Riverdale 3×15 – American Dreams | Recensione

0
Mentre Gladys prende sempre più piede a Riverdale, Archie affronta una volta per tutte l’anatema sanzionato da Hiram Lodge.

Nell’episodio della scorsa settimana – la nostra recensione QUIRiverdale aveva solidificato il nuovo status quo post-pausa di due settimane recuperando vecchi filoni narrativi e testandoli con nuove dinamiche. In particolare è stata ripresa la sotto-trama di G&G, dei Ghoulies e del Gargoyle King rimettendovi al centro Archie vittima di un pericoloso attentato da parte di un giovanissimo giocatore di G&G mentre la convivenza Poisons, Farmies e Gargoyles si era fatta sempre più complicata portando a dei contrasti anche interni fra Toni e Cheryl. Betty invece aveva dovuto bruscamente fermare le sue indagini sulla Fattoria apprendendo che la madre ha venduto la loro casa.

L’episodio di questa settimana, intitolato American Dreams, riparte proprio da qui ovvero dai contrasti fra Toni e Cheryl e dalla scoperta del misterioso acquirente della casa dei Cooper. Archie intanto non si dà pace e dopo aver rinvenuto la quest-card di G&G nella sua cucina inizia la sua indagine per scoprire chi vuole ancora ucciderlo.

Per questo si reca da colui che in passato aveva manifestato questa intenzione, Hiram Lodge, che confessa di aver distribuito dodici carte in cui si chiedeva di uccidere Archie. La tregua fra i due però non sembra essersi estesa ai possessori di queste carte che devono quindi essere rintracciati prima che attentino alla vita di Archie. Una cosa è certa: in città c’è un nuovo, pericoloso, Gargoyle King.

In città intanto si moltiplicano gli episodi legati al consumo di Fizzle Rocks sancendo di fatto il ritorno della droga in città e quindi di un nuovo distributore. Veronica, ancora sotto pressione, confessa a Betty che Gladys ha preso in mano le attività illegali e la ragazza ovviamente decide di riferirlo a Jughead.

E’ lo stesso Jughead a proporre una soluzione ad Archie: modificare la quest di modo da affrontare, su un terreno amico e con qualche vantaggio, tutti coloro che sono in possesso della carta “uccidere il paladino rosso” e mettere fine a questa persecuzione.

Dopo qualche episodio claudicante con American Dreams, Riverdale riacquista focus e concretezza non solo legittimando definitivamente i cambi di scenario degli ultimi episodi ma anche dando nuova linfa all’anima più teen drama della serie.

Al centro della sceneggiatura c’è di nuovo Archie con lo sceneggiatore dell’episodio che sembra voler chiudere, definitivamente?, la trama di G&G in maniera brutale ma efficace liberando così il personaggio da quella cupezza che lo aveva contraddistinto in maniera marcata da troppi episodi. Intorno a questo perno vengono poi sapientemente innestate una serie di sotto-trame il cui minimo comune denominatore è senz’altro il passaggio di consegne fra Gladys e Hiram del titolo di villain.

Ne prendono atto Betty e soprattutto Jughead – che si candidano a principali antagonisti – mentre Veronica, forse un po’ defilata in questo episodio, ormai stretta in una morsa da cui fatica ad uscire “sacrificando” Reggie.

La sotto-trama di Toni e Cheryl invece serve da un lato a ricordarci, sempre in maniera intelligente e non scontata, che Riverdale è anche un teen drama ma anche a introdurre l’annuale episodio musicale.

Con l’episodio di questa settimana, Riverdale apre decisamente le porte all’ultima parte di questa terza stagione in maniera decisa vedremo se le trame preparate saranno anche convincenti però.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui