saldaPress continua la straordinaria espansione del suo catalogo in direzioni imprevedibili e aggiunge al suo già illustre parco autori anche Aleš Kot uno degli autori più “politicizzati” del panorama dei comics – noto nel nostro paese quasi esclusivamente per i lavori firmati per Marvel e DC – che non ha mai mancato di commentare spesso al vetriolo, la situazione socio-politica del suo paese adottivo ovvero gli USA.

L’autore di origini ceche è decisamente una eccezione in un ambiente spesso restio a sbilanciarsi apertamente in critiche ad esempio verso il Presidente degli Stati Uniti e le sue politiche e, se in Italia siamo tutto sommato abituati agli autori impegnati politicamente, per il mondo dei comics Kot rappresenta spesso una voce fuori del coro.

Il primo titolo che saldaPress propone firmato da Kot è Il Nuovo Mondo, un volume unico che raccoglie l’intera miniserie di 5 numeri uscita per Image Comics, disegnato da Tradd Moore – Silver Surfer Nero, Lo Strano Talento di Luther Strode, Alll-New Ghost Rider.

La Seconda Guerra Civile Americana ha devastato e completamente smembrato gli Stati Uniti. Nel 2037 il paese è uno stato oppressivo e governato dal capitalismo più sfrenato, nel quale media e nuove tecnologie influenzano pesantemente le opinioni di una popolazione che ha scelto di sacrificare le proprie libertà individuali in nome di una feroce illusione di sicurezza.

Stella Maris, la seconda cacciatrice più popolare del reality I Guardiani, dovrebbe riportare l’ordine in diretta tv e catturare e uccidere ogni giorno un criminale diverso, ma in realtà disobbedisce al televoto rifiutandosi di uccidere e preferendo, nella vita reale, bere vino rosso mescolato alla Coca Cola e andare a ballare.

Kirby Shakaku Miyazaki è invece un hacker buono, è astemio, non mangia glutine, è ordinatissimo e vuole sabotare il sistema attraverso atti plateali come interrompere la trasmissione del reality I Guardiani o creare una radio pirata.

Sono single e niente al mondo potrebbe farli incontrare tranne… una serata in discoteca. Stella e Kirby si innamorano e decidono di fuggire insieme ma ammettere il loro amore passerà prima dall’abbattere le loro convinzioni e poi le imposizioni del sistema mentre L’intera Repubblica della Nuova California darà loro la caccia.

Il finale sarà sorprendente perché la libertà è davvero ad un passo.

Acquista Il Nuovo Mondo cliccando QUI

Il Nuovo Mondo è un distillato che, partendo dal titolo, filtra tutta una serie di spunti provenienti dalla letteratura distopica classica e in cui, a fare da volano, c’è la storia d’amore fra Stella e Kirby.

Tuttavia, come lo stesso Kot ci ha abituato, non tutto è di così facile ed immediata lettura come il plot vorrebbe farci credere. Cuore della narrazione è sì una storia d’amore ma che in realtà è l’incontro e soprattutto lo scontro fra due individui opposti.

L’incontro con l’altro costringe i protagonisti ad uscire in maniera perentoria ed inequivocabile da quella che potremmo definire semplicisticamente la loro comfort zone ma che in realtà è un vero e proprio mondo fatto di (in)sicurezze in cui la lunga sequenza d’azione centrale è manifestazione più diretta e concreta.

È a questo punto che lo sfondo delle vicende diventa drammaticamente più chiaro, e altrettanto drammaticamente attuale, dove è meglio cedere al ricatto del “si dice” o “si fa” e dove il confine è clamorosamente mentale più che realmente fisico.

Mentre Aleš Kot “alleggerisce” il tono generale con un pizzico di ironia rispetto ad altre sue opere più realistiche ed immanenti, fra una citazione e un brano dei Rage Against The Machine e l’altro, ci sbatte in faccia una dura verità: l’altro esiste e dobbiamo conviverci che ci piaccia o meno pena un annientamento mentale ancora prima che fisico.

Gli amanti allora sono metafora della scoperta dell’altro e della conseguente distanza che si accorcia in una scoperta che porta alla libertà e all’accettazione.

In tutto questo Tradd Moore realizza, dal punto di vista grafico, una delle prove più incredibili degli ultimi anni in cui il 2037 è un lungo trip lisergico di forme sinuose, anatomie antigravitazionali e colori fluorescenti mentre dal punto di vista stilistico la street art incontra le esagerazioni dei comics anni ’90 con le immancabili influenze nipponiche entrate di prepotenza nell’immaginario collettivo.

Pur prediligendo l’orizzontalità come coordinata base, Moore sfonda spesso i bordi delle vignette giocando anche con prospettive ed inquadrature in una sorta di corto circuito con una certa avanguardia del game design degli anni ’80 mentre il nero è materia densa ma malleabile in cui ricavare dettagli e sensazioni.

Ma il lavoro di Moore alle matite trova cifra nel lavoro ai colori di Heather Moore e del suo team che imbastiscono una vera e propria lezione sull’uso dei colori piatti creando con essi labirinti visivi di grandissimo impatto rappresentando un futuro tanto futuribile quanto vivo nel manifestare gli stati d’animo e i contrasti dei protagonisti.

Elegantissimo il cartonato confezionato da saldaPress che, pur avaro di contenuti extra – è presente solo l’immancabile galleria di copertine, si distingue per l’ottima traduzione e lo scorrevole adattamento.

Se saldaPress con Aleš Kot ha decisamente aggiunto un talento purissimo al suo catalogo, Il Nuovo Mondo rappresenta sotto molti punti di vista quello che l’anno passato fu Murder Falcon: semplicemente uno, se non il migliore, fumetto uscito nella seconda metà del 2020.

Acquista Il Nuovo Mondo cliccando QUI

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui