per giungere poi al presente con una pagina finale che introduce la line-up dei Guardiani. Bendis fa un buon lavoro e non ricorre ai dialoghi verbosi che sono il marchio di fabbrica del suo stile; ma imbastisce una story-line introspettiva, malinconica, non priva di pathos e drammaticità. Ha inoltre il pregio di incuriosire e gli sviluppi narrativi si preannunciano imprevedibili. Alle matite c’è il bravissimo Steve McNiven che ci dona tavole di grande bellezza formale, visivamente suggestive, e caratterizza il giovane Peter con perizia innegabile. A giudicare dall’esordio, quindi, Guardians of The Galaxy è promettente.

Il mensile include pure il numero uno di una testata Marvel Now! dedicata a Nova, ennesimo eroe cosmico della Marvel. Anche in questo caso, tuttavia, abbiamo a che fare con la nuova incarnazione del giustiziere spaziale. Il vecchio Richard Ryder, titolare di una bella serie dei seventies, componente dei Nova Corps nonché membro fondatore dei New Warriors, è ufficialmente morto (ma non è da escludere un eventuale ritorno) e al suo posto c’è Sam Alexander. A onor del vero, anche quest’ultimo sembrava passato a miglior vita ma, come si evince sin dalla prima pagina, non è così. Ai testi c’è l’esperto Jeph Loeb che descrive un adolescente timido e imbranato, in ossequio alla tradizione dei teen drama, che per una serie di circostanze rimane coinvolto in un gioco più grande di lui riguardante i Supernova, detti Nova Neri, corpo di polizia spaziale che giocherà un ruolo importante nelle future story-line.

Loeb gioca con i flashback e la trama è caratterizzata da un’insistita alternanza passato/presente un po’ confusionaria ma intrigante. E pure Nova è un serial da tenere d’occhio. Il penciler è Ed McGuinness che costruisce in maniera inventiva il lay-out e in alcune pagine si concede lievi influssi pseudo-cartoon, specie nelle sequenze di ambientazione sci-fi, mentre quelle inserite nell’ambito scolastico e quotidiano di Sam sono contrassegnate da piacevole fluidità. Insomma, il primo numero di questo mensile Panini sembra valido, perlomeno se ci si deve basare sulle premesse.


Voto: 7

I nuovi vendicatori 1 inumani in X-men - Trilogy (Special Edition) (6 Blu-ray)

Articoli Correlati

Kaiju No. 8 è sicuramente uno dei migliori manga del suo genere in circolazione fin dal suo debutto nel 2020. Il franchise è...

11/08/2022 •

10:00

Il capitolo 368 di Berserk ha condiviso i primi spoiler del nuovo arco narrativo dedicato a Guts, che ovviamente riprenderà gli...

10/08/2022 •

20:00

Pokémon Journeys attualmente è impegnato con l’ultimo torneo di Ash ingaggiato nel corso delle ultime settimane, mentre...

10/08/2022 •

18:00