Si tratta dell’albo che in molti aspettavano. La possibilità di vedere finalmente trasposta la sceneggiatura di William Gibson dedicata al terzo capitolo cinematografico di Alien, era una di quelle chicche fantascientifiche che gli appassionati non vedevano l’ora di poter gustare.

E questo mini ciclo narrativo si apre in maniera piuttosto intrigante. Al contrario di quanto visto in Alien³ al cinema, nel fumetto sia Ripley, che Newt che Hicks sono sopravvissuti all’interno della USS Sulaco. Chiaramente con loro è arrivato anche lo xenomorfo. Questo primo albo dedicato alla storia scritta da William Gibson introdurrà l’arrivo dei protagonisti tra gli umani (sono stati intercettati dall’Unione dei Popoli Progressisti).

Come sapranno già gli appassionati di storie di genere e di fantascienza, William Gibson è l’autore del Neuromante, il romanzo che ha rivoluzionato il cyberpunk. Il fatto che durante la lavorazione del terzo capitolo di Alien, nel 1987, gli fosse stato proposto di lavorare alla sceneggiatura del film, non poteva che essere motivo di esaltazione tra tutti gli appassionati del genere.

Sfortunatamente la lavorazione di Alien³ non fu affatto semplice, e Willam Gibson fu soltanto uno dei tanti autori chiamati a lavorare sullo script, che alla fine venne lavorato per ben otto volte. Ad arrivare alla sceneggiatura definitiva fu David Fincher, il quale all’epoca era un giovane emergente, che maneggiò l’ampio materiale scritto dagli altri autori per arrivare ad una sceneggiatura che prendesse elementi sparsi tra uno script e l’altro.

Gibson aveva deciso di far sopravvivere sia Newt, che Ripley che Hicks, mentre Fincher lasciò in vita solo il personaggio interpretato da Sigourney Weaver. Il risultato fu un film apprezzabile ma che non convinse proprio tutti. Molti appassionati ancora bramavano lo script di William Gibson, che Dark Horse ha fatto adattare a fumetti, e che Saldapress ha appena portato in Italia.

Questo primo albo che apre al mini ciclo narrativo di Gibson è giusto un’introduzione, nella quale Newt, Ripley e Hicks non sono ancora protagonisti, e vengono perlopiù citati. La minaccia dello xenomorfo inizia però a farsi sentire, e viene inserita all’interno di un contesto politico e sociale instabile.

Gli appassionati dei fumetti dedicati ad Aliens sapranno bene che l’universo dei comics dello xenomorfo prende una piega abbastanza diversa rispetto a quella cinematografica. Nei fumetti infatti gli xenomorfi invadono la Terra, portando praticamente l’intera popolazione mondiale a sapere della loro esistenza. Tutto ciò avrà grandi ripercussioni sull’evoluzione dell’universo a fumetti di Aliens (le storie che hanno avviato questo ciclo narrativo si possono leggere all’interno del volume Aliens – 30° Anniversario).

I disegni di Johnnie Christmas (autore anche dell’adattamento dei testi) in questo primo albo accompagnano bene la narrazione, e si caratterizzano per dinamismo ed attenzione ai dettagli. Ci troviamo quindi di fronte ad un buon adattamento dello script di Gibson.

Ma sfortunatamente, trattandosi, di una prima parte del ciclo narrativo non si può comprendere e giudicare molto. Alien³ di William Gibson è uno dei tanti what if..? della storia del cinema, che per fortuna un medium come il fumetto è stato in grado di convertire e rendere fruibile dal pubblico degli appassionati.

Insomma, una storia di William Gibson su Alien, solo questi due elementi accostati valgono l’acquisto dell’albo.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui